Bixa Travesty

Bixa Travesty
Esprimi il tuo giudizio
Aggiungi ai preferiti
  • Tendenza LGBT TTT
  • Media voti utenti
    • (0 voti)

Cast

Bixa Travesty

Linn da Quebrada è una transessuale di colore proveniente dalla periferia povera di São Paulo, ed è anche una affermata artista pop, che con i suoi spettacoli dà voce alle persone queer di colore delle Favelas. Con la sua amica d’infanzia e collega, la trans nera e cantante Jup de Bairro, si esibisce in concerti a dir poco abbaglianti, con costumi esorbitanti e un sacco di twerking (un ballo latino sensuale e provocante) intraprendendo cosi un attacco elettro-musicale contro l’ordine bianco eteronormativo dominante in Brasile ed il machismo della scena musicale funk brasiliana. I momenti più privati del film rivelano il suo lato più gentile: mentre fa la doccia con gli amici o cucina con sua madre, parla di amore, razzismo e povertà. In filmati di repertorio simili a video fatti in casa la vediamo in intime performances durante il trattamento per il cancro in ospedale. Cominciamo a realizzare che Linn usa la sua nudità radicale come mezzo per minare i ruoli di genere accettati. Questo documentario mostra anche come nelle interviste radiofoniche trasmesse lei esponga con grande determinazione le sue convinzioni riguardo al femminismo ed alla sua transessualità: il ruolo della vera donna, o cis-donna, non fa per Linn, lei si sente piuttosto una donna con il pene la cui identità di genere non è legata ai suoi genitali, ma è in un costante stato di cambiamento. Presentato alla Berlinale 2018, in concorso per il Teddy doc

synopsis

Linn da Quebrada is a black transwoman from impoverished periurban São Paulo; she is also a pop performer who raises her voice for queers of colour from the favelas. Accompanied by her childhood friend and partner in crime, black transwoman and singer Jup do Bairro, her concerts are nothing short of dazzling. Aided by exorbitant costumes and plenty of twerking, her performances are onslaughts of electro against Brazil’s white heteronormative gender order and the machismo of the country’s funk scene. Private moments reveal her gentler side: as she showers with friends or cooks with her mother the talk turns to love, racism and poverty. Archive footage in the shape of home videos shows her in intimate performances at a hospital during her own cancer treatment. We begin to realise that Linn uses radical nudity as a means to undermine accepted gender roles.

Visualizza contenuti correlati

Condividi

Commenta


Effettua il login o registrati

Per poter completare l'azione devi essere un utente registrato.