Una Casa per Oliver

Una Casa per Oliver
Esprimi il tuo giudizio
Aggiungi ai preferiti
  • Tendenza LGBT GGG
  • Media voti utenti
    • (4 voti)
  • Critica
Varie

Cast

Una Casa per Oliver

E’ la storia della battaglia per la custodia di un bimbo di nove anni. Il padre del bimbo è gay e vive con un altro uomo. La madre vive con un uomo che all’insaputa di tutti, la picchia. Il ragazzo, istigato dal forte sentimento antigay delle autorità, che pure hanno capito come vanno le cose, ha paura di dire a chiunque degli abusi che la madre subisce dall’amante. Il film è molto prevedibile nello svolgimento della storia, quasi didattico, ma l’interpretazione e la direzione registica tengono lo spettatore focalizzato più sui caratteri dei personaggi che sullo svolgimento dei fatti.

Condividi

Un commento

  1. smalltownboy

    Un film davvero interessante, per l’argomento non banale e anche l’interpretazione degli attori, compreso il piccolo Sam Bould. A volte la regia pecca un po’ di superficialità (come nella scena di lotta tra Martin e Frank) e non mancano gli stereotipi (come la coppia gay, formata da un affermato medico appartenente alla upper-middle class, sempre educato e rispettoso delle convenzioni, e dal suo partner più giovane e spregiudicato, gay militante, o quasi, atletico, sensuale e naturalmente appartente alla working class. Comunque, a parte ciò, un film godibilissimo, ambientato in una città inglese che raramente si vede sullo schermo, Bath.

Commenta


Varie

Il piccolo Oliver, nove anni, si presenta col viso insanguinato a casa del padre Martin, divorziato dalla madre Hannah, dicendo di essere caduto dalla bicicletta. La donna ha ottenuto il divorzio e la custodia del figlio quando Martin le ha rivelato di essere omosessuale e di voler andare a vivere col giovane Tom. Anche Hannah, a sua volta, ha un nuovo compagno, Frank, uomo violento che non sopporta la vivacità di Oliver e la reprime con botte e percosse. Martin, che è medico, capisce che il bambino tiene nascoste le violenze subite, chiede spiegazioni ad Hannah la quale scagiona il suo convivente fino al giorno in cui, tornando a casa, lo scopre a maltrattare il figlio. Si va allora al processo, durante il quale il giudice riesce a far ammet-tere ad Oliver che era Frank a picchiarlo e che lui mentiva per non dispiacere alla mamma. Un ulteriore, brutale intervento di Frank ai danni di Martin in presenza di Hannah e Oliver convince i giudici a togliere il bambino ad Han-nah ed affidarlo a Martin e al suo convivente Tom.

Effettua il login o registrati

Per poter completare l'azione devi essere un utente registrato.