The Graffiti Artist

The Graffiti Artist
Esprimi il tuo giudizio
Aggiungi ai preferiti
  • Tendenza LGBT GGG
  • Media voti utenti
    • (42 voti)
  • Critica
Varie

Cast

The Graffiti Artist

Il film ci racconta la vita di Nick, un solitario adolescente graffitaro che dorme per strada, ruba il cibo per nutrirsi e le bombolette spray con le quali dipinge sui muri e sui treni la sua rabbia contro la società (i poliziotti, gli amici, ecc.) che lo vorrebbe inquadrato, regolare, con un lavoro e una vita normali.
Ma lui è diverso, fuma qualche spinello, ama la sua vita, la sua libertà e la sua arte. Presto scoprirà anche la sua diversità sessuale che accetterà con semplicità e naturalezza. Scoprirà anche l’amore, dopo un inaspettato bacio e una notte d’amore tra le braccia di un’altro giovane graffitaro incontrato da poco… Molto bravo il regista a farci entrare nel mondo del protagonista, che impariamo a vedere coi suoi dolcissimi e quasi supplichevoli occhi, che seguiamo nei suoi gesti quotidiani, nella sua notturna e intensa creatività, nella sua generosità (regala a un’altro poveraccio la sua mela), nel suo disperato bisogno d’amore ma anche nella sua bensopportata rassegnazione. Un film quasi senza parole (ma non ce ne accorgiamo), con una splendida colonna sonora e una scenografia essenziale che non permette distrazioni. Intenso, cupo, realistico. Un piccolo gioiello.

Condividi

13 commenti

  1. fedetec89

    x io non sono frocio!! – AHAHAHAHAH hai pure perso tempo a registrarti per venire qui a insultare e fare il troll….
    Non hai proprio un cazzo da fare nella vita XD .. mi fai una pena assurda.

  2. Desirion

    Sarebbe potuto essere tranquillamente un corto, l’unico motivo di guardarlo interamente sono i sempre eloquenti e tristi occhi del protagonista, che verrebbe voglia di abbracciare in ogni scena del film. Per il resto la trama è povera e ripetitiva e come al solito un finale reale, che avremmo preferito fosse diverso.

  3. luigi43

    Splendido il protagonista ma dovra’ decidere cosa fare da grande! Credo non si possa
    passare tutta la vita sulla strada alternandola con tre mesi di prigione (meditate per
    scoraggiare questi imbrattamuri).Infatti l’altro lo allontana malamente perchè capisce
    che la “street art” ha dei limiti temporali e poi via alla CALART di Shelteriana memoria.

  4. Sombra loca

    x io non sono frocio: chi fa proprio schifo scusa?? Non c’è nulla di amle nell’essere omosessuali. di omosessualità non si muore, non è una malattia. Smettiamola una volta x tutte con queste cose assurde. Io il film non l’ho visto ma lo vedrò sicuramente. Limitati a giudicare il film. Se non ti piace di solo che il film non ti è piaciuto ma non fare commenti che possono sembrare rivolti alle persone che commentano quì.

Commenta


Varie

Effettua il login o registrati

Per poter completare l'azione devi essere un utente registrato.