Boys Don't Cry

Boys Don't Cry
Esprimi il tuo giudizio
Aggiungi ai preferiti
  • Tendenza LGBT TTTT
  • Media voti utenti
    • (1265 voti)
  • Critica
Varie

Cast

Boys Don't Cry

Brandon vuole essere un maschio, il suo passato lo vuole cancellare anche dalla sua carta d’identità. Vuole essere un playboy che faccia impazzire tutte le femmine dei paesi di provincia, quelli in cui il tempo sembra non passare mai. Ma Brandon non ha i soldi per cambiare sesso, trova altri stratagemmi: si comprime il seno con le fasce fino a farlo scomparire, si taglia i capelli, si guarda allo specchio e si esercita a corrucciare le sopracciglia per avere uno sguardo da duro, da maschio. Il film, che è essenzialmente un film “on the road”, segue magistralmente l’odissea del protagonista, nato femmina ma che noi vediamo sempre come maschio, cioè come vorrebbe essere e forse è. Uno dei film più belli dell’anno e anche uno dei film più coraggiosi della storia del cinema glbt. Imperdibile

Condividi

41 commenti

  1. Brutale, feroce, dolorosissimo. Hilary Swank attrice da urlo, Chloe Sevigny una Dea. Kimberly Pierce mastodontica nel gettare in faccia allo spettatore il volto brutto dell’ America. Bravissimi anche gli attori che interpretano gli stupratori e assassini di Brandon. Ovunque tu sia ora Brandon Teena, perdona questo mondo di merda, non era all’altezza del tuo passaggio sulla terra.

  2. zonavenerdi

    La storia è descritta bene e interpretata bene dagli attori; poi il fatto che sia stato narrato un fatto vero dà maggiore sensazione su come l’omofobia sia così radicata in ampi strati della società …

  3. Film Straordinario, tratto da una storia vera, impressionante, recitato benissimo con alcune scelte di regia veramente interessanti. Coraggioso e reale uno dei miei preferiti

  4. reader81

    Vidi il film al cinema, perchè l’altro che dovevo andare a vedere aveva la sala stracolma di gente e non ci fecero entrare.
    Rimasi sconvolto.
    Meraviglioso, fortissimo, intenso.
    Comprai di lì a poco il cd con la colonna sonora, che perfettamente ripercorre la storia di quella parte di mondo.

  5. istintosegreto

    Chi avrebbe mai immaginato che un’attrice di Beverly Hills 90210 fosse tanto brava?
    La Swank si mangia letteralmente il film. Rende alla perfezione il personaggio di una ragazza che rifiuta totalmente di appartenere al sesso femminile.
    Opera indimenticabile. La scena dello stupro, poi, non te la scordi nemmeno se vuoi.

  6. Skippy'90

    Questo film mi ha lasciato di stucco, crudo e “dolce” nel mostrare amore e odio, accettazione e violenza, essere se stessi fino in fondo. E il rapporto d’amore tra Brandon Teena e Lana è incredibile! Di una profondità unica.

  7. @Enkely_Bizarre: non dovresti anticipare la fine del film o scene dettagliate che hanno una certa importanza…c’è chi legge i commenti per farsi un’idea se il film può piacergli prima di vederlo!!

  8. Stupendo ** Hilary è bravissima.
    La cosa brutta è che è una storia vera…
    su youtube c’è il vero discorso tra il giudice e Brandon.
    Qualcosa di veramente squallido…

  9. martolina

    un film impressionante ke ha fatto innamorare parekki di noi, ma a me nn mi ha ftt innamorare poi cs tanto il film, ma lei, la swank!! è davvero eccezionale e ha interpretato la parte del maschio in un modo meraviglioso!!!se dovessi giudicare da 1 a 10, agli altri attori darei 7, a kimberly 10 e alla swank…….!!! bravixima swank!!!!

  10. Mamma che commento costruttivo Sambuca…Bravo Rainbow87 (o brava?)
    Cmq bellissimo film decisamente più che toccante.Fa riflettere moltissimo e ti lascia un retrogusto un po’ amaro ma ne vale la pena.Pensando che è tratto da una storia vera mi vengono i brividi da tutte le parti…ho praticamente pianto x 3h…L’attrice protagonista poi è meravigliosa se l’è meritato tutto il suo oscar!!<3

  11. Film straordinario, subito accattivante non appena appare Brandon, Swank-ragazzo, bellissimo col suo viso mascolino ed entusiasta, che attrae al baricentro della sua vita senza incertezze o indecisioni. Semplice vita di ragazzo incasinato: fa star bene a guardarlo. E se è un eletto non ci stupiremo che finirà per collidere con l’istinto conservativo e standardizzante degli zotici: è successo sempre, succede qui. Ineludibile la tragedia. Allora senti l’ansia che sale e la strettezza claustrofobica del salotto che diventa troppo affollato. [continua sotto]

  12. [continuo] Te le senti addosso le mani smaniose che indagano tra le cosce alla ricerca di una soluzione facile all’enigma dell’anomalia, della diversità. Ma ci alzeremo e ci riprenderemo, cuz boys don’t cry, right?
    Ebbene non è il mio caso: ho pianto eccome. Lacrime metalliche e convulse: l’aspersione di chi sa che il lenitivo a un fatto di cronaca come questo non sta che nella sublimazione delle vittime, sapiente opera delle menti evolute – Kimberly Peirce ha guadagnato il suo posto -; unico conforto, ma senza appagamento. E ho pianto perchè Brandon è ammaliante.

  13. Rainbow87

    Sambuca: della serie i coglioni esistono ovunque!
    Se sei qui evidentemente tanto etero non sei neanche tu 😉
    Bando alla stupidagine umana, che è infinita e starne a parlare è solo una perdita di tempo, trovo che questo sia un gran bel film.
    Da vedere.

  14. disegnatrice

    la fine è sconvolgente, la storia dolorosa e toccante…guardata dall’aspetto sentimentale che lega le due ragazze è dolce,significativa,lascia un segno indelebile nel modo di vedere e interpretare alcune cose…dev’essere stato un calvario per il vero Brendon…perchè merita sul serio di essere ricordato così…Brendon…il film è molto consigliato…lascia la bocca amara ma ti fa pensare…stupendo…ottimo lavoro Kimberly Peirce…e splendida interpretazione della Swank!

  15. cavolo quando ho visto questo film…nn ci potevo pensare ke fosse una storia vera…è molto bello…xò subito dopo ke ho finito di vederlo mi sn sentita un nodo allo stomaco…mi ha fatto star male, xkè è molto ma molto toccante!!! :”( Hilary Swank è stata fenomenale…nn credo ke altre fossero state all’altezza!

  16. gonerilla

    perfetta Hilary Swank nel ruolo da valerle l’Oscar. Irriconoscibile negli altri film come The Core, anche se meritato il secondo (con tanto di cappello), per The Million Dollar Baby

  17. Un film stupendo, dolorosissimo, che prende come un pugno nello stomaco. Pensare che è una storia vera mette una rabbia indescrivibile.
    Uno dei film gay più belli che abbia mai visto.

Commenta


Varie

Una ragazza desidera disperatamente di essere un ragazzo. La storia – che purtroppo è vera, con tanto di tragico finale – avrebbe potuto tradursi in una commedia grottesca, in un film hollywoodiano, o in un apologo alla Almodovar. Nella mani della neoregista Kimberly Peirce – che ha scritto la sceneggiatura con Andy Bienen, dopo cinque anni di ricerche sul caso – diventa un film bellissimo che sfugge a ogni categoria, attanaglia l’attenzione dello spettatore, lo fa soffrire, ma, una volta tanto, per la buona causa di fargli capire un risvolto della natura umana – gli inconfessabili e incoercibili bisogni dell’identità sessuale – troppo spesso trattato con condiscendente distacco e con disprezzo. (I.B.)

Effettua il login o registrati

Per poter completare l'azione devi essere un utente registrato.