Eternal Summer

Eternal Summer
Esprimi il tuo giudizio
Aggiungi ai preferiti
  • Tendenza LGBT GGG
  • Media voti utenti
    • (91 voti)
  • Critica

Cast

Eternal Summer

Questo film vorrebbe essere la risposta orientale al nostro Brokeback Mountain e sta riscuotendo un notevole successo in quei paesi, non ultime le quattro nomination ottenute agli Oscar di Taipei. La scena iniziale del film ci presenta tre giovani leggermente ammaccati, Jonathan, Carrie e Shane che si confortano seduti a un banco della scuola. La voce fuori campo di Jonathan, ci riporta indietro nel tempo in una cittadina sul mare nel sud di Taiwan. Jonathan, uno scolaro diligente ed educato sta chiedendo al suo maestro di incaricarlo come “guardian angel” per l’irrequieto e ribelle Shane, che si caccia sempre nei pasticci. Inizia così tra i due ragazzi una vicinanza che diventa presto una vera amicizia anche fuori dai doveri scolastici. Il flashback si sposta poi dieci anni avanti e i due ragazzi, ora adolescenti, sono sempre molto amici. Jonathan è ancora il più serio e studioso dei due, ma Shane ha imparato ad indirizzare la sua aggressività nel gioco del basket. Arriva però, da Hong Kong, Carrie, una ragazza nativa di Taiwan dall’umore irritabile, che prende subito in simpatia Jonathan e lo convince ad accompagnarla in un viaggio clandestino di un giorno a Taipei. Qui lo convince ad andare in un hotel dell’amore dove, per indurlo a consumare un rapporto, apre la tv su un canale porno. Sottomesso, Jonathan cerca di dare a Carrie quello che vuole ma si tira indietro dopo poche carezze. Tornati a scuola, Carrie osserva come l’amicizia di Jonathan e Shane sia molto intima e ne deduce che il suo desiderato Jonathan sia gay e innamorato di Shane. Non dice niente di questo a Jonathan ma gli fa presente come Shane sia un ragazzo rozzo e maleducato. Nel frattempo Shane s’innamora di Carrie, la quale però reagisce male alle sue profferte causando infantili e dure reazioni in Shane, tipiche del suo carattere energico. Shane riesce però a carpire a Carrie la promessa che se riuscirà ad andare all’università lei diventerà la sua ragazza. Shane, grazie anche alle sue abilità sportive viene promosso mentre Jonathan, in preda ai problemi e alle paure causati dalla sua identità sessuale, viene bocciato. Carrie, per non guastare l’amicizia che li lega, tiene nascosta a Jonathan la sua, appena nata, relazione con Shane… Un film che focalizza molto bene e con notevole autenticità le problematiche adolescenziali e la sensibilità e melanconia dei giovani personaggi.

Condividi

3 commenti

  1. Meraviglioso. Tutti noi abbiamo dentro un’estate eterna: struggimento, paure, pelle sudata e attimi in cui chiudere gli occhi e assaggiare briciole di eternità. Gli occhi chiusi di Jonathan trasportato da Shane non sono tanto distanti da – e comunque precedeno – gli occhi di Emma Watson in “noi siamo infinito”. Questo film fa lo stesso lavoro di “The perks..”, ma rimane più alla superficie dei ricordi, occupandosi meno di presentare l’aspetto da romanzo di formazione, ma non per questo di valore inferiore. Lo consiglio a tutti, specialmente a quelli che non hanno paura delle estati eterne.

  2. Il film rispetta tutti i canoni del melodramma, per come si configura nella cinematografia d’estremo oriente. A tratti dunque può suonare, allo spettatore europeo, un po’ melenso. Però la storia è di quelle sicuramente intriganti, le dinamiche fra i due amici, e la terza “incomoda”, sono sviluppate in maniera credibile e con un certa dose di sensibilità. Fotografia elegantemente patinata.

Commenta


Effettua il login o registrati

Per poter completare l'azione devi essere un utente registrato.