The Baby Formula

The Baby Formula
Esprimi il tuo giudizio
Aggiungi ai preferiti
  • Tendenza LGBT LLL
  • Media voti utenti
    • (4 voti)
  • Critica
Guarda il trailer Varie

Cast

The Baby Formula

In principio fu Geltrude. Topolina bianca nata da due madri e nessun papà, pioniera di quella che, se messa a punto anche sugli umani, si annuncia come la più grande rivoluzione della specie: la fecondazione senza l’intervento del maschio. Prospettiva da brivido per alcuni, per altri un segno di speranza. Detto fatto. Una donna che da tempo sogna un figlio con la sua compagna, decide di sperimentare sulla sua pelle il procedimento. Funziona.
The Baby Formula di Alison Reid, falso documentario su un tema reale, molto sentito tra coppie gay, ha fatto sorridere la platea del Film Festival con il suo tocco lieve e ironico, sollevando anche sconvolgenti interrogativi della bioetica: fino a che punto la ricerca può spingersi, quanto le nuove frontiere genetiche cambieranno il nostro modo di vivere, pensare, amare. «Vogliamo solo quello che vogliono tutte le persone innamorate: un figlio. Nostro, non di un altro », confessano Athena e Lilith, bionde, graziose, coniugate (in Canada, dove la storia si svolge, si può). Un sogno impossibile, che di colpo sembra a portata di mano grazie alle magie della provetta: manipolando cellule staminali e cromosomi si ottiene uno sperma femminile in grado di fecondare l’ovulo. Unica limitazione, spiega lo scienziato alle due mamme, è che il baby sarà femmina, perché dal cocktail genetico manca il cromosoma “Y” del seme maschile. Gli uomini non serviranno più? «In questo senso saranno superflui», risponde lo scienziato… (Giuseppina Manin – Corriere della Sera)

Visualizza contenuti correlati

Condividi

Un commento

Commenta


trailer: The Baby Formula

https://youtube.com/watch?v=LbhwpqStp0Y%26color1%3D0xb1b1b1%26color2%3D0xcfcfcf%26feature%3Dplayer_embedded%26fs%3D1

Varie

Athena e Lilith sono due donne innamorate che sognano di avere un figlio che sia la combinazione biologica di entrambe. Anche se madre natura non offre loro questa soluzione, la scienza moderna ha trovato una soluzione al problema. Con l’aiuto di Jim, un fidato tecnico del settore, usano uno sperma fatto con le cellule staminali di di Lilith per inseminare Athena. E la cosa funziona, Athena rimane incinta di un figlio da Lilith. Lilith è felice, sta per diventare madre, ma segretamente vorrebbe anche lei essere gravida. Riesce quindi a convincere Jim ad aiutarla usando lo stesso metodo di inseminazione. Nascono alcune incomprensioni tra la coppia che però vengono presto superate. Tutto sembra andare per il meglio fino al momento in cui vengono coinvolte anche le rispettive famiglie. Inizia Larry, l’odioso fratello di Athena, al quale un anno prima le due ragazze si erano rivolte chiedendogli lo sperma, che ora crede di essere diventato padre. Per mettere a posto le cose e dimostrare che lui non è il padre, le due donne sono costrette a rivelare il loro segreto. Organizzano quindi un incontro con tutti i famigliari per comunicare loro le ultime novità. Wanda, la religiosa madre di Athena si dimostra incerta e perplessa. Il padre Karl resta senza parole. La nonna Kate accoglie la notizia con un certo sarcasmo ma anche con saggezza e amore. I genitori di Lilith, Daniel e Edward, una alticcia coppia gay, sono invece felici di diventare nonni ma devono far fronte a propri problemi. Mentre ognuno cerca di digerire a proprio modo la notizia, Karl fa un annuncio che manda tutti in tilt. Ma alla fine aiuterà tutti a risolvere la difficile situazione. Una storia iniziata con il progresso della scienza finisce con la forza dei sentimenti e dell’accettazione.

Effettua il login o registrati

Per poter completare l'azione devi essere un utente registrato.