Bu San - Goodbye Dragon Inn

Bu San - Goodbye Dragon Inn
Esprimi il tuo giudizio
Aggiungi ai preferiti
  • Tendenza LGBT GG
  • Media voti utenti
    • (21 voti)
  • Critica
Varie

Cast

Bu San - Goodbye Dragon Inn

Il protagonista della (non)storia è un cinema in disarmo, il Fuhe, dove si proiettano vecchi «film di spada». Il Fuhe è gestito da un´invalida ed è diventato un luogo di ritrovo per pochi gay locali: i quali, praticamente, passano più tempo alle toilette che in sala. Il regista dilata il tempo delle inquadrature oltre ogni abitudine corrente; fino a mettere lo spettatore di fronte a una sala deserta in cui osservarsi come in uno specchio. Alla fine, si apprende che era l´ultimo giorno di attività del cinema, che chiude mestamente i battenti sulle note di una canzone nostalgica. L’autore ha definito il comportamento dei suoi personaggi, quasi casuale, aperto a ogni interpretazione.

Condividi

Commenta


Varie

Per sfuggire ad un temporale un giovane si rifugia in un cinema. Proiettano “Dragon Inn”, un film di cappa a spada del 1966. La sala è vuota, ma il giovane comincia ad avvertire presenze inquietanti, dai tratti identici ai personaggi del film. Intanto, la cassiera e donna delle pulizie cerca di avere un contatto con il proiezionista, visto che si tratta dell’ultimo giorno di attivita’ del cinema. Dopo aver cercato invano incontri erotici nei recessi del cinema, il giovane fugge via spaventato dalle ‘presenze’ nel cinema. La cassiera non trova il proiezionista, i due si sfiorano all’uscita, senza incontrarsi.

Effettua il login o registrati

Per poter completare l'azione devi essere un utente registrato.