Esteros

Esteros
Esprimi il tuo giudizio
Aggiungi ai preferiti
  • Tendenza LGBT GGG
  • Eros
  • Media voti utenti
    • (2 voti)
  • Critica
Guarda il trailer

Cast

Esteros

Vincitore del premio speciale della giuria e del premio del pubblico al Gramado Film Festival 2016 e programmato come evento centrale all’Outfest 2016, un film su una storia d’amore gay iniziata nell’infanzia ma repressa poi per molti anni. Matías (Ignacio Rogers) e Jerome (Estéban Masturini) si conoscono da quando sono piccoli, ma la loro amicizia diventa qualcosa di molto intimo durante la vacanze che precedono l’inizio delle scuole superiori. Il padre di Matias è però costretto ad accettare un lavoro molto lontano e deve quindi spostarsi con tutta la famiglia. Matias, ora lontano da Jerome, si lascia influenzare dalla forte omofobia paterna e rinnega la propria inclinazione sessuale. Jerome invece, rimasto nel paese natale, (Paso de los Libres in Argentina), ha invece accettato la sua sessualità che vive serenamente. Dieci anni dopo Matias ritorna con la sua donna nella vecchia casa dell’infanzia e, inaspettatamente reincontra Jerome. Dai loro sguardi comprendiamo subito che è ancora fortissima l’attrazione reciproca. Quando i due uomini restano soli nella vecchia casa di campagna, complice la pioggia, i vestiti bagnati, il bisogno di spogliarsi, e un desiderio mai sepolto, succede quello che doveva succedere.
Un film sexy e sincero, diviso equamente tra il momento attuale ed i flashback dell’infanzia, basato sulla storia autobiografica del regista, qui al suo esordio nel lungometraggio (prima aveva girato un corto sulla stessa storia), forse un po’ prevedibile, ma comunque accattivante, anche per l’ottimo impegno dei protagonisti, la cui selezione, racconta il regista, non è stata semplice: “Per i due protagonisti adulti, che non dovevano essere degli stereotipi, abbiamo scelto Esteban Masturini dopo l’ottima prova nella scena che mostra il risveglio dopo la notte d’amore, mentre per i due giovani è stato più complicato. Anzitutto volevamo che fossero originari del posto dove si svolge la storia, cioè ragazzi in sintonia con la natura che li circonda, poi non abbiamo detto loro che si trattava di una storia d’amore gay, perché non volevamo inibirli, ma quando abbiamo spiegato la storia ai loro genitori, alcuni di loro hanno ritirato il figlio dal progetto.”.

synopsis

Matias and Jeronimo know each other since childhood. Their friendship takes a new turn during the holiday before starting high school when they both experience their sexual awakening. Matias’s father breaks up their relationship by accepting a job very far away. Family’s contempt against homosexuality brings Matias to deny his friend and himself. More than ten years later, Matias returns to his old town for carnival with his girlfriend. He unexpectedly runs into Jeronimo. Feelings will slowly reappear and will reach a climax, but at what price?

Condividi

5 commenti

  1. solokiefer

    Film indipendente sudamericano a bassissimo budget ma davvero piacevole.
    Una storia a due livelli temporali dei due protagonisti (da bambini e ragazzi ormai cresciuti) in una cittadina dell’Argentina nell’estuario sul fiume Uruguay.
    Una trama molto semplice e neppure molto nuova, vale a dire la confusione sessuale che si ha da bambini che prende strade diverse da adulti, però raccontata in modo incantevole e senza pretese.
    Il bellissimo panorama aiuta molto la vicenda, specialmente nei momenti più lenti e silenziosi, ma la forza vera del regista sta nell’aver trovato due attori perfetti nell’identificare i due personaggi assai diversi, il gay dichiarato e l’etero confuso: in ogni azione gli attori diventano davvero Jeronimo e Mathias, con una disinvoltura ammaliatrice.
    Temo non avrà una distribuzione massiccia

    • Su emule…. è l’unico.. (Non è un sito ma un programma dove puoi scaricare di tutto, da film ad album musicali) Ma lo trovi sottotitolato non ricordo se in italiano o in inglese.

Commenta


trailer: Esteros

Effettua il login o registrati

Per poter completare l'azione devi essere un utente registrato.