Bwakaw

Bwakaw
Esprimi il tuo giudizio
Aggiungi ai preferiti
  • Tendenza LGBT GGG
  • Media voti utenti
    • (0 voti)
  • Critica
Guarda il trailer Varie

Cast

Bwakaw

Crusty Rene (Garcia) vive in un villaggio fuori Manila dove continua nel lavoro, ereditato dai genitori, di guardiano del locale ufficio postale, nonostante abbia ormai raggiunto i 70 anni di età. Le consuetudini e il bisogno di sentirsi utile sono valori importanti per Rene, uomo orgoglioso ma cordiale nelle relazioni coi colleghi e coi vicini di casa. Ma tutte le sue tenerezze, fatte comunque con riservatezza, sono dedicate a Bwakaw (Princess, un cagnolino al suo debutto cinematografico che spesso ruba la scena al pur bravissimo protagonista), un bastardino randagio coloro sabbia che ha adottato. Il cagnolino diventa una fonte di discussione quando il taxi a triciclo guidato da Sol (Rez Cortez) pretende una tariffa anche per il suo trasporto. (La scena potrebbe ricordare il film di Luchino Visconti “Siamo donne” con Anna Magnani che litiga con un tassista romano per lo stesso motivo, dicendo che il suo non è un cane di lusso). Da quel momento il prepotente supertatuato Sol diventerà antipatico al nostro Rene, almeno fino a quando Bwakaw si ammala e avrà bisogno di continui trasporti alla clinica veterinaria. Il film ci racconta subito che Rene ha accettato la propria omosessualità solamente in tarda età, e anche da quel momento Rene non ha fatto grandi amicizie maschili, nemmeno con Zaldy (Soxie Topacio), l’effeminato parrucchiere gay che tutti chiamano la Madre, e ancora meno con Tarcy (Joey Paras), il transessuale amico intimo di Zaldy, che spesso punzecchia l’anziano Rene. Entrambi cercano di spingere Rene ad avere esperienza con un ragazzo prostituto, nella convinzione che la cosa potrebbe addolcirgli il carattere. Uno degli aspetti meglio riusciti del film è l’equilibrio che la regia ha messo nel costruire un racconto tra momenti melanconici (le riflessioni sulla morte del protagonista) e altri quasi divertenti, come quelli con gli amici gay oppure quando assistiamo alla scenetta della bara che Rene ha dovuto mettersi in casa dopo la chiusura del negozio delle pompe funebri, oppure negli incontri al confessionale con padre Eddie (Gardo Versoza). I contrastanti sentimenti religiosi di Rene sono esplorati con delicatezza e una sottile ironia, soprattutto quando entra in scena il crocefisso a grandezza naturale che Rene ha erediato dalla madre e che adesso giace nel suo letto. Momenti di tenerezza compaiono anche nelle scene di Rene con Alicia (Armida Siguion Reyna), una donna ormai demente che gli è stata vicino per 15 anni senza avere mai un rapporto.

Condividi

Commenta


trailer: Bwakaw

Varie

Bwakaw is a drama-comedy about growing old, and everyone’s fear of growing old alone. Rene is a gay man who came out of the closet at age 70. Ailing in his twilight years, he thinks it is now too late for love, even companionship, and that all there is to look forward to is Death. He has made a will, bequeathing his few possessions to his even fewer friends. Everything is packed and labeled, ready for distribution. He has even paid for a coffin, taking advantage of a funeral home’s Summer Sale. Nowadays the only companion Rene has is Bwakaw, a stray dog that hangs around his house and follows him wherever he goes. As Rene waits for the day of his death, he gets the surprise of his life when it is Bwakaw who suddenly falls ill and is diagnosed with cancer. Rene is surprisingly affected, and he realizes that he values Bwakaw more than he thinks. In his struggle to get Bwakaw cured, Rene finds comfort in the most unlikely person: Sol, a tricycle driver who helps him bring Bwakaw to the vet and befriends him. Buoyed by Sol’s friendship, Rene starts living. Little by little he discovers simple joys. To the surprise of his friends, he even has his hair dyed to look younger. One day, he finally decides to make a move on Sol. The revelation that Rene is gay and has feelings for him surprises and disgusts Sol. He rejects Rene and leaves in anger. In the meantime, Bwakaw’s condition gets worse. Not even Rene’s ancient Santo Entierro (a supposedly miraculous statue of Jesus Christ) can save Bwakaw. Bwakaw dies, and Rene’s neighbors help him bury the faithful dog. But Bwakaw’s death, even while it was still only imminent, has made a difference. Rene has found a new appreciation for life and what is most important. He decides to unpack the things that he has already willed to other people and make his house more inhabitable. He is, after all, still alive. (cinemalaya.org)

Effettua il login o registrati

Per poter completare l'azione devi essere un utente registrato.