Di giorno, di notte

Di giorno, di notte
Esprimi il tuo giudizio
Aggiungi ai preferiti
  • Tendenza LGBT GGG
  • Media voti utenti
    • (8 voti)
  • Critica
Varie

Cast

Di giorno, di notte

Invitato a cena dal suo superiore (Alexandre), il manager omosessuale Adrien spaccia l’amica Eva per sua moglie: il colpo di fulmine tra il padrone di casa e la donna, proprietaria di una boite gay, innesca una serie di equivoci, di cui fanno le spese anche la moglie di Alexandre e un altro manager velato. Ricalca molti stereotipi gay e mostra qualche originalità nel rapporto pseudo amoroso tra una checca isterica e una donna legata agli ambienti omosessuali. E’ comunque una commedia degli equivoci che rispolvera gli approcci tipo “vizietto” e poco aggiunge alla complessa problematica gay. Qualche accenno alla solitudine del diverso, qualche passo avanti sul discorso dell’integrazione (vedi l’atteggiamento della moglie del banchiere) ma sostanzialmente è solo un divertissement che sfrutta tutta la fauna dell’ambiente discoteca di lusso gay. Il finale forzatamente lieto è poco credibile e fuori dalla realtà. Chiaramente il film non si poneva altri obiettivi e in questa ottica va salutato come un lavoro accettabile e forse politicamente corretto.

Condividi

2 commenti

Commenta


Varie

In un grande istituto bancario parigino, Adrienn e André lavorano con grande serietà e profitto. Impeccabili uomini dìaffari di giorno, di notte sfogano la loro indole di omosessuali soprattutto nel locale per gay gestito da Eva, donna decisa e indipendente. Ad una cena dal banchiere Alexandre, Adrien presenta Eva come sua moglie, ma Alexandre ne rimane colpito, va a cercarla nel suo locale e qui scopre la vera natura di quelli che sono diventati due suoi collaboratori fissi. Intanto Marie, moglie di Alexandre, pensa che il marito sia un gay, Eva si innamora di Alexandre ma poi capisce che lui non può essere l’uomo giusto. Dopo un litigio, lui parte e lei si accorge di essere incinta. Marie nel frattempo ha cercato di avere rapporti con i due omosessuali, senza successo; Adrien convince Eva a non abortire e si offre di essere il padre del figlio. In chiesa, il giorno del battesimo del neonato, tutti si ritrovano con situazioni diverse, confuse, non più identificabili.

Effettua il login o registrati

Per poter completare l'azione devi essere un utente registrato.