Hearts Beat Loud

Hearts Beat Loud
Esprimi il tuo giudizio
Aggiungi ai preferiti
  • Tendenza LGBT LL
  • Media voti utenti
    • (0 voti)
Guarda il trailer

Cast

Hearts Beat Loud

Un film romantico che più non si potrebbe, ma mai stucchevole o prolisso. Premio del pubblico in diversi festival (Wisconsin Film Festival, Sarasota Film Festival). Quasi una favola che si svolge in un’America dove non c’è ancora ombra di Trump e seguaci. Ci sono due storie d’amore nel film, assai diverse ma ugualmente coinvolgenti. Quella di due ragazze che stanno affrontando le gioie del loro primo innamoramento e quella di un padre che trova il modo per riavvicinarsi alla figlia. L’omosessualità nel film non è mai un problema, nemmeno quando sembra che il padre dovrebbe essere all’oscuro di avere una figlia lesbica. In realtà dimostrerà di saperlo benissimo e che la cosa non cambia nulla per lui. Anche la regia e la sceneggiatura dimostrano di non preoccuparsi di stare mettendo in scena, in un film quasi mainstream, personaggi lesbo e storia d’amore lesbo, sono personaggi e storie d’amore e basta.
Frank Fisher (Nick Offerman) è un hippie (single da molti anni dopo la morte della compagna), proprietario di un piccolo negozio di dischi vintage in una strada secondaria di New York, del quale si prevede una inevitabile chiusura. Sua figlia Sam (Kiersey Clemons) si sta preparando in medicina per andare all’università in California, cosa che in realtà sta riempiendo di malinconia il bravo padre. Le rimprovera infatti di passare troppo tempo sui libri e di non volersi godere la sua ultima estate di libertà, prima di entrare nel mondo degli adulti con tutte le loro responsabilità. In realtà è lui che vorrebbe poter trascorre più tempo con la figlia che tra poco se ne andrà al college. Mentre le sta chiedendo di unirsi a lui per una breve jam session si accorge che Sam sta scrivendo da sola una canzone d’amore, quella del titolo del film, “Hearts Beat Loud” . In verità Sam ne ha già scritte molte di canzoni d’amore, tutte ispirate dal suo primo grande amore, quello per Rose (Sasha Lane), sul quale pure sta pesando il dolore per l’imminente obbligato allontanamento. Frank registra segretamente la canzone e la pubblica a sua insaputa sul circuito indipendente di Spotify. La canzone ha un successo immediato, che lo fa perdonare da Sam (per il trafugamento) e che cambia drasticamente (in meglio) il rapporto padre-figlia. I due si ritrovano a registrare musica insieme nella prospettiva di un’inattesa e insperata carriera musicale. La musica ha la forza di unire le persone, di superare le distanze, anche quelle legate a ferite del passato che riemergono. Bravissimi i due protagonisti ma anche Toni Colette nel ruolo della padrona di casa di Frank che vorrebbe aiutarlo a tenere in vita il negozio, o la sempre meravigliosa Blythe Danner nel ruolo dell’anziana madre cleptomane di Frank.
Anche quando la storia diventa improbabile o inverosimile (il successo esagerato) il film ci fa sempre sentire in un mondo reale, con persone reali che non possiamo che amare e che vorremmo incontrare nella nostra vita.

synopsis

In the hip Brooklyn neighborhood of Red Hook, single dad and record store owner Frank is preparing to send his hard-working daughter Sam off to college while being forced to close his vintage shop. Hoping to stay connected through their shared musical passions, Frank urges Sam to turn their weekly jam sessions into a father-daughter live act. After their first song becomes an internet breakout, the two embark on a journey of love, growing up and musical discovery

Condividi

Commenta


trailer: Hearts Beat Loud

Effettua il login o registrati

Per poter completare l'azione devi essere un utente registrato.