Les Bien-aimes

Les Bien-aimes
Esprimi il tuo giudizio
Aggiungi ai preferiti
  • Tendenza LGBT G
  • Media voti utenti
    • (1 voti)
  • Critica
Guarda il trailer

Cast

Les Bien-aimes

Cominciando da Parigi all’inizio degli Anni Sessanta seguiamo la vita di Madeleine, commessa in un negozio di calzature e prostituta part time. Madeleine si’innamora di un medico cecoslovacco, lo segue a Praga e ha da lui una figlia, Vera. Le due lasceranno la Repubblica Ceca a seguito dell’invasione russa e Vera crescerà con un altro padre. Ma il medico tornerà nelle vite delle due donne in più occasioni mentre i sentimenti di Vera, ormai donna, si divideranno tra un giovane collega e un americano gay. Il cinema francese è da sempre abilissimo nel portare sullo schermo vicende sentimentali a cui riesce a dare una credibilità che in altre mani porterebbe alla realizzazione di feuilleton cinematografici di scarso valore. Christophe Honoré aggiunge a tutto ciò un amore particolare per il cinema di Jacques Demy. In questa occasione ci propone un sentito e riuscito omaggio a uno dei capolavori del regista d’Oltralpe: Les parapluies de Cherbourg. Honoré riesce a percorrere circa cinquant’anni di storia del costume europeo tenendo fermi alcuni punti di riferimento narrativi per poi potersi consentire di riflettere su come l’avvento dell’AIDS abbia mutato in maniera radicale le relazioni tra i sessi introducendovi l’ombra della malattia e della morte. Lo fa con leggerezza ‘parigina’ e proponendo una successione di andate e ritorni di persone e di ricordi che sembrano dettate dall’ossimoro che madre e figlia (Deneuve e Chiara Mastroianni che lo sono anche nella realtà) cantano insieme: “Le ragazze leggere hanno il cuore pesante”. (Giancarlo Zappoli, Mymovies.it)
Omaggio al cinema di Jacques Demy, il film (ha chiuso il Festival di Cannes 2001) attraversa epoche e luoghi diversi: dalla Praga della rivoluzione degli anni Sessanta, alla Londra degli anni ’80, dal mondo scosso dall’undici settembre e alla Parigi di oggi. Il musical, ha dichiarato il regista francese «gioca sul contrasto tra gli anni ’60, epoca d’amore, rivoluzione e liberazione sessuale, e gli anni ’90, tempo pervaso dalla minaccia inquietante dell’ Aids e da una generale paura di impegnarsi sentimentalmente e politicamente». Tutto inizia appunto negli anni ’60 quando, Madeleine (Sagnier), che si ritrova a fare quasi per caso la bella vita, lascia Parigi per raggiungere il marito Jaromil a Praga. L’arrivo dei carri armati russi nella città li costringe a separarsi, e Madeleine torna in Francia. Negli anni ’90 Vera (Chiara Mastroianni), figlia di Madeleine (Deneuve) si innamora perdutamente di Henderson, un uomo che si dichiara incapace di amare (è tra l’altro gay). Il film, atipico musical che non manca di scene osè, ha la colonna sonora di uno storico collaboratore di Honorè, Alex Beaupain. (Francesco Gallo, La Sicilia)

Condividi

Commenta


trailer: Les Bien-aimes

Effettua il login o registrati

Per poter completare l'azione devi essere un utente registrato.