A Festa da Menina Morta

A Festa da Menina Morta
Esprimi il tuo giudizio
Aggiungi ai preferiti
  • Tendenza LGBT GG
  • Media voti utenti
    • (1 voti)
  • Critica
Guarda il trailer

Cast

A Festa da Menina Morta

Una piccola comunità Brasiliana celebra il culto per la Menina Morta (la Ragazza Morta), una giovane donna scomparsa il cui vestito è stato riportato da un cane, stracciato e insanguinato, fra le mani di un ragazzo, da allora chiamato Santinho (Santo). Il film narra i preparativi per la la Festa della Ragazza Morta, che si celebra da 20 anni. Tutti i personaggi ruotano intorno alla lunatica figura di Santinho, giovane dalla sessualità ambigua, orfano di padre e amante del padre. L’unico che sembra non volersi far coinvolgere dalla festa è Tadeu, il fratello della ragazza scomparsa. A scombussolare maggiormente le cose ci penserà un arrivo inaspettato e sorprendente. Ciò che colpisce di più del film, a parte i colori e la musicalità del Brasile, è la sincera devozione che gli abitanti riservano a Santinho, che si sente davvero santo. Gli amici e parenti del ragazzo non solo non ricevono alcun aiuto da parte sua, ma sopportano anche continue ed aspre critiche. Santinho dal canto suo crede davvero di essere investito di un potere divino e dispensa benedizioni, consigli e rivelazioni che la Ragazza Morta manifesta attraverso lui durante la cerimonia. In questo senso “A Festa da Menina Morta” può essere visto come una denuncia contro il sistema religioso. Infatti mette in luce gli scandali non dichiarati che vi succedono, dall’incesto all’omosessualità, a fronte di una credulità cieca da parte dei fedeli. Una mentalità e uno stile di vita agli antipodi rispetto al nostro, quasi difficile da concepire. (Gaia Borghesi)

Condividi

Commenta


trailer: A Festa da Menina Morta

https://youtube.com/watch?v=74hgxdX-jhw%26hl%3Dit%26fs%3D1

Effettua il login o registrati

Per poter completare l'azione devi essere un utente registrato.