La Fidanzata di papà

La Fidanzata di papà
Esprimi il tuo giudizio
Aggiungi ai preferiti
  • Tendenza LGBT Q
  • Media voti utenti
    • (7 voti)
  • Critica
Guarda il trailer Varie

Cast

La Fidanzata di papà

Come ha descritto e motivato Paolo Mereghetti nella sua recensione sul Corriere, quest’opera può definirsi tutto fuorchè un film. E’ un susseguirsi di gag, di siparietti, di cabaret, di brevi esibizioni, ecc. Se dovessimo spiegare come può un’opera siffatta arrivare al vertice degli incassi nel weekend della sua prima uscita nei cinema, dovremmo riconoscere che oggi molta gente va al cinema non per vedere un film ma per continuare a “divertirsi” nel modo in cui molti spettacoli e televisione l’hanno abituata. Qui nemmeno le due idee principali del film, la sorpresa del bebè e il travestimento della segretaria Maria, riescono a comunicarci qualcosa. Biagio Izzo, ormai specializzato in travestimenti, è bravissimo nella parte di Maria (vedi la scena in cui richiama Marilyn Monroe), ma anch’esso alla fine cade su battute omofobe e volgari. Per non parlare delle stereotipate macchiette gay di alcuni inservienti, che per fortuna ormai non fanno più ridere nessuno.

Visualizza contenuti correlati

Condividi

2 commenti

Commenta


trailer: La Fidanzata di papà

https://youtube.com/watch?v=WO6nLOOtqbg%26hl%3Dit%26fs%3D1

Varie

Massimo (Massimo Boldi) è un vedovo un pò stralunato, titolare di un albergo a Cortina, il cui figlio sta per avere un bambino dalla figlia di Angela (Simona Ventura) grintosa proprietaria di una catena di ristoranti tra Miami, Los Angeles e New York. I due consuoceri si conoscono quando i figli, che vivono a Miami, dove gestiscono un ristorante sul mare, decidono di non tornare in Italia per la nascita del bimbo. I rispettivi genitori li raggiungono proprio mentre tra i due giovani scoppia anche una crisi sentimentale. Attorno a loro ruota tutta una serie di personaggi tra fratelli, cognati, l’ex marito di Angela (Nino Frassica), la sua segretaria, che è in realtà è un uomo (Biagio Izzo), costretto al travestimento per non perdere il posto e due improbabili poliziotti americani (Max Cavallari Bruno Arena). (Imdb)

Effettua il login o registrati

Per poter completare l'azione devi essere un utente registrato.