The Cockettes

The Cockettes
Esprimi il tuo giudizio
Aggiungi ai preferiti
  • Tendenza LGBT GGG
  • Media voti utenti
    • (1 voti)
  • Critica
Varie

Cast

The Cockettes

Un documentario inedito in Italia (ora pubblicato su DVD), che racconta la storia dell’omonima comune teatrale di San Francisco. Composto da omosessuali e guidato da figure carismatiche, come Hibiscus, il gruppo “The Cockettes” è nato dalla cultura hippy del ’69 ed ha avuto una grande importanza nella storia della cittadina californiana. Le loro performance allucinate e surreali hanno ispirato molti gruppi e artisti musicali, giovani registi e lo stesso fenomeno “Rocky Horror Picture Show”. Il documentario è stato nominato al Gran Premio della Giuria del Sundance Film Festival del 2002.

Visualizza contenuti correlati

Condividi

Un commento

  1. Jim Puff

    Interessante documentario su una comune teatrale a San Francisco: una comune con molti gay ma anche etero (che si agghindavano con abiti femminili) e donne.
    Una comune hippy dove lo spettacolo era la vita stessa; spesso in acido, creavano performance divertenti e caricaturali dei molti vizi nazionali (sublime la parodia del matrimonio della figlia di nixon alla casa bianca!).
    La comune si scisse tra i puri e duri guidati da Ibiscus: anarchici che rifiutavano ogni intruppamento e che credevano nello spettacolo interamente gratuito come veicolo di informazione e comunicazione che se ne andarono, e gli altri che continuarono a fare spettacoli a pagamento in un teatro di San Francisco.
    Vennero visti e scritturati x una tournee a New York.
    L’insuccesso dello spettacolo fu l’inizio del declino.
    Negli anni successivi alcuni di loro morirono di overdose altri di aids.
    Le interviste ai sopravissuti narrano la loro storia e i tempi d’oro del gruppo.

Commenta


Varie

Il film racconta la storia di un gruppo di drag-queen e getta luce sull’anarchico ed idealista spirito dell’epoca, la stretta relazione tra sessualità e politica. Al centro della scena toviamo un ragazzo snello e barbuto di nome George. Un pesante e luccicante trucco lo accompagana ovunque. La comune dove George diventa “Hibiscus” si trasforma in un centro libero da vincoli in cui si sperimanta vita, sesso, droghe ed arte. La performance burlesca ed irriverente diventa il mezzo per sovvertire e fare a pezzi il conformismo, per mitigare l’arroganza del potere…

Effettua il login o registrati

Per poter completare l'azione devi essere un utente registrato.