Comrade Coulture

Comrade Coulture
Esprimi il tuo giudizio
Aggiungi ai preferiti
  • Tendenza LGBT QQ
  • Media voti utenti
    • (2 voti)
  • Critica
Varie

Cast

Comrade Coulture

Questo film è un viaggio nello stupefacente universo parallelo degli stilisti e delle persone che conoscono l’arte di arrangiarsi, della sopravvivenza nella Berlino Est. Dal momento che, nel periodo della segregazione della vita della GDR, esisteva un mondo fantastico in cui era possibile essere su una diversa lunghezza d’onda, essere originali e provocatori. La caratteristica più importante di questa scena bohemienne era lo stile personale di ciascuno. Ma certamente tutto questo non era possibile ai tempi della GDR. In questo universo parallelo stava all’individuo crearsi il proprio stile – con le proprie mani. Questo film racconta la storia dei desideri, delle passioni e dei sogni che sono stati provati e messi alla prova, vissuti e recitati all’ombra del Muro di Berlino.
Il regista Marco Wilms, che a sua volta ha lavorato come modello per l’Istituto di Moda della GDR, cerca d ricreare quella sensazione unica di sperimentazione frivola, libera dai dettami dell’economia, e del tentativo di essere completamente diversi. Guardando agli eroi della sua gioventù nella Germania dell’Est – lo stilista Sabine von Oettingen, il fotografo Robert Paris e lo stilista e parrucchiere Frank Schäfer – egli esplora con questi le loro vite nell’universo parallelo. Sono passati vent’anni da quando i simpatizzanti e i sostenitori dell’avanguardia est-berlinese ‘fashion theatre’ (teatro di moda) “Chic, Charmant und Dau­er­haft” e “Allerleirauh” si sono visti. In questo film, si riuniscono ancora una volta in una festa sovversiva, quasi alla ‘blocco dell’Est’, organizzata da Wilms.
EIN TRAUM IN ERDBEERFOLIE è un film divertente sulla creatività come forza vitale – e sull’inalienabile desiderio di libertà individuale. (Berlinale 2009, tr. G.B.)

Condividi

Commenta


Varie

A vent’anni dalla caduta del Muro, Ein Traum in Erdbeerfolie ci riporta nella Berlino Est di un tempo, raccontandoci i desideri, le passioni e i sogni che furono sperimentati e messi in scena all’ombra del Muro.
Il regista Marco Wilms, che nella DDR si trovò a lavorare come modello all’Istituto della Moda, fa rivivere quel mondo fantastico che si agitava sotto la superficie quieta e restrittiva della Germania dell’Est, dove l’unico modo per sentirsi vivi era cercare di distinguersi dalla massa creandosi un proprio stile e una propria individualità. Wilms rintraccia gli eroi della sua giovinezza: la designer Sabine von Oettingen, il fotografo Robert Paris, lo stilista e coiffeur Frank Schäfer, organizzando, a vent’anni di distanza, un party sovversivo a cui prendono parte tutti i membri e gli amici dei leggendari “fashion theatre” d’avanguardia di Berlino Est, lo “Chic Charmant und Dauerhaft” e l’“Allerleirauh”.
Ein Traum in Erdbeerfolie è un documentario pieno di humour e ironia che esalta la creatività come motore vitale, e il desiderio inestinguibile di una libertà individuale (Gender Bender)

Effettua il login o registrati

Per poter completare l'azione devi essere un utente registrato.