Jeffrey

Jeffrey
Esprimi il tuo giudizio
Aggiungi ai preferiti
  • Tendenza LGBT GGG
  • Eros
  • Media voti utenti
    • (61 voti)
  • Critica
Varie

Cast

Jeffrey

New York 1995: Jeffrey (Weber), gay liberato ma terrorizzato dall’Aids, decide di astenersi dal sesso e dedicarsi alla sua carriera d’attore finché è costretto ad affrontare il problema attraverso Steve che gli confessa di essere sieropositivo. Sceneggiata da Paul Rodnick dalla sua piece off-Broadway, una commedia romantica interessante per il tentativo di leggere la paura dell’Aids come meccanismo narrativo all’interno di un cinema di genere vicino alla sit-com. Commedia molto divertente con interpreti esilaranti e indovinati (vedi Nathan Lane nelle parti del prete e Patrick Stewart in quelle del migliore amico)

Condividi

12 commenti

  1. thediamondwink

    Divertente commedia gay con un cast d’eccezione, sicuramente delirante le parti con Sigourney Weaver e Nathan Lane, il prete cattolico gay … da morire: “sono un prete cattolico una categoria tra un coro e i fioristi”!!!

    In una NY affamata di sesso, ma impaurita dall’HIV, il protagonista cerca una strada secondaria per trovare una stabilità lontana dalle relazioni amorose, ma con molte difficoltà e poco successo.
    Il film scorre piacevole, tra sogno e realtà, ma sia abbandona ad uno scontato e banale finale che lo incatena nell’ovvia commedia americana.

  2. [segue]Gli attori sono ottimi (c’è pure una Sigouney Weaver giovanissima) e i dialoghi sono molto divertenti e brillanti. Forse non consigliato a quei Catoni arcigni che bollano come spazzatura tutti i film leggeri, come se la qualità avesse un solo volto. Per intenderci (e ovviamente con tutte le debite distanze) quei babbioni che per circa un secolo avevano guardato con sufficenza al meraviglioso “Così fan tutte” di W.A.Mozart. Vedetelo. Voto 7.

  3. Teo ha riproposto in italiano nel suo imperdibile blog questo film del 1995 che anni fa avevo visto in tv (ma chissà dove?), che mi aveva piacevolmente sorpreso e che poi era sparito dalla circolazione , anche dai vari siti torrents. E’ un film romantico , una commedia leggera dal taglio brillante e spiritoso , intrecciata a una problematica sociale allora molto sentita. La generazione post-Aids , traumatizzata dal terrore del sesso. Il film potrebbe essere riassunto da una scenetta : dopo un rapporto sessuale pieno di accorgimenti safe-sex arriva un lungo sospiro da uno dei due. Ma come era divertente il sesso …prima.

  4. luca/ch

    L’ironia prima di tutto (soprattutto quando è così ben rappresentata). Un film a cui sono molto affezionato che ho visto diverse volte in TV qualche anno fa (poi è scomparso) e ultimamente in lingua originale. Il cinema americano insegna: già a metà degli anni ’90, quando l’Italia deve superare ancora lo shock di un bacio imprevisto (vedi “il bagno turco”),il tema del travaglio dell’esperienza omosessuale è già abbondantemente superato e quest ultima diventa semplice manifestazione dell’esistenza umana. In questo credo sia un grande valore di questo film. Come dimenticare le sequenze dell’incontro in palestra dei due protagonisti (bellissimo lo stacco sulle reazioni al bacio dei due del giovane pubblico presente alla proiezione dello stesso film in una sala cinematografica). Da vedere

  5. De La Croix

    Anche io lo vidi la prima volta in tv…anche se in lingua originale, come tutti i film, rende sicuramente meglio! La comicità non andrebbe tradotta! Mi piacerebbe averne il dvd poichè è un film davvero completo che tratta più di una tematica senza trascurare nulla, dando egual importanza ad ogni argomento.

Commenta


Varie

Jeffrey, giovane gay che fa il cameriere e, a tempo perso, anche l’attore, ha deciso di non avere più rapporti per timore di contrarre l’aids. Proprio in questo frangente conosce Steve, tra i due potrebbe nascere un’intesa, ma Jeffrey rifiuta appuntamenti e incontri. Nei giorni successivi, Jeffrey frequenta altri amici che vivono la sua stessa condizione, ascolta i genitori che lo invitano a vivere con tranquillità la sua vita, va in una chiesa cattolica e il parroco gli salta addosso inneggiando all’amore, si presenta alla marcia dell’orgoglio gay, subisce il pestaggio di un gruppo di fanatici, e alla fine capisce di non poter continuare in quella situazione. Contatta Steve, lo invita a cena e gli confida di essersi liberato di ogni timore. Adesso i due possono amarsi e vivere con tranquillità il loro amore.

Effettua il login o registrati

Per poter completare l'azione devi essere un utente registrato.