The Falls

The Falls
Esprimi il tuo giudizio
Aggiungi ai preferiti
  • Tendenza LGBT GGG
  • Media voti utenti
    • (10 voti)
  • Critica
Guarda il trailer Varie

Cast

The Falls

Il film ci racconta la storia di due giovani missionari che si ritrovano innamorati mentre stanno compiendo la loro prima missione. Il problema è che RJ e Chris sono due Mormoni, cresciuti ed educati in questa Chiesa assai particolare. Da ragazzi hanno seguito l’Eagle Scout e conosciuto molte ragazze. Nella loro comunità sono diventati un esempio al mondo di come possa essere salutare e benedetto essere dei giovani Mormoni. Adesso stanno per diventare adulti e vengono messi alla prova con il loro primo impegno missionario, una specie di rito di passaggio. Vengono quindi mandati in una piccola città dell’Oregon dove devono portare la parola di Joseph Smith, fondatore e scrittore del Libro dei Mormoni. Capelli corti, vestiti con le loro camicie bianche, cravatta e abito completo, girano in bicicletta fermandosi per bussare alle porte in cerca di proseliti. Durante questa missione, abitano insieme in una piccola stanza, insieme si alzano e addormentano, si confrontano e conoscono sempre meglio, si aiutano vicendevolmente e … sono costretti ad affrontare anche i loro piccoli e grandi segreti. Tra questi c’è un forte sentimento che li unisce sempre più e che metterà a rischio la loro appartenza alla comunità che è per entrambi una ragione di vita, la loro stessa essenza. Fede, comunità, famiglia e soprattutto la fedeltà a se stessi sono i temi che questo interessante film affronta con impegno e delicatezza. Il regista ha detto di avere scritto la sceneggiatura del film pensando alla sua adolescenza, quella di un ragazzo cresciuto come parte integrante della comunità di una piccola e chiusa cittadina sentendosi allo stesso tempo molto diverso.

Condividi

4 commenti

  1. De La Croix

    Ho trovato questo film più di mio gusto rispetto a Latter Days, anche un po’ più maturo.
    Un film in cui molto viene messo sul piatto proprio dai personaggi che gravitano attorno ai protagonisti (come il veterano di guerra, ad esempio).
    La fine è alquanto prevedibile; di rado quando c’è la religione di mezzo si arriva ad un lieto fine.

  2. Vorrei parlare del sequel di The Falls “The Falls -Testament Of Love” , non ancora recensito su Cinemagay. Il film precedente , piuttosto amaro , era incentrato sull’impossibilità d’essere gay nella comunità Mormone e raccontava della forzata separazione dei due protagonisti innamorati ma fedeli seguaci della loro religione , rinunciando quindi a quell’Happy End quasi obbligatorio nelle commedie romantiche americane.
    Qui siamo cinque anni dopo e il regista Garcia ci racconta come sono cresciuti i due protagonisti. Strade completamente diverse , un certo appagamento nei loro nuovi legami. Ma reincontrandosi rimpianto e amarezza si fanno strada , una sorda inquietudine verso le istituzioni che hanno reso impossibile il loro amore mina le loro certezze. Il tutto è esposto con la stessa dolceamara lucidità del primo film e come in questo i due ragazzi sono ritratti con affetto e fuori dai soliti schemi delle commedie americane. Non capolavori ma ambedue romantici film di piacevole visione. Voto 7

  3. thediamondwink

    Personalmente non sopporto nessun genere di fanatismo (religioso, politico, musicale, etc), trovo che sia vincolante, intrappola le menti, deformando la realtà dettata da altri uomini. Detto questo, il film è un ennesimo lungometraggio già visto, la solita storia trita e ritrita, in questo caso eccessivamente patinata, e, a mio parere, addirittura noiosa.

  4. Dopo “Latter Days” The Falls riprende il tema dell’amore gay tra i seguaci della chiesa Mormone ma questa volta ambedue i protagonisti sono Mormoni e tutti e due sono missionari. Tutto il contorno melò e hoolywoodiano del primo qui sparisce e l’attenzione del regista Garcia è focalizzata sull’impossibilità di esistenza dell’amore gay all’interno della chiesa Mormone ( ovviamente non la sola come noi tutti ben sappiamo). C’è molta dolcezza nel tratteggio dei due protagonisti e humor e sarcasmo nei commenti degli intervistati dai ragazzi. Il cameo del veterano che si fa le canne e che si dimostra pieno di saggezza e tolleranza è particolarmente divertente. Film interessante e non scontato. Ah le religioni , oppio dei popoli…Voto 7

Commenta


trailer: The Falls

Varie

NOTE DEL REGISTA E PRODUTTORE JON GARCIA:

The Falls is a compelling coming of age story of two Mormon youths discovering the truth of themselves, their families, Mormon Heritage and their humanness.       Through their struggles and moments of enlightenment, we are reminded of life’s many rites of passage and how with truth and in the course of time— love and happiness will prevail. In my travels from Texas to the West Coast of the United States, I had time to work on a script dealing with being raised and being an integral part of a small closed minded town and at the same time being different.  Along the way a close friend from Idaho told me of his story, which fascinated me.  His story was so similar to what I was writing but so foreign to me as I had very little if any knowledge of the Mormon Religion, their rituals and some of the difficulties for their youth who want something different from life and to break away and live honestly. By filming The Falls, I learned that my friends story was not so unique, just never spoken about in Mormon circles.  It came to my attention that by being so honest, one is threatened to be cast out from one’s community and family without a second thought.  I realized that this is what happens subtly in many communities in our world and I felt that the blatant and obvious rejection by the Mormon Culture would strike a chord with many individuals who not only come from small towns, but are raised and brainwashed by many of society’s, organizations, governments and even institutions of higher learning. Directing and producing The Falls has been an eye opening and heartwarming reminder of the power of the human spirit within each of us to overcome society’s obstacles. The crew, cast and many friends who worked on this film with me, were constantly amazed as to how well we could relate to many aspects of this story.  We hope you enjoy it as well.
(Jon Garcia)

Effettua il login o registrati

Per poter completare l'azione devi essere un utente registrato.