Doom Generation

Doom Generation
Esprimi il tuo giudizio
Aggiungi ai preferiti
  • Tendenza LGBT GG
  • Eros
  • Media voti utenti
    • (74 voti)
  • Critica
Varie

Cast

Doom Generation

…Un oggetto erotico di quarto tipo, insomma. Confermiamo e invogliamo. Certo, le immagini gay (omosessuale) e lesbiche, o a tonalità queer (frocia), spingono sempre molto bene sul tasto dei corpi da tastare. Lo spettatore che ci capita dentro è come messo nella tenda orgonica di Reich, la sex machine, a scegliere il trattamento “duro”, “morbido” o “medio”. Ma Gregg Araki, losangelino del Giappone, un guerrigliero nell’immaginario smorto e addomesticato (prove? i primi Araki “The living end” e “Totally faked up”) ha quella leggerezza e umorismo in più che gli deriva dall’amicizia con Linklater, e da un debole per la “smessa” in scena underground… (R. Silvestri – Il Manifesto)

Condividi

5 commenti

  1. thediamondwink

    Uno splatter movie che sembra sbarcare direttamente dai plastificati anni 80, che è meglio dimenticare perché di sostanza c’è davvero poco … non gli darei nemmeno i 66centesimi!

  2. istintosegreto

    Forse dovrei inserire un doppio commento. Quando vidi il film la prima volta ero alle superiori. Noleggiai la cassetta con un bel divieto ai 18 stampato sopra. Sarà stato quello a farmelo apprezzare tanto da farne una copia. Lo rividi pochi giorni dopo con alcuni compagni di classe, e anche loro ne furono entusiasti. Rivedendolo tanti anni dopo, però, la colonna sonora martellante, l’atmosfera allucinata, le grottesche scene di sesso e violenza non mi hanno fatto molta impressione. Forse con l’età che avanza si apprezzano cose diverse. Rimarrà comunque nella mia mente come il primo film dove ho visto un uomo leccare lo sperma dalla propria mano dopo essersi masturbato. Eccitante. Nemmeno i miei compagni di classe sembrarono disgustati dalla scena…

Commenta


Varie

La diciassettenne Amy Blue e il suo ingenuo ragazzo Jordan White fermano l’automobile per soccorrere il giovane Xavier Red, pesto e sanguinante sul selciato. Insieme sostano quindi presso un Quickiemart per qualche acquisto: appena il commesso dichiara il prezzo (6 dollari e 66) nessuno dei tre si trova in tasca la somma. Inventano scuse per uscire per rimediare il denaro, cioè per allontanarsi senza pagare: alla reazione del commesso, lo sconosciuto Xavier, appena soccorso, roteando un coltellaccio gli mozza la testa. Dopo essere fuggiti, i tre seguitano a uccidere nella maniera più orrida, andandosene poi senza sussulti di coscienza, in una fuga allucinante, unicamente preoccupati di non farsi individuare dai poliziotti. Per il resto trascorrono le giornate fumando, bevendo, accoppiandosi a turno, indifferentemente, o in ammucchiate erotiche frenetiche, fra battute turpi, esibizioni ripugnanti, particolari rivoltanti, trovando per giunta modo di interrogarsi sul senso della vita. Poi nella notte alcuni teppisti assalgono Amy, Xavier e Jordan: questi soccombe dopo essere stato evirato. Ad Amy e Xavier non resta che percorrere con l’automobile una strada senza meta.

Effettua il login o registrati

Per poter completare l'azione devi essere un utente registrato.