Glen or Glenda

Glen or Glenda
Esprimi il tuo giudizio
Aggiungi ai preferiti
  • Tendenza LGBT TTT
  • Media voti utenti
    • (0 voti)
  • Critica
Guarda il trailer Varie

Cast

Glen or Glenda

Il film è un docu-drama che tratta di travestitismo e transessualità, ed è semi-autobiografico: Wood stesso amava travestirsi da donna, e il messaggio del film invita alla tolleranza. Il film ricevette (e continua a ricevere) critiche negative, e nella sua guida Leonard Maltin lo ha definito “probabilmente il peggior film mai girato”. Tuttavia, Glen or Glenda è oggi un film di culto per la sua produzione poverissima e lo stile assolutamente particolare.
L’intervento per il cambiamento di sesso effettuato da Christine Jorgensen era sulle prime pagine di tutti i giornali negli Stati Uniti nel 1952, e questo fornì al produttore cinematografico George Weiss l’ispirazione per un film a basso costo che trattasse dell’argomento. Ed Wood convinse Weiss che, essendo lui stesso dedito al travestitismo, ne sarebbe stato il regista ideale, sebbene il suo modesto successo. Wood ottenne il lavoro e prese i soldi, ma invece di girare un film sul cambio di sesso, lo girò sul travestitismo. Quando il film fu concluso e venne giudicato troppo corto e non in tema con quanto era stato commissionato, Wood vi mise dentro alcune scene extra sul cambio di sesso. La produzione poi aggiunse alcune scene softcore totalmente avulse dal contesto, una con alcuni momenti bondage, montandole con alcuni spezzoni di Wood e Lugosi. Il film venne distribuito nelle sale solo perché alcune copie erano già state vendute prima che la pellicola fosse realizzata. Wood convinse Bela Lugosi, vecchia star ormai quasi dimenticata, impoverita e tossicodipendente, ad apparire nel film. Lo stesso Ed Wood interpretò la parte del protagonista Glen/Glenda, ma sotto lo pseudonimo di Daniel Davis. La sua fidanzata, Dolores Fuller, interpretava il ruolo della fidanzata di Glen. La Fuller non era al corrente, all’epoca, che Wood si travestisse: la natura del film non le venne completamente spiegata, e Wood solo raramente girò scene in cui era vestito da donna quando anch’ella era sul set. Solo alla proiezione finale del film finito le venne rivelata la verità, e la Fuller dichiarò di essere uscita profondamente umiliata dall’esperienza. Questo fu l’unico film diretto da Ed Wood in cui egli non figura anche come produttore. (da Wikipedia)

Condividi

2 commenti

  1. Li ho praticamente tutti i films di Ed Wood. Glenn or Glenda e’ un’opera da manicomio. Non si puo’ non amare la follia, l’estro sconclusionato del regista. Un personaggio quello di Wood che ho imparato ad apprezzare molto anche grazie all’ interpretazione di un bravissimo Johnny Deep nel film che rende omaggio al Re dei Zeta Movie diretto da Tim Burton. Consigliato per chi crede che la creativita’banche quella da pattumiera non abbia confini.

Commenta


trailer: Glen or Glenda

https://youtube.com/watch?v=wuYp0m7BFfc%3Ffs%3D1%26hl%3Dit_IT

Varie

Nel trailer cinematografico, incluso nelle versioni del film su laserdisc e DVD, la scena finale, in cui Dolores Fuller consegna a Wood il suo pullover rosa, è diversa da quella presente nel film originale: nel trailer, la donna lo lancia a Wood con rabbia, mentre nella versione uscita nelle sale glielo consegna in modo più accondiscendente. Inoltre c’è una scena in cui Wood travestito pronuncia la parola “Cut!”.
Bela Lugosi interpreta il ruolo dello Scienziato, personaggio la cui funzione non è chiara. Si comporta come una specie di divinità onnisciente (forse una personificazione del Fato), ma non fornisce alcuna informazione rilevante per la trama. La funzione di narratore viene infatti assolta da Timothy Farrell. Lo Scienziato appare circondato da oggetti usciti da film horror come teschi e provette da laboratorio, ed esorta gli spettatori a “stare attenti al grande drago verde che siede di fronte alla loro porta di casa”. A rendere la scena ancor più strana è il forte accento ungherese di Lugosi, il quale pronuncia “Beware!” come “Bevare!”.
A un certo punto, sequenze d’archivio di una mandria di bisonti alla carica si sovrappongono al volto dello Scienziato, apparentemente per nessuna ragione comprensibile, mentre questi lancia un messaggio criptico: “Pull the string!” (letteralmente: Tira i fili!). Questo messaggio potrebbe essere un riferimento alla decisione del protagonista di prendere in mano le redini della propria vita, ma non è confermato. Vi sono inoltre varie lunghe sequenze di un sogno surreale in cui Glen viene tormentato da un personaggio dall’aspetto di diavolo. (da Wikipedia)

Effettua il login o registrati

Per poter completare l'azione devi essere un utente registrato.