L' Amore e basta

L' Amore e basta
Esprimi il tuo giudizio
Aggiungi ai preferiti
  • Tendenza LGBT QQQ
  • Media voti utenti
    • (25 voti)
  • Critica
Guarda il trailer Varie

Cast

L' Amore e basta

Un film-documentario di Stefano Consiglio che racconta nove storie di legami omosessuali introdotte da Luca Zingaretti. Da Alessandro e Marco (due studenti universitari di Catania) a Nathalie e Valérie (che, con la loro figlioletta Sasha, vivono a Versailles) a Emiliana e Lorenza (nella Bassa Padana tra Parma e Mantova), i protagonisti di queste storie sono coppie che vivono felicemente insieme da molti anni, sfatando così il mito dell’incapacità per gay e lesbiche di avere relazioni lunghe e durature. Catherine e Christine, infatti sono due sessantenni che stanno insieme da vent’anni a Parigi mentre Lillo e Claudio vivono insieme da diciassette anni in un paesino vicino Roma; da “soli” sette anni Thomas e Johan vivono felicemente a Berlino. Dai quartieri popolari di Palermo (dove vivono e lavorano Gino e Massimo) al 14° arondissement di Parigi (dove Gaël e William gestiscono il loro ristorante) fino a Maria e Marisol (legalmente sposate) che vivono nella campagna vicino a Barcellona con i loro bambini: un maschietto di otto anni e due gemelline di sei. (Napoligaypress.it)

Visualizza contenuti correlati

Condividi

19 commenti

  1. luca/ch

    Bello perché non vuole descrivere semplicemente la condizione omosessuale, ma si sofferma sulla singolarità dell’esperienza individuale evitando generalizzazioni e, così, di prestarsi al gioco di coloro che non aspettano altro che cavalcare i soliti stereotipi. Un elemento del documentario che mi lascia un po’ critico è il continuo ribattere sulla questione diciamo… “religiosa”. Ma perché il riconoscimento della dignità civile deve passare sempre per una preventiva dimostrazione della benevolenza divina? Amore e basta? Mi sento di aggiungere….persone e basta.

  2. Giuseppe81

    Concordo cn Firm, bellissimo documentario ke mostra i mille modi d essere omosessuali! uno sguardo all’Italia e uno all’Europa e noti la differenza tra ki viene considerato cittadino e ki no!

  3. Ma quando uscirà questo bellissimo documentario in dvd? Quando vidi il film lo scorso settembre, il regista disse che c’era in programma l’uscita in dvd, ma ancora nada de nada.. Qualcuno ne ha notizia?

  4. Ho avuto finalmente la possibilità di vederlo.
    Ti lascia un senso di gioia, positività, allegria.. Voglia di innamorarsi!! Coppie gay e lesbo felici, di lunga durata, innamorate…
    Prossimamente in dvd…

  5. Il film è effettivamente uscito. Ma ovviamente la distribuzione è scarsa per questo genere. E’ un documentario, e in più a tematica gay. Ormai non mi stupisco più, ma sì, me ne rammarico.
    Su movieplayer leggo che è uscito in OTTO sale. Sì, sole otto sale.
    Milano, Torino (2), Roma, Napoli, Firenze, Bologna, Padova.
    Che tristezza.
    Spero vivamente che nei prossimi mesi lo riprogrammino, magari i cinema d’essai. Vedremo.

Commenta


trailer: L' Amore e basta

https://youtube.com/watch?v=3HXOW_wYWfA%26color1%3D0xb1b1b1%26color2%3D0xcfcfcf%26hl%3Dit%26feature%3Dplayer_embedded%26fs%3D1

Varie

Luca Zingaretti introduce al film recitando un testo di Aldo Nove, e Ursula Ferrara lega le varie storie con i suoi piccoli film d’animazione.

Il film racconta le storie d’amore di nove coppie gay e lesbiche. Inizia da Alessandro e Marco, due studenti universitari di Catania, e continua a Versailles con Nathalie e Valérie e la loro figlioletta Sasha. A Parigi vivono Catherine e Christine, due sessantenni che stanno insieme da vent’anni. Poi ci sono Lillo e Claudio che convivono a Sutri, un piccolo paese vicino a Roma. A Berlino da diversi anni vivono felicemente Thomas e Johan. Da sette anni stanno insieme Emiliana e Lorenza nella loro bella casetta nella Bassa Padana tra Parma e Mantova. Sono addirittura trenta gli anni del sodalizio amoroso e professionale di Gino e Massimo che incontriamo a Palermo. Un’altra coppia che vive e lavora insieme a Parigi da tanti anni è quella formata da Gaël e William. E infine le coniugi spagnole Maria e Marisol che vivono in campagna a Vic, vicino a Barcellona.

Come si può amare, oggi? La risposta di Stefano Consiglio e delle coppie che ha incontrato in quattro paesi europei sta nello scandalo della normalità, nella semplicità del sentire del gruppo di bambini che aprono il suo racconto a più voci. Si può vivere l’amore omosessuale con l’armonia, la limpidezza, le contraddizioni, la passione e la durata che sono da sempre modelli condivisi quando si parla di sentimenti? La sconvolgente naturalezza che ci restituiscono i protagonisti e le protagoniste del film è un valore potente destinato lasciare traccia nella nostra riflessione. Proprio come la vergogna dell’emarginazione, della paura, della diffidenza di cui parla Aldo Nove nella breve novella posta a exergo dei racconti di vita che tessono la trama, tra un’esplosione di colore e l’altra, come nella tradizione dei disegni di Ursula Ferrara.
(Giorgio Gosetti)

————————————
“Come una sorta di continuazione ideale dei Comizi d’amore di Pasolini e anche del suo precedente Il futuro – Comizi infantili, il film racconta di alcune coppie stabili omosessuali, rapporti che durano nel tempo e non necessariamente sotto forma di famiglia, ma solo di coppia. I suoi personaggi non sono solo italiani, ma anche francesi, tedeschi o spagnoli. Sono invece una coppia regolarmente sposata le spagnole Maria e Marisol che vivono nei pressi di Barcellona, con i loro tre figli e, forse, ne vogliono un quarto. Tutte persone che sanno elaborare in modo approfondito la loro situazione e possono dare lezioni di umanità e calore umano.” (S. Silvestri, Il Manifesto)

Effettua il login o registrati

Per poter completare l'azione devi essere un utente registrato.