Equus

Equus
Esprimi il tuo giudizio
Aggiungi ai preferiti
  • Tendenza LGBT G
  • Media voti utenti
    • (0 voti)
  • Critica

Cast

Equus

Un ragazzo (Firth) è in cura da uno psicanalista (Burton) per avere accecato sette cavalli. Il medico riesce a scoprire l’origine della turbe del ragazzo (un complicato rapporto con i cavalli e una sua coetanea) ma non riesce a risolvere la crisi esistenziale e professionale che a poco a poco lo prende. Tratto dall’omonimo testo teatrale di Peter Shaffer (qui anche sceneggiatore), il film ripropone anche i due protagonisti dell’applauditissima edizione teatrale, ma non riesce ad evitare una certa aria di finto e rimane poco coinvolgente (Mereghetti). Il film esplora diverse tematiche: psicanalisi e mitologia, sessualità e repressione; ceti sociali e famiglia, sesso e potere. Il rapporto tra l’analista e il paziente diventa sempre più complesso mentre emergono i motivi della repressione subita dal ragazzo. Il legame che si viene a creare tra i due uomini contiene un miscuglio di omoerotismo e complesso edipico. Il film, inizialmente condannato dalla critica, è diventato con gli anni un cult per gli amanti del genere.

Condividi

Un commento

  1. zonavenerdi

    Ammetto che ho visto questo film solo per vedere l’originale della rappresentazione teatrale che ne ha fatto Daniel Radcliffe. Il film l’ho trovato asfittico e il protagonista poco maturo.

Commenta


Effettua il login o registrati

Per poter completare l'azione devi essere un utente registrato.