Butterfly Kiss - il Bacio della Farfalla

Butterfly Kiss - il Bacio della Farfalla
Esprimi il tuo giudizio
Aggiungi ai preferiti
  • Tendenza LGBT LLL
  • Media voti utenti
    • (25 voti)
  • Critica
Varie

Cast

Butterfly Kiss - il Bacio della Farfalla

Una storia eccessiva, una sorta di Thelma & Louise sopra le righe, in cui all’amicizia si sostituisce l’omosessualità, alla stravaganza la follia, alla legittima difesa l’omicidio metodico e seriale. Se quel film si limitava a raccontare la fuga dalla banalità quotidiana, questo vuole mettere in discussione una intera condizione esistenziale. Così, tra un delitto e l’altro, si affacciano riflessioni sull’ambiguità del Bene e del Male, sul Silenzio di Dio, sul tema della Colpa e della Punizione. Non sempre il regista Michael Winterbottom è all’altezza delle sue ambizioni, eppure il film ha una indubbia forza: grazie alla fredda ironia, alle belle immagini on the road, al paesaggio inedito e ostile, ai dialoghi crudi ed intensi, alla efficace caratterizzazione dei protagonisti e dei personaggi minori. (Clarence.com)

Condividi

10 commenti

  1. Se le storie lesbiche non possiedono contenuti strappalacrime, da fazzoletto per intenderci, non si è contente. Aimee’ e Jaguar lo adoro, eppure non pretendo che tutte le storie replichino l’amore sano e impossibile, di quella storia. Ora, a mio avviso è inutile risentirsi se un film racconta di percorsi devianti che fanno apparire le lesbiche come fuori di testa. Questa apprensione sembra alludere al terrore del giudizio eteronormativo. Ma chissenefrega che il mondo etero pensi quello che vuole. Anche loro hanno rappresentato storie di coppie scoppiate (vedi, Natural born killers), e noi sempre qui, no…ma non e’ una storia lesbica… No sono due malate di mente…ma che figura ci facciamo…. Ohhhhh, mica dobbiamo timbrare il cartellino!!!! E’ una storia! Punto e fine! coinvolge o meno, indipendentemente dallo stato mentale delle due protagoniste. E non e’ che se una soffre di mente non e’ abilitata ad amare una donna. E’ una storia d’amore ed e’ da persone con il paraocchi affermare il contrario.

  2. cypsel79

    come si fa a dire che non è un film lesbico? la protagonista è fuori di senno, probabilmente proprio a causa della fine di un amore con una donna, e attualmente il rapporto morboso che si crea è di nuovo con una donna, miriam. mi pare evidente.. non è detto che un film lgbt debba essere sempre per forza edificante e pieno di contenuti positivi militanti! la realtà è anche questa.. cmq è un film abbastanza improbabile e a tratti grottesco, non si capisce se volutamente o no, è abbastanza perdibile. e monster è un autentico capolavoro, rappresentazione romanzata di una storia vera peraltro, e non c’entra nulla con questo film: evitiamo paragoni surreali per favore 🙂

  3. Buffo, come venga massacrato questo bel film, e ben recitato….mentre viene elogiato Monster che è stato copiato da questo film. Ovviamente perchè in questo non c’è la Theron….che zucche eh!!

  4. film sconvolgente..troppo complesso…la protagonista mi ha fatto solo una gran pena…ma che cazzo c entra l amore lesbo?le due ragazze erzno unite dalla pazzia…dallo squilibrio…non ho visto niente di lesbo..boooh…contenta la regista….

  5. lorelei

    CAPOLAVORO ASSOLUTO!
    Di certo non adatto se si è in cerca di una storia lesbo romantica strappalacrime…in effetti che le protagoniste siano due donne è irrilevante e questo lo rende ancora più assoluto.

  6. questo è un film su una psicopatica serial killer, non una storia omosessuale, il fatto che la protagonista sia lesbica è secondario rispetto al tema del film.
    mi piace moltissimo la sequenza iniziale in bianco e nero, con le espressioni di quella che sarà la narratrice della storia in seguenza divertente e fresca con una bellissima canzone di sottofondo “Walkin’ Back To Happiness” (Helen Shapiro), poi alcune canzoni dei cranberries, per il resto il film non mi ha interessata per niente.
    Salut.

Commenta


Varie

Eunice è una psicopatica che gira per l’Inghilterra cercando Judith, una giovane che ha amato, ed il disco di una misteriosa canzone d’amore. Uccide una commessa perchè non è Judith e non sa di che canzone si tratti; fa colpo sulla sprovveduta Miriam, la quale la ospita per una notte. Eunice relega la vecchia madre di Miriam nella stanza della figlia e seduce quest’ultima, abbandonandola la mattina dopo per andarsene con un autista, che uccide dopo un rapporto. Miriam, che l’ha raggiunta, la aiuta a occultare il cadavere in un bosco, ma Eunice la lascia sola per andare in uno snack dove corteggia la giovane Angela. Torna però a riprendere Miriam e dopo una notte all’addiaccio danno un passaggio a Gary e Katie, padre e figlia, e se ne vanno al Luna Park. Miriam scopre però che nel bagagliaio c’è il corpo di Angela, e allontana i due. Poi è la volta di un camionista, cui Eunice offre Miriam in dono, ma trovandolo violento, uccide anche lui. Infine un amico di Miriam porta le due donne in un motel. Miriam rientrata dal supermarket e scioccata dalla scena erotica che le si presenta, uccide l’uomo. Ha scoperto intanto la canzone cercata dall’amica: è l’inno della nazionale di calcio britannica. Poi Eunice chiede a Miriam di sopprimerla e, liberatasi dalle catene, si fa affogare in mare.

Effettua il login o registrati

Per poter completare l'azione devi essere un utente registrato.