Habitación en Roma

Habitación en Roma
Esprimi il tuo giudizio
Aggiungi ai preferiti
  • Tendenza LGBT LLL
  • Eros
  • Media voti utenti
    • (16 voti)
Guarda il trailer

Cast

Habitación en Roma

Alba, una donna spagnola madre di due figli, e Natasha, una giovane russa in procinto di sposarsi con un professore d’arte, s’incontrano casualmente a Roma, dove si trovano per differenti motivi, proprio la sera prima di partire. Condividono la stessa camera d’albergo e, come un colpo di fulmine, dopo una sommaria e prudente conoscenza reciproca che le fa scoprire in perfetta sintonia, si ritrovano invischiate in una intensa passione amorosa che rimette in discussione le loro vite. Le scene di sesso tra le due donne sono state girate così bene, da aver fatto sorgere il dubbio che non si trattasse più solo di una recita. La storia è ispirata liberamente al film cileno “En la cama” (Nel letto) di Matías Bize, dove però i protagonisti erano un uomo e una donna. Il realismo dei rapporti sessuali ha già costretto la produzione a due versioni del film, una per l’Europa (integrale) e una per gli USA (tagliata).

Condividi

28 commenti

    • Un film davvero molto bello nella sua essenzialità e sfrontata delicatezza. Chi non vorrebbe vivere un amore così intenso, a prescindere dal genere? A volte non conta chi ami, ma come ami. L’amore ha molteplici volti. In diversi casi, indimenticabili. Un saluto.

  1. Io l’ho visto su Cielo tv. E’ un film intenso, poetico, straordinario. Dove il sesso è vissuto con passionalità dalle due splendide attrici, e sembra davvero che le scene siano reali. E’ un film che mette a nudo le incertezze del nostro vivere quotidiano e invita a vivere il presente lasciandosi andare alla passione travolgente. Straordinaria la regia, perchè raccontare una storia vissuta completamente in una stanza d’hotel non è facile. Ciliegina sulla torta: la splendida colonna sonora, Loving Stranger, interpretata da Russian Red. Scrivetemi donne, voi cosa ne pensate? [email protected]

  2. Francesca

    Io non sono lesbica ma la bellezz delle due donne , il dialogo la dolcezza degli sguardi, tutto il contesto dell ambiente invitano a diventarlo. Un uomo non è in grado di dare tanto. Purtroppo l’amore non è sempre così
    O

  3. Francesca

    Io non sono lesbica ma la bellezz delle due donne , il dialogo la dolcezza degli sguardi, tutto il contesto dell ambiente invitano a diventarlo. Un uomo non è in grado di dare tanto. Purtroppo l’amore non è sempre così
    O

  4. Romana

    Non sapevo della esistenza di questo film né conoscevo le attrici. L’ho visto per caso e non dall’inizio e non sono riuscita a smettere di vederlo. Non so se le interpreti sono lesbiche se si non hanno fatto fatica ma diversamente sono state eccezionali. Il film è molto bello per nulla volgare e delicato ma ho trovato eccessiva la scena dello svenimento. Nel complesso lo giudico un film da premiare. Peccato che da molti non sarà capito. Complimenti al regista

  5. regina77

    Non posso dire che non mi sia piaciuto.. fatto benissimo, niente al caso..ottima regia, ottime attrici, mai noioso seppur totalmente girato in una stanza d’albergo. Ottime le attrici..niente da dire su nulla insomma. Solo una nota polemica: esagerato lo svenimento finale per il dolore del distacco..una notte, seppur intensa, rimane sempre una notte, per chiunque, anche per una lesbica dalla nascita, che, al contrario dell’altra , sembra aver trovato l’amore della vita…

  6. Ashley_87

    Molto bello..inizialmente un po lento ma dopo i primi 15min la storia riesce a prendere, a convolgere e quasi vorresti che nn finisse.. complimenti al regista che ha fatto un ottimo lavoro e bravissime anche le due attrici.

  7. Snoopyna

    E’ un film bellissimo, l’idea è insolita, originale. Il regista essendo un uomo ha trattato in modo delicato questa storia!Le attrici sono molto brave oltre che essere anche molto belle e sensuali.Non è un film da botteghino, cmq ambientare una storia di un film tutta in una stanza d’hotel senza annoiare chi lo guarda nn è da tutti!

  8. Sybilla

    mi ha lasciato un sapore strano questo film, forse fin troppo familiare: dal trailer sembrava una cazzata pornografica, e invece dentro quella stanza c’è assolutamente tutto… C’è certamente il sesso, ma c’è anche la menzogna, la poesia, l’onirismo, il senso di vuoto e lo squallore che lasciano gli incontri di una notte, colmati da qualcosa di indefinibile ma reale. Viaggia sul filo di molti registi famosi senza abbracciarne davvero uno, Almodovar, Ozpetek, Pasolini, Wenders. Dà perennemente l’idea che stia per perdere l’equilibrio ma come per magia lo recupera. Forse anche per merito dei bellissimi occhi di Alba, che fanno da filo conduttore.

  9. Ora l’ho guardato e l’ho trovato inizialmente un pò noioso,poi la trama mi ha catturato per la sua intensità nei sentimenti;al primo sguardo può sembrare una storia di puro sesso invece c’è altro;anche se le scene in cui le due protagoniste fanno l’amore sono molto forti e molto “piacevoli”da vedere…film molto bello.

  10. Ippazia

    Non ci trovo un difetto.
    Il regista è stato un mago: era semplice cadere nella volgarità invece il film è, oserei dire, poetico!!
    Meravigliose le attrici, a volte fin troppo credibili. Curioso il personaggio di Max, che sembra quasi il cupido uscito dall’affresco della stanza.
    Ho la netta sensazione che in Italia non sarà distribuito…

  11. margaret

    Inquadrature geniali, questo film è la metafora dell’essenza, della purezza. La passione diventa un subordinato quando quegli occhi si incontrano, si mentono e si capiscono; e quei corpi si annientano per diventarne uno solo. E’ un viaggio verso una scoperta. Quella notte è il simbolo di un idillio. Merita Cannes.

Commenta


trailer: Habitación en Roma

https://youtube.com/watch?v=K0zr5ZDsUq4%26hl%3Dit_IT%26fs%3D1

Effettua il login o registrati

Per poter completare l'azione devi essere un utente registrato.