Birdman (o l'imprevedibile virtù dell'ignoranza)

Birdman (o l'imprevedibile virtù dell'ignoranza)
Esprimi il tuo giudizio
Aggiungi ai preferiti
  • Tendenza LGBT L
  • Media voti utenti
    • (2 voti)
  • Critica
Guarda il trailer Varie

Cast

Birdman (o l'imprevedibile virtù dell'ignoranza)

Film in concorso a Venezia 2014 che ha raccolto numerosi premi collaterali, tra i quali il Leoncino d’oro Agis Scuola per il Cinema, il Best Soundtrack Award per le musiche e il Future Film Festival Digital Award 2014 “per la capacità fuori dal comune di organizzare una narrazione fluida e centrata sulle basi del linguaggio filmico (la recitazione, la fotografia, il montaggio interno) sfruttando tutte le componenti più avanzate della tecnologia digitale in chiave minimalista. Dai lunghi pianisequenza con videocamera digitale, ai delicati effetti speciali, fino ai clamorosi fluttuamenti i ritocchi digitali sono sempre presenti e costituiscono il segreto del coinvolgimento di una sceneggiatura ben integrata con le moderne tecniche di racconto”. Il film racconta la storia di un attore in declino, famoso per aver interpretato un mitico supereroe, alle prese con le difficoltà e gli imprevisti della messa in scena di uno spettacolo a Broadway che dovrebbe rilanciarne il successo. Nei giorni che precedono la sera della prima, dovrà fare i conti con un ego irriducibile e gli sforzi per salvare la sua famiglia, la carriera e se stesso. Riggan Thompson è una star che ha raggiunto il successo planetario nel ruolo di Birdman. Ma la celebrità non gli basta e vuole dimostrare di essere anche un bravo attore. Decide allora di scrivere l’adattamento di un racconto di Raymond Carver, di dirigerlo e interpretarlo in un storico teatro di Broadway. I giorni disastrosi delle prove, la prima e l’attesa del responso da parte della critica spietata e del pubblico innescano una serie di vicende umane che sconfinano nel grottesco e in alcuni casi nel visionario. “Riggan Thompson si muove in un mondo in cui le star del cinema hanno due sole scelte: interpretare dei supereroi oppure finire nel dimenticatoio. Ciononostante, il film non sembra assolutamente interessato a limitarsi a una satira del blockbuster, quanto piuttosto a raccontare la storia universale di un uomo in cerca di una seconda occasione, giocando a sovvertire le aspettative degli spettatori. Visti i suoi trascorsi superomistici, Michael Keaton incarna alla perfezione il ruolo di protagonista: dimesso, ingrugnito e nevrotico, il suo Riggan Thompson è un antidivo affascinante e al contempo disgustoso. La regia di Inàrritu si mostra in grado di adottare toni grotteschi e sopra le righe in maniera fluida e scorrevole, riuscendo a bilanciare ottimamente le doti di ogni interprete e le molteplici sfumature dei personaggi, ben delineati in fase di sceneggiatura. A emergere sono soprattutto Edward Norton nei panni di un attore teatrale dai metodi ossessivi – vera e propria nemesi per il protagonista – ed Emma Stone in quelli della figlia tossicodipendente di Riggan: il personaggio rischia pericolosamente di scivolare nello stereotipo in più di un’occasione, ma riesce a risultare interessante nonostante tutto”. (Luca Buccella, Cinefile.biz). Nel film vediamo una bravissima Emma Stone nel ruolo della figlia lesbica del protagonista.

Visualizza contenuti correlati

Questo film al box office

Settimana Posizione Incassi week end Media per sala
dal 26/03/2015 al 29/03/2015 18 € 32.378 € 952
dal 19/03/2015 al 22/03/2015 14 € 78.996 € 1.519
dal 12/03/2015 al 15/03/2015 10 € 189.477 € 1.647
dal 5/03/2015 al 8/03/2015 7 € 421.722 € 1.771
dal 26/02/2015 al 1/03/2015 5 € 790.627 € 2.463
dal 19/02/2015 al 22/15/2015 7 € 547.552 € 2.339
dal 12/02/2015 al 15/02/2015 6 € 665.789 € 3.231
dal 5/02/2015 al 8/02/2015 5 € 820.692 € 4.296

Condividi

2 commenti

  1. thediamondwink

    Ho aspettato un po’ per vedere questo film perché non ero tanto convinto ed invece devo dire che ho fatto male. È fantastico: l’insoddisfazione, la follia e l’infelicità mischiate in un meraviglioso miscuglio di recitazione che naviga tra realtà e pazzia concreta. Il lato oscuro di un attore fallito prende il sopravvento trasformando una meteora in una fenice che risorge dalle ceneri degli attori falliti, per brillare nuovamente tra le luci di Broadway. Credo sia abbastanza sopravvalutato come film anche se a me è piaciuto molto, sopratutto per la strepitosa recitazione di Michael Keaton. Lo consiglio.

  2. falketta

    C’è un misero bacio tra la compagna del protagonista e un’altra attrice. Film gradevole ma molto sopravvalutato, ma di fatto agli oscar non c’era di meglio.

Commenta


trailer: Birdman (o l'imprevedibile virtù dell'ignoranza)

Varie

IL FILM ESCE IN ITALIA IL 5 FEBBRAIO 2015

—————

Riggan Thomas, once known quite well to movie theater goers as an iconic super hero called “The Birdman” had recently turned down a third installment of the franchise. Now washed up, he attempts to reinvent himself as a director by staging a new retelling of a classic Broadway dramatic play called “What We Talk About When We Talk About Love”. The events leading up to the Saturday night premiere prove to be one disaster after another as the original lead actor is injured while on set and Riggan scrambles to find a replacement, but the replacement proves to be exactly who he needs – a method actor who takes the job way too seriously. But Riggan has a hard time juggling between the set, his replacement actor, his equally washed up daughter, and a host of other disasters that prevent a proper staging of the play. Meanwhile, a New York Times critic who Riggan has to woo threatens to shut down production of the play before it even starts with a scathing review of the dress rehearsal. Does Riggan have a hit on his hands or will he even make it to opening night? Moreover, the movie also features a lesbian character — Keaton’s daughter, who is played by Emma Stone.

Effettua il login o registrati

Per poter completare l'azione devi essere un utente registrato.