Belle Époque

Belle Époque
Esprimi il tuo giudizio
Aggiungi ai preferiti
  • Tendenza LGBT T
  • Media voti utenti
    • (7 voti)
  • Critica
Varie

Cast

Belle Époque

Il titolo del film si riferisce al breve periodo in cui la Spagna, subito prima che Franco dichiarasse guerra ai repubblicani, vive un’esperienza liberale e democratica. Più della storia (c’è solo una gustosa scenetta “trans”) è lo spirito del film che richiama uno stile di vita “gay”. Il film vinse l’oscar come miglior film straniero. Un giovane disertore si rifugia presso un vecchio pittore che vive con quattro giovani figlie, con ognuna delle quali avrà una storia romantica. Una di queste scopre che preferisce fare all’amore in abiti maschili (baffi compresi): scenetta divertente.

Condividi

Un commento

Commenta


Varie

Nel 1931, in Spagna, nel disordine generale conseguito alla caduta della monarchia, Fernando, un giovane disertore, fugge attraverso i campi. A un certo punto incontra Manolo un anziano pittore solitario, che vive appartato, con abitudini frugali. Il giovane viene accolto con spontanea cordialità e i due diventano amici. Quando però stanno per arrivare da Madrid le quattro figlie di Manolo, Clara, Violeta, Rocìo e Luz, per trascorrere una breve vacanza col padre, Fernando deve lasciare l’amico. Se non che alla stazione, proprio mentre sta per salire in treno, Fernando incontra le quattro ragazze, e ci ripensa: resterà ospite di Manolo e si sbriglierà in una serie di avventure amorose, passando senza scrupoli dall’una all’altra delle quattro donne – col beneplacido del genitore – fino alle nozze con una di loro. Ricorderà quell’estate di libertinaggio consentito come la sua “belle époque”.

Effettua il login o registrati

Per poter completare l'azione devi essere un utente registrato.