Il Colore viola

Il Colore viola
Esprimi il tuo giudizio
Aggiungi ai preferiti
  • Tendenza LGBT L
  • Media voti utenti
    • (10 voti)
  • Critica
Varie

Cast

Il Colore viola

Il film narra l’ incredibile vicenda di Celie, una ragazza di colore del profondo sud degli Stati Uniti, segnata da una catena di violenze famigliari, la cui disperazione trova sfogo nell’amicizia di due donne staordinarie. Celie acquistera’ il rispetto per se stessa necessario a sopravvivere e perdonare. Appena accennati sentimenti lesbici in qualche personaggio femminile. Un film epico e moraleggiante che cattura l’attenzione ed il cuore dall’inizio alla fine.

Visualizza contenuti correlati

Condividi

7 commenti

  1. zonavenerdi

    Ho rivisto il film. davvero bello e autentico il rapporto tra sorelle. Pecacto abbia ricevuto così tante nomination questo film e così pochi premi.Un film sulle violenze sessuali domestiche e per giunta di un genitore verso sua figlia in un film così ben fatto meritava ben altro …

  2. zonavenerdi

    molto bello questo film e penso che sia il prinmo in cui abbia visto Whoopi Goldberg.Ai tempi in cui l’ho visto, in realtà non ci ho visto alcun risvolto glbt, ma ai tempi ero piccolo. Comunque il tema principale era ben altro. Grandi attori, grande trama, grande film …

  3. sinestesia86

    non si può diventare grandi senza averlo visto. mostra tutti gli aspetti dell’animo umano. è coinvolgente e commovente con una Whoopy Goldberg semplicemente fantastica. uno dei più bei film di sempre.

  4. Majin79

    Un film stupendo che mi ha tenuto incollato dall’inizio alla fine… si tratta di un classico del cinema, uno di quei film che vanno assolutamente visti almeno una volta nella vita. Purtroppo avendolo visto fin ora solo in tv mi era capitato di vederlo solo a spezzoni e a distanza di molto tempo l’uno dall’altro, stavolta invece ho potuto apprezzarlo in pieno dall’inizio alla fine senza interruzioni e l’ho trovato semplicemente grandioso…
    È un film pieno e coinvolgente che tocca varie corde dell’animo umano, interpretato magistralmente da Whoopi Goldberg che in questo film (se non sbaglio il suo debutto) da il meglio di sé.

  5. Skippy'90

    Ho appena finito di guardare il film. Sicuramente avvince e ti incolla allo schermo eppure (come al solito) hanno reso inesistente o implicita la relazione omosessuale o lesbica(che tra l’altro, nel romanzo omonimo da cui hanno tratto il film era la svolta per la protagonista vessata da una vita ingiusta).

Commenta


Varie

In Georgia, nei primi anni del nostro secolo, Celie, una adolescente di colore, viene violentata da colui che essa ritiene sia suo padre e dà alla luce due figli, che le vengono sottratti. L’uomo la cede ad Albert, un vedovo con quattro bambini, nero anche lui, uomo violento e manesco. A Celie non resta che l’affetto per Nettie, la sorella minore, che un giorno si presenta a casa. Ma Celie non è che una schiava, disprezzata e maltrattata dal marito, che comincia ad insidiare Nettie. Respinto con forza, Albert caccia di casa Nettie, a cui non resta che promettere tra le lacrime alla sorella l’invio di lettere. La perversità dell’uomo arriva al punto di nascondere le missive che per anni Nettie spedirà a Celie, che continua a condurre una misera esistenza. Albert le porta in casa l’amante, una cantante di colore, di nome Shug Avery, che però diventa amica di Celie, apprezzata e fatta oggetto d’affetto per la sua bontà e pazienza. Mentre Nettie si è fatta missionaria e vive in Africa del Sud presso la famiglia del pastore che, a suo tempo, aveva adottato i figli di Celie, la vita di questa continua tra incessanti alternative: il figlio maggiore di Albert, Harpo, si sposa con Sofia, giovane ed energica che paga con otto anni di carcere un gesto di ribellione contro la moglie del sindaco, per tornare poi, distrutta nel morale, in famiglia. Harpo ha messo su un modesto locale, in cui talvolta si esibisce, cantando “spiritual”, la bella Shug, finalmente sposatasi. E Shug, a suo tempo respinta dal locale pastore suo padre, alla fine, cantando insieme ai fedeli un inno di gioia al Signore, con lui si riconcilia. Celie e Shug hanno scoperto in un nascondiglio tutte le lettere di Nettie alla sorella: Celie è felice. Per di più eredita casa e proprietà del suo vero padre. E lì accoglie, un giorno, Nettie che le porta in visita Olivia ed il fratello. Nella gioia generale, resta isolato Albert, invecchiato ed escluso dal proprio egoismo.

Effettua il login o registrati

Per poter completare l'azione devi essere un utente registrato.