The Curiosity of Chance

The Curiosity of Chance
Esprimi il tuo giudizio
Aggiungi ai preferiti
  • Tendenza LGBT GGG
  • Media voti utenti
    • (26 voti)
  • Critica
Guarda il trailer Varie

Cast

The Curiosity of Chance

Immaginate di vedere “Bella in rosa” di John Hughes dove Ducky sia la star gay del film. Questa sconclusionata e inverosimile commedia per adolescenti ci racconta le prodezze di un affascinante dandy gay nello stupido mondo delle scuole superiori durante gli anni ’80. Sebbene sia ambientato “da qualche parte in Europa” la Brickland International High School è molto simile a qualsiasi altra scuola secondaria: piena di adolescenti selvaggi in cerca di qualche ragazzo debole da sfottere e deprimere. Il comitato di accoglienza composto dai ragazzi più noti, compresi i bulli sportivi, si prepara a dare il benvenuto a Chance nel suo primo giorno di scuola quando arriva agghindatissimo con cappello e bastone da passeggio. Il suo interesse per la moda e il suo spirito arguto sono tutto quello che possiede per combattere la noia e le minacce omofobiche, in particolare quelle provenienti dall’atleta calciatore Brad Harden, che dichiara finocchi tutti quelli che apprezzano Patrick Swayze. Fortunatamente (e naturalmente?), Chance diventa subito amico di altri due ragazzi emarginati, l’insolente Twayla e l’imbranato Hank, che lo aiutano a superare i vari trabocchetti in uso verso le matricole. Una “fortunata” notte in un bar di travestiti, una pccola impresa da detective ed una incredibile alleanza con l’attraente etero Levi, ed ecco che Chance riconquista il suo prestigio ed il suo equilibrio sia nella scuola che nel suo mondo. Vivace, colorato, ricco di classici della musica pop di quegli anni, questo bizzarro film è una deliziosa gomma da masticare gay. (Frameline 2007)

Condividi

Commenta


trailer: The Curiosity of Chance

Varie

È l’inizio del nuovo anno scolastico alla Brickland International High School, e gli studenti più anziani si preparano ad accogliere i nuovi arrivati, puntando soprattutto a quelli da sfottere e deprimere di più. Bersaglio privilegiato delle loro attenzioni sarà Chance, vestito di tutto punto come un perfetto dandy inglese, cilindro e bastone da passeggio compresi.

Marchiato dai bulli della scuola come “finocchio”, per lui il primo anno scolastico sarà una “tragedia di proporzioni epiche”. Ma presto, grazie a una fortunata notte in un bar di drag queen, riconquisterà il suo prestigio sociale e avrà una sonora rivincita nei confronti dei suoi tormentatori. The Curiosity of Chance è un film zeppo di stereotipi da commedia “dei liceali” sulla scia di Grease, Happy Days e Mean Girls – i professori idioti, i genitori buoni ma ingenui, e il classico ribaltamento di popolarità delle favole. Il tutto con una buona dose di nostalgia per le pellicole anni Ottanta, protagonisti, sceneggiatura e colonna sonora compresi.

“Realizzare il copione di The Curiosity of Chance è stato un esperimento che puntava a più risultati: creare una commedia per adolescenti che avesse un tono inedito ma dai temi familiari; rendere omaggio ad alcuni dei grandi film di genere che mi hanno influenzato (grazie, John Hughes), e puntare l’attenzione su un personaggio gay senza che il tema della sessualità fosse l’unico elemento sul quale reggere tutto il resto, ma mantenendolo comunque centrale.

Il risultato è una commedia che somiglia al racconto di un coming out, ma senza la vena di tristezza e difficoltà che uno si aspetterebbe. Il personaggio di Chance è già uscito “allo scoperto” – il fatto che sia gay è ovvio fin dall’inizio – cosa che rende la sua odissea di “coming out” piuttosto un viaggio per trovare se stesso. La battaglia di Chance, come quella di molti adolescenti, è una battaglia per ottenere l’accettazione nel momento in cui cerchi ancora di capire chi sei, anche se ciò che sei è assolutamente diverso da tutti gli altri.” Russel P. Marleau (Gender Bender 2008)

Effettua il login o registrati

Per poter completare l'azione devi essere un utente registrato.