Amorous, Antiquated, Audacious

Amorous, Antiquated, Audacious
Esprimi il tuo giudizio
Aggiungi ai preferiti
  • Tendenza LGBT LLL
  • Media voti utenti
    • (0 voti)
  • Critica
Guarda il trailer Varie

Cast

Amorous, Antiquated, Audacious

Il film ci riporta indietro nella Vienna degli anni ’50 e ’60, quando non era proprio un bel vivere per le donne lesbiche. Tuttavia le lesbiche c’erano e il documentario ci racconta come vivevano, dove s’incontravano, come si vestivano, ecc. ecc. attraverso i ricordi delle tre anziane protagoniste. Un interessante esempio di storia orale, anche grazie alla vivacità e alla schiettezza delle protagoniste. Nel tentativo di ricostruire le “storie della (in)visibilità lesbica nella Vienna degli anni ’50 e ’60”, Verliebt, Verzopt, Verwegen fa un salto nel passato di una città allora grigia ed antiquata dove la sottocultura gay era principalmente maschile. Un’epoca di cui, come nel caso dell’Italia, mancano testimonianze e documenti filmati, prodotti solo successivamente con l’esplosione del Femminismo. Un vuoto storico e visivo a cui le registe hanno creativamente ovviato ricreando modellini della città che ben trasmettono l’austerità del periodo. Le donne lesbiche di quella generazione, pur essendo oggi ben presenti nella politica, nella cultura e nel mondo degli affari, sono ancora reticenti a raccontare le loro esperienze, ma le tre voci che hanno accettato di farlo riescono a comunicare in modo divertente e ironico la scoperta e l’affermazione della loro identità. (Migay 2010)

Condividi

Commenta


trailer: Amorous, Antiquated, Audacious

https://youtube.com/watch?v=c1y_rNMXsos%26color1%3D0xb1b1b1%26color2%3D0xd0d0d0%26hl%3Dit_IT%26feature%3Dplayer_embedded%26fs%3D1

Varie

A taboo.
A historical and visual void.
A queer documentary from Austria (!).

The city was rather gray and antiquated back in the old days. If there was any scene at all, it was a gay men’s scene. The so-called “sub” scene was not particularly inviting. During the frequent police raids lesbians and gay men had to be seated nicely at tables – “normal” and “inconspicuous.” Lesbian life took place in private – behind closed doors. Unlike in other countries, there is very little imagery documenting it in Austria. This visual gap still exists today with the exception of an interruption in the well-documented 70s, during which the lesbian movement was quite active politically and in the media, although “lesbians are always and everywhere.”

Katharina Lampert and Cordula Thym’s ambitious film project deals with the lives and networks of lesbians in Vienna in the 1950s and 60s. amorous, antiquated, audacious is based on interviews with three witnesses to history, who were active in the lesbian scene during that period. In an eloquent, entertaining, and refreshingly ironic manner, they talk about what it was like to realize that they were “different” in their youth and find their own identity despite society’s impediments and a lack of positive lesbian role models.

Effettua il login o registrati

Per poter completare l'azione devi essere un utente registrato.