Electric Indigo

Electric Indigo
Esprimi il tuo giudizio
Aggiungi ai preferiti
  • Tendenza LGBT QQQ
  • Media voti utenti
    • (0 voti)
  • Critica
Guarda il trailer Varie

Cast

Electric Indigo

Uno dei cortometraggi più premiati del 2013. Vediamo una giovane donna, Indigo, che ripercorre tutta la sua esistenza fino all’evento che la porterà ad emanciparsi. Nata da una madre surrogata è allevata da due ragazzi eterosessuali, Rubén, lo spagnolo e Tony, l’americano, che hanno fatto un regolare matrimonio d’amicizia (legalmente permesso). Non ha mai conosciuto sua madre e nella sua vita ha visto solo l’amore non carnale dei suoi due padri. Di conseguenza non è semplice capire chi sei, quale è la tua identità e cosa ti aspetta nella vita. Quando un bel giorno riappare la madre che rivorrebbe sua figlia… Il regista belga Jean-Julien Colette, classe 1978, è un autodidatta che ha già realizzato diversi cortometraggi che hanno partecipato a 400 festival e vinto 90 premi. Questo è il primo lavoro realizzato completamente in autonomia con uno stile molto attento all’estetica e con la camera a mano. I temi che affronta sono i suoi favoriti: la sessualità, le nuove famiglie in una società moderna e pluralistica. Attualmente sta lavorando al suo primo lungometraggio, dove estende il tema e la storia raccontata in questo corto.

Condividi

Commenta


trailer: Electric Indigo

Varie

Indigo, a girl with a rather unusual route, mentally recalls her life from her birth till the event which led her to emancipate. She grew up in a family with two heterosexual fathers, Rubén, the Spaniard, and Tony, the American, united in the bonds of a non-carnal marriage, who had decided to raise their daughter together, born to a surrogate mother. But when she decides to get back Indigo, things get more complicated…

Effettua il login o registrati

Per poter completare l'azione devi essere un utente registrato.