Drifting Flowers

Drifting Flowers
Esprimi il tuo giudizio
Aggiungi ai preferiti
  • Tendenza LGBT LLL
  • Media voti utenti
    • (6 voti)
  • Critica
Varie

Cast

Drifting Flowers

Tre storie di tre donne si incrociano in epoche diverse. May ha otto anni quando scopre il gusto amaro del primo amore vedendo la sorella cieca, Jing, baciare la fisarmonicista della band, Diego. La gelosia della bambina è così forte da obbligare le tre a separarsi. In un altro luogo e tempo, Lily combatte contro l’Alzheimer e i fragili ricordi della giovinezza. Quando il vecchio amico Yen la visita, porta con sé altre cattive notizie: le annuncia di essere sieropositivo e di voler rinunciare alla vita. Infine ritroviamo Diego anni prima di lasciare il suo paese d’origine e di unirsi alla band. Mentre è ancora al liceo, la confusa adolescente si fascia i seni che crescono a prezzo di farsi chiamare “maschiaccio” dalla sua tradizionalista famiglia. Questo film concorre per il premio “Nuovi Sguardi” al Togay 2008 (Togay 2008)

Condividi

3 commenti

Commenta


Varie

“The most professionally made of her three features to date, but with a weakly developed script that doesn’t plumb far beneath the surface, Zero Chou’s “Drifting Flowers” moseys along for 90-odd minutes, seemingly content to speak largely in lesbian cliches. Centered on a group of femmes struggling with that old gay chestnut, “identity,” three-parter looks to bounce into fest dates on the strength of Chou’s niche success with last year’s “Spider Lilies.” But without Asian name leads behaving transgressively onscreen this time, theatrical biz looks far weaker, especially in the East.” (Derek Elley, Variety)

Effettua il login o registrati

Per poter completare l'azione devi essere un utente registrato.