Enter the Void

Enter the Void
Esprimi il tuo giudizio
Aggiungi ai preferiti
  • Tendenza LGBT G
  • Media voti utenti
    • (1 voti)
  • Critica
Varie

Cast

Enter the Void

Il ventenne Oscar e la sorella minore Linda sono arrivati da poco a Tokyo. Oscar spaccia droga per mantenersi, mentre la diciottenne Linda lavora come spogliarellista in un nightclub. Una notte Oscar si reca in un locale per concludere un affare, ma gli agenti di polizia lo stanno aspettando per arrestarlo e nella colluttazione che ne segue parte accidentalmente un colpo. Mentre Oscar giace a terra morente viene colto da strane visioni e memorie del passato. Tra queste spiccano la morte dei genitori avvenuta in un incidente d’auto quando lui aveva solo cinque anni e la promessa fatta alla sorella di non abbandonarla mai. Conseguentemente a questa promessa il suo spirito non vuole abbandonare la terra. Inizia così a vagabondare nella città tra visioni ossessionanti sempre più deformate tra passato presente e futuro come in un vortice di allucinazioni. Nel film appare anche Victor (Olly Alexander), un ragazzino gay psicotico e selvaggio.

Condividi

Un commento

Commenta


Varie

CRITICA:

Gaspar Noé sognava da anni il suo «melò psichedelico», peccato però che la psichedelia riguarda (forse) solo l’elenco di droghe snocciolato dal suo protagonista, ragazzino con trauma infantile che a Tokyo spaccia ecstasy e altri invenzioni sintetiche. Nel «lost in traslation» francofono di Noè la capitale del Sol Levante diviene una cartolina al neon di luci rosse, locali di sesso, visioni di un Oshima mal digerito con erotismo banale. (C. Piccino, Il Manifesto – voto 1,5/4))

Effettua il login o registrati

Per poter completare l'azione devi essere un utente registrato.