In the Flesh

In the Flesh
Esprimi il tuo giudizio
Aggiungi ai preferiti
  • Tendenza LGBT GGG
  • Media voti utenti
    • (2 voti)
  • Critica
Varie

Cast

In the Flesh

Come in gran parte degli “hasler movies” questo film a basso budget, debutto alla regia dello sceneggiatore Ben Taylor, si regge soprattutto sulla simpatia e la bellezza del giovane protagonista. Funziona bene anche la love story tra i due, che formano una “strana coppia” dove il poliziotto, un bisteccone grande e grosso, molto macho e legnoso (ma non si capisce se ad esserlo è il poliziotto o l’attore), impara con fatica ad accettare la sua omosessualità ed i suoi sentimenti per un ragazzino apparentemente fragile e timido, dolce e molto inguaiato. Ma la trama del thriller che fa da cornice alla love story è decisamente assurda e scontata. Il personaggio di Oliver è poi troppo sfigato: studente di psicologia di giorno e prostituto la sera, deve guadagnare per comprare la droga alla sorella tossicodipendente che senza morirebbe. Egli ha anche avuto la vita segnata da un incidente stradale in cui ha perso la vita il suo migliore amico mentre lui era al volante ubriaco. Infine è da notare che l’unica scena di sesso riguarda un rapporto tra Oliver e la sua improbabilissima fidanzata, mentre i due protagonisti (dei quali comunque è ben mostrato il didietro) non si danno mai neanche un bacio. (Rob. Mar.)

Condividi

2 commenti

  1. De La Croix

    Lo ammetto, non sono un fan delle produzioni brittaniche (troppo abituato alle massicce dosi americane di steroidi), ma questa mini serie TV è stata una scoperta!
    Innanzitutto viene trattato il tema degli zombie in maniera poco convenzionale (non è tutta una caccia allo zombie da uccidere come siamo abituati a vedere), piena di umanità (o non più umanità) e di personaggi ben pensati e ben sviluppati. La tematica gay è la perfetta ciliegina sulla torta di una produzione già di per sè davvero ottima.
    Non mancano momenti divertenti e struggenti.
    Lo consiglio a tutti, anche ai non amanti del genere horror.

Commenta


Varie

Philip è un detective della polizia di Atlanta impegnato in un’indagine su di un grosso traffico di droga, mandato controvoglia ad investigare in un bar gay frequentato da prostituti. Lì vede il 21enne Oliver ballare al Jukebox solitario e piangente e ne rimane profondamente colpito. Dopo una prima indecisione, accetta di andare a letto con il ragazzo e da quel momento inizia a raccogliere informazioni su di lui ed a seguirlo. Quando Oliver viene ingiustamente sospettato del feroce assassinio di un suo cliente, Philip gli fornisce un alibi, lo ospita a casa sua e si mette alla ricerca del vero killer. Intanto tra i due in un crescendo di schermaglie amorose sboccia il vero amore. Il lieto fine sarà però rimandato dal killer ancora in circolazione, che cercherà di eliminarli.

Effettua il login o registrati

Per poter completare l'azione devi essere un utente registrato.