George Michael: A Different Story

George Michael: A Different Story
Esprimi il tuo giudizio
Aggiungi ai preferiti
  • Tendenza LGBT GGG
  • Media voti utenti
    • (3 voti)
  • Critica

Cast

George Michael: A Different Story

George Michael parla sinceramente di se stesso, della sua vita e della sua carriera in questo interessante documentario. Ci racconta dei suoi alti e bassi, dai suoi modesti inizi nello Hertfordshire, fino alla fama raggiunta con i Wham!, proseguita poi con la superstellare carriera solista, interrotta dalle battaglie legali con la sua casa discografica e dallo scellerato incidente ai bagni pubblici. Riuniti in un’intervista davanti alla videiocamera per la prima volta in 22 anni, Michael e il suo partner dei Wham!, Andrew Ridgeley, discutono insieme del loro lavoro e del concerto d’addio della band. Michael prosegue poi raccontandoci del suo successo solista fino a diventare un’icona pop con gli hit “Faith”, “Listen Withaout Prejudice”, “Older” e “Patience”. Catapultato al vertice dello star system, George ci racconta gli effetti di tutta questa celebrità sulla sua vita e sulle difficoltà a trovare un nuovo equilibrio personale. Ci parla apertamente e francamente del suo amante brasiliano, Anselmo, e della fine tragica di questa storia con la morte per Aids di Anselmo. Uno dei momenti più toccanti e per lui terribili fu la partecipazione al concerto tributo per Freddie Mercury proprio mentre Anselmo stava morendo. Vengono anche presentati immagini di repertorio e interviste che comprendono Elton John, Mariah Carey, Sting e Boy George, contribuendo a creare un affresco intimo e intrigante del personaggio Michael.

Condividi

5 commenti

  1. Per chi ama George Michael, and I do, questo è un documentario imperdibile, non ci si può non commuovere di fronte una storia come la sua. Grande George, continua cosi, almeno you Did your way… George l’unico cantante che sia riuscito a cantare una canzone di Freddy superandolo come performance (Somebody to love), e guardando questo Doc. forse si capisce anche il perché. Imperdibili Faith e Brother can you spare a dime.

  2. GEORGE MICHAEL SEI IL PIU’ GRANDE. SEI IL CANTANTE MIGLIORE CHE CI SIA.NON TRAMONTERAI MAI E SARAI SEMPRE IL MIO IDOLO.TI VORREI TANTO CONOSCERE MA SO CHE E’ IMPOSSIBILE.SAREBBE IL MIO SOGNO.

Commenta


Effettua il login o registrati

Per poter completare l'azione devi essere un utente registrato.