Der Spalt

Der Spalt
Esprimi il tuo giudizio
Aggiungi ai preferiti
  • Tendenza LGBT TTT
  • Media voti utenti
    • (0 voti)
  • Critica
Guarda il trailer Varie

Cast

Der Spalt

Alex è una giovane donna transessuale. Alla nascita le è stato assegnato il genere maschile. Ma Alex sa bene come questo sia sbagliato. Nel mondo dove si trova a vivere Alex non esiste. I corpi sono normati, le persone sono incasellate, la società è ipnotizzata. Perfino le sue compagne di scuola lesbiche non la riconoscono. Nel migliore dei casi viene considerata come una decorazione. Il mondo per Alex è una prigione dove si sente completamente sola, per le persone come lei non c’è posto. La gente non può credere a quello che vede coi propri occhi. Siamo in un posto qualunque dove tutto è cementificato. Tutti gli edifici si assomigliano. Alex e la madre disoccupata condividono un piccolo appartamento in un grigio condominio. Un menage femminile. Una storia di donne? Alex inizia a radersi la faccia. E’ arrivato il momento di abbandonare l’edificio e di separarsi. Davanti ad una scuola Alex viene fermata da un fotografo. Il suo nome è Christian Strange. Lui la fotografa e la chiama con dolcezza “la mia bellissima donna”. Forse che adesso tutto possa cambiare, e un sogno diventare realtà? Christian saprà restarle vicino anche quando scoprirà la verità? “Il divario”, traduzione letterale del titolo, ci racconta cosa può succedere in un mondo normato quando le persone vengono associate ad una sessualità sbagliata e devono soffrire per delle idee e delle regole che non le appartengono. Il regista, attivista transgender, qui alla sua opera ha dichiarato: “Non credo che ci siano i ruoli maschili e femminili, ma solo le dipendenze, derivanti dal fatto che le persone hanno determinate aspettative che non hanno sempre a che fare con la persona stessa. Certo, ci sono nozioni di genere stereotipate, ciò che alcuni chiamano “ruolo di genere”. Ma non voglio guardare solo alla sessualità, voglio soprattutto considerare se un uomo è onesto con se stesso, o no… Transessualismo ha molto a che fare con l’accettazione. Purtroppo, ci sono persone che non sono in grado di accettare, ci sono quelli che credono che la loro idea del sesso è universale e credono che si possa oggettivare il sesso. Vorrei anche sostenere che ci sono persone che non sono indipendenti dal sesso e non sono in grado di distinguere la propria idea sulla realtà dalla realtà.” Il film ha vinto un Gold Award al Festival Internazionale “Donne, Questioni sociali, Zero Discrimination” 2015 di Jakarta, in Indonesia.

Condividi

Commenta


trailer: Der Spalt

Varie

Alex is human. Alex was assigned to the male gender at birth. She knows that this assignment was wrong. In a world she’s living, she doesn’t exist. Bodies are normed, people are squared, society hypnotised. The people do not believe what they see with their own eyes. Somewhere in the middle of concrete. All buildings look the same. Alex and her job-seeking mother share a small flat in a gray apartment block. A women’s menage. A women’s menage? Alex starts to shave her face. Both women leave the building and they split up. In front of the school a photographer stops her. His name is Christian Strange. He calls her ‘Beautiful woman’. Will everything become well now?

Effettua il login o registrati

Per poter completare l'azione devi essere un utente registrato.