Dirty Girl

Dirty Girl
Esprimi il tuo giudizio
Aggiungi ai preferiti
  • Tendenza LGBT GG
  • Media voti utenti
    • (1 voti)
  • Critica
Guarda il trailer Varie

Cast

Dirty Girl

Probabilmente il film che meglio ci racconta l’amicizia tra una ragazza etero ed un ragazzo gay dai tempi di “Will & Grace”. Una curiosa e divertente storia sulla ricerca della propria identità e la forza redentrice di un’amicizia inattesa. Danielle (Juno Temple) è la ragazza più volgare di Norman High School. Quando il cattivo comportamento di Danielle la porta a dover seguire delle lezioni speciali, si allea con un ragazzo innocente Clarke (Jeremy Dozier), omosessuale e continuamente deriso a scuola. Danielle è determinata a raggiungere la California per trovare il padre biologico che non ha mai incontrato, e Clarke è disperato e vuole evitare di essere mandato alla scuola militare dal padre omofobico. Insieme, partono per un viaggio per conoscere l’altro e se stessi, attraverso un amicizia divertente e casuale, iniziata non proprio felicemente con Danielle che dice a Clarke “I don’t want your AIDS on my couch”. Molto bello il senso di libertà che Clarke sperimenta una volta in viaggio con Danielle (la scenetta, in una stazione di benzina, dei complimenti ad uno sconosciuto per i suoi jeans, anche se non ha inizialmente un obiettivo sessuale, porterà a qualcosa di assai più assurdo). Cast di grande impatto con Juno Temple (già ammirata in Kaboom di Gregg Araki), Milla Jovovich, William H. Macy, Dwight Yoakam (il padre omofobo) e l’esordiente grassottello Jeremy Dozier, vera sorpresa del film. In distribuzione negli USA dal 5 agosto 2011.

Condividi

Commenta


trailer: Dirty Girl

Varie

CRITICA:

Though it gets off to an almost disastrously unwatchable start, Dirty Girl ultimately does establish itself as an enjoyable little crowd-pleaser that benefits substantially from the star-making work of its two leads. Juno Temple stars as the title character, Danielle, a promiscuous high schooler who convinces an overweight outcast (Jeremy Dozier’s Clarke) to drive her across the country so she can meet (and hopefully live with) her biological father. There’s little doubt that Dirty Girl improves considerably once Danielle and Clarke head off on that road trip, as the movie is initially a wildly over-the-top piece of work that boasts far too many instances of eye-rolling comedy (ie Clarke’s father, Dwight Yoakam’s Joseph, equates washing his beloved car with a sexual experience). The almost pervasively broad atmosphere often feels at odds with the sporadic emphasis on heartfelt moments, yet, despite its wildly uneven tone, it’s hard to deny that the film does slowly but surely begin to grow on the viewer – with the compelling chemistry between Danielle and Clarke undoubtedly playing a significant role in Dirty Girl’s surprising turnabout. The inclusion of an extremely sentimental (yet admittedly affecting) finale does ensure that the movie concludes on a decidedly positive note, and it ultimately does seem as though viewers who are more predisposed to appreciate the film’s less-than-subtle touches will probably find it easier to overlook its various problems. (ReelFilm.com – voto 2,5/4)

Effettua il login o registrati

Per poter completare l'azione devi essere un utente registrato.