For a lost soldier

For a lost soldier
Esprimi il tuo giudizio
Aggiungi ai preferiti
  • Tendenza LGBT GGGG
  • Eros
  • Media voti utenti
    • (147 voti)
  • Critica

Cast

For a lost soldier

Per il tema che affronta questo film è molto coraggioso.Viene raccontata, con una serie di flashback, la prima storia d’amore di un ragazzo tredicenne. Mostrandoci questa storia con gli occhi del ragazzo noi apprendiamo quanto essa sia per lui una esperienza meravigliosa e liberatoria. Il film non vuole andare incontro né rassicurare coloro che griderebbero ansiosi contro l’abuso di bambini, né a quelli che in buona fede dicono che tutti i ragazzi di quell’età desiderano persone mature. É un film molto personale che rappresenta con incredibile cura l’epoca e l’ambientazione della coinvolgente storia. Un film da non guardare pensando alla pedofilia ma focalizzando l’attenzione sulla scoperta dell’amore omosessuale in un adolescente gay alla sua prima esperenza (tutti noi vorremmo avere vissuto una storia come questa!).

Condividi

31 commenti

  1. [Segue] Per quanto riguarda il visino… quell’uomo ha fatto la guerra! un po’ di debolezza al fascino dell’innocenza, dopo quanto avrà visto, la si può anche capire?
    In effetti penso sia semplicistico parlare del facile gioco di seduzione di un soldato vittorioso verso i liberati. Bisogna considerare che anche i civili avevano un notevole fascino nei confronti dei soldati, rappresentavano il ritorno alla pace, alla tranquillità, qualcosa che certo avevano agognato molto durante la guerra. Su questo quindi le “armi” mi sembrano abbastanza pari. Sul piano emotivo.
    E, come dicevo, il fatto che il protagonista bambino avesse già interessi sessuali, omosessuali, da prima, e il fatto che dopo il sesso non sia sembrato neanche un po’ ferito o desideroso di allontanarsi, ma che anzi, finalmente sembra aver trovato il coraggio di ricercare per primo il contatto fisico con il tipo (le dita che giocano sulla sua spalla nuda), mi fanno tornare la tranquillità anche sul piano sessuale.

  2. [Segue] Non è facile rispondere. Il fatto che il protagonista fosse già omosessuale fa supporre che il plagio, almeno da quel punto di vista, non ci sia stato. E che al ragazzino gli piacesse uno più grande mi pare normale. Non perché penso che a tutti i giovani piacciano i più grandi, ma perché ad un ragazzino possono piacere tutti a prescindere dall’età.
    Ma che l’amore non ha età invece non è vero al contrario. infatti una persona più grande dovrebbe avere la consapevolezza di astenersi da situazioni in cui la propria maggiore esperienza costituisce un eccessivo vantaggio nel rigirarsi a piacer proprio l’altra persona.
    I dubbi me li fanno venire i momenti in cui il giovane sembra voler distogliere il soldato dal contatto mostrandogli ora una cosa ora un’altra, come a cercare scuse per allontanarlo, finché non riesce più a dir di no. Ma potrebbero ben essere solo normale ansia e in effetti le reazioni positive del piccolo potrebbero appoggiare questa visione più ottimista.

  3. [Segue] Il film sembra dare per scontato che il problema età sia irrilevante. Del resto tredici anni sono solo un anno in meno della nostra età del consenso, in spagna sarebbe addirittura legale una storia del genere. E in quella vita lì, probabilmente si maturava prima. Non so quanto questo sia realistico… Certo la guerra abbatte molti taboo, quando l’unica cosa importante sembra l’essere ancora vivi. E questo è forse uno dei motivi per cui quel momento storico è così ricco di fascino romantico.
    Ma al contrario dei personaggi, a noi legittimamente qualche domanda viene da porcela. E allora dirò anche io la mia.
    Io penso che il vero problema sia se il soldato si sia approfittato dell’ingenuità del protagonista o meno. Non tanto l’età anagrafica, mero dato giuridico, quanto la maturità del ragazzino, ossia la capacità di gestire il rapporto senza farsi prevaricare, irretire, plagiare.

  4. Bel film, un giovanissimo attore protagonista davvero notevole, una regia delicata, un po’ lenta forse, specialmente all’inizio, ma magistrale nel descrivere l’atmosfera sospesa che doveva regnare all’epoca, in quella bolla dell’attesa della fine della guerra e il riinizio della vita.
    E poi c’è l’altra questione: il visino del protagonista.
    La cosa inaspettata di questo film è che non parla affatto del tema pedofilia. L’argomento, tanto scabroso, è implicito nel volto infantile dell’attore, ma in realtà il tema non è affatto trattato nel film: né i protagonisti, né nessun altro dei personaggi, né la regia vi fanno il benché minimo accenno. E’ solo uno storia d’amore.

  5. certo film molto bello nn c’è che dire! ma…devo ammettere che all’inizio m’era parso proprio un pedofilo sto soldato eh! cmq peccato che la storia nn sia andata a lieto fine xke sarebbe stato sicuramente bello…la vicenda tra i due è tenerissima e adorabile il modo in cui Walt si prende a cuore il ragazzo…avrà tra i 18 e i 20 no?^^

  6. Non so se sia disponibile il dvd in italiano o coi sub italiani, comunque mi sono preso la briga di tradurli i sottotitoli in italiano e renderli disponibili insieme al film in rete.
    Come questo ho fatto anche altri films del genere rari

  7. luigi43

    Voor een verloren soldaat,tra gli Arancioni è un vero e proprio inno alla pedofilia.Ma è cosi’ ben fatto e prende così a cuore i sentimenti del Fanciullo da essere quasi una poesia.Da vedere con ….un adulto.

  8. il film non m’è piaciuto granchè. dai commenti che avevo letto pensavo di guardare un film che trattasse un tema delicato in modo delicato(come per esempio viene trattato ne “la morte a Venezia”). non è così: il film parla semplicemente di un pedofilo che adesca un bambino e alla fine se lo porta a letto, conquistando la sua fiducia attraverso barrette di cioccolata e guide varie. il soldato si comporta esattamente come gli altri suoi compagni si comportano con le ragazze: usa il ragazzino e poi lo abbandona. certo, con la differenza che il ragazzino ha 13 anni,il che fa’ di lui un pedofilo. non capisco proprio la “tenerezza” che alcuni trovano in questo film. mah

  9. Non condivido interamente le opinioni qui riportate. Trovo irritante la trama di questo film e l’argomento di cui tratta. Il vero amore verso il ragazzino non è quello del suo amico soldato che lo irretisce con qualche stecca di cioccolato (yankee style)per poi abbandonarlo senza un saluto, ma quello della coppia che lo ha ospitato amorevolmente e senza fini reconditi.

  10. scritto da tenerello91:
    “altro che pedofilia.. è una vera storia d’amore”

    Noooo non ha proprio niente a che fare con la pedofilia!! Si tratta solo di una storia d’amore tra un adulto e un moccioso.. ma non è pedofilia eh!!
    Comunque cosa insinui? Che non può esserci amore se c’è pedofilia? Un pedofilo non può amare??

  11. tenerello91

    il film più bello che abbia mai visto! una storia d’amore che avrei voluto vivere pure io! altro che pedofilia.. è una vera storia d’amore… bellissimo.. mi ha fatto piangere un casino.. ma perchè i film più belli non finiscono mai bene? vabbè… cmq bellissimo.. dovrebbero vederlo tutti…

  12. Bel film, tenero e attento a non sforare nella presunta “pedofilia” che qualche malpensante potrebbe trovare. Anch’io ho vissuto da 13enne un amore per una persona più grande e so cosa vuol dire. Per chi a quell’età ne è consapevole ma non riesce a difendere il suo sentimento, questo film ne esprime il concetto.

  13. Ragazzo15enne

    Ieri sera(ho meglio ieri notte) ho guardato questo film…
    è bellissimo!!!!Lo trovo molto romantico e soprattutto intenso…
    non sempre possiamo parlare di pedofilia , questo ragazzo ha trovato la forza di amare e questa per lui è la sua libertà….So anche che forse è ispirato ad una storia realmente accaduta e questo mi fa davvero sognare..assolutamente da guardare ,sul mulo lo trovate con sott in ita ….
    Io ho 15 anni e non ho mai vissuto nulla del genere..l’amore va aldilà della lingua dell’età e di qualsiasi altra cosa…

  14. Bellissimo.é uno di quei film che vedendolo non sembra realizzato con la telecamera ma semplicemente con gli occhi di qualcuno.Non volevo assolutamente che finisse(lo so è stupido!!!) xkè mi aveva proprio rapito.Da vedere PER FORZA!

  15. segnalo che il film è trovabile in un “certo” programma (che non posso nominare, credo) con sottotitoli italiani.. e nel caso non si trovi altrove non può nemmeno considerarsi illegale scaricuzzarlo! 🙂 A me è piaciuto, il film si vede attraverso gli occhi del bambino e il ricordo che lascia sembra un ricordo d’infanzia!

  16. Film molto bello e l’argomento è trattata molto molto molto bene assolutamente non volgare.
    Mi spiace che questo genere di film non siano distribuiti in Italia, sarebbe uno scandolo (che ipocrisia !!!) forse chi decide pensa che non siamo maturi per vedere questo genere di film ????

  17. non ho capito se è quello che vidi anni fa su gaytv, ma a quanto pare se è lui è semplicemente sensazionale, delicato e per nulla volgare, tenero dolce e innocente… come ognuno di noi a 13 anni… altro che filmini del cazzo premiati ad hollywood. Il problema è che qst film tratta di una tematica che tante persone preferiscono evitare.

  18. Un film veramente unico ne suo genere!! imperdibile!!
    Il bambino è veramente un attore geniale e il tema trattato è unico.
    A molti potrebbero dar fastidio alcune scene che però non sono assolutamente nè volgari nè spinte.

  19. ciao-vita

    il film esiste in DVD, la qualità nn è il massimo. Lo si trova su AMAZON.COM (regione:USA-CANADA) ma forse c’è una versione europea su AMAZON.DE
    Il film è molto toccante. Va visuuto fotogramma per fotogramma immedesimandosi in entrambi i protagonisti. Narra senza ipocrisie una storia d’amicizia e amore. Ricco di sfumature, talmente ben sottili e precise, che fanno capire che si tratta di una storia realmente vissuta. E’ magico il momento in cui il ragazzo deve fare un tema sulla liberazione….. e lui da un significato tutto particolare e personale…. da vadere

Commenta


Effettua il login o registrati

Per poter completare l'azione devi essere un utente registrato.