Il Fiume

Il Fiume
Esprimi il tuo giudizio
Aggiungi ai preferiti
  • Tendenza LGBT GG
  • Eros
  • Media voti utenti
    • (53 voti)
  • Critica
Varie

Cast

Il Fiume

Il giovane Hsiao (Li) dopo aver fatto da comparsa in un film nella parte di un cadavere che galleggia nel fiume,contrae un forte dolore al collo (simbolo del dolore interiore). I genitori, che già non parlano con lui (né tra di loro), non sanno come reagire. E l’unico memento di vicinanza sarà quando padre e figlio si incontreranno in una sauna gay, senza riconoscersi fino alla fine. Il regista di “Vive l’amour” prosegue il suo discorso sull’incomunicabilità e la solitudine.

Condividi

Un commento

  1. daniele

    Capolavoro!!!! Un pugno allo stomaco. Un lancinante dolore fisico al collo che diventa metafora di un malessere esistenziale fatto di solitudine e incomunicabilità. Un vero e proprio elogio della lentezza. Lee Kang-Sheng si conferma uno degli attori orientali più talentuosi e Tsai Ming Liang uno dei registi più geniali!!!!

Commenta


Varie

A Taipei, il giovane Xiao-kang vive a casa con i genitori, ma tra loro non c’è quasi dialogo. La madre fa l’ascensorista in un ristorante ed ha una stanca relazione con un trafficante di videocassette porno, il padre, pensionato, frequenta di tanto in tanto le saune gay della città. Un giorno Xiao-kang accetta l’invito di un’amica e fa in un film una particina che lo vede nel ruolo di un cadavere galleggiante in un fiume. Il giorno dopo il ragazzo accusa dolore al collo e alle spalle. Il dolore diventa sempre più acuto, e a turno i genitori cercano di curarlo con il massaggio, l’agopuntura, l’esorcismo spirituale. Il dolore rimane, Xiao-kang viene ricoverato in ospedale e, di fronte all’inefficacia delle cure, pensa al suicidio. Il padre viene a sapere di un santone guaritore in una città vicina e decide di portarci il figlio. Mentre aspettano di essere ricevuti, il genitore va in una vicina sauna gay, dove si reca anche il figlio e, nel buio di una stanza, i due si incontrano a loro insaputa. La mattina dopo, il padre invita il figlio a prepararsi per fare ritorno a casa. Xiao-kang si affaccia alla finestra dell’albergo e guarda in alto il cielo.

Effettua il login o registrati

Per poter completare l'azione devi essere un utente registrato.