8 donne e 1/2

8 donne e 1/2
Esprimi il tuo giudizio
Aggiungi ai preferiti
  • Tendenza LGBT G
  • Eros
  • Media voti utenti
    • (13 voti)
  • Critica
Varie

Cast

8 donne e 1/2

Un padre e un figlio, tanto ricchi da potersi dilettare nell’ozio e nel sesso, nella loro villa di Ginevra trasformata in una sorta di bordello privato. Due città, Kyoto e Ginevra, che l’autore descrive come due Eldorado della prostituzione. E, naturalmente, otto donne e mezzo, che riassumono prototipi vagamente demodé dell’immaginario sessuale maschile. Si vedono padre e figlio in nudo frontale, padre e figlio a Ietto insieme in compagnia d’una ragazza, padre e figlio che fanno incestuosamente l’amore tra loro per consolarsi della morte della moglie-madre

Condividi

3 commenti

Commenta


Varie

In seguito alla morte della moglie, Philippe Emmenthal, ricco banchiere e proprietario di una catena di sale da gioco in Giappone, cade in una fortissima depressione. Il figlio Storey cerca di tirarlo su con lunghi colloqui nei quali gli prospetta la possibilità di intrecciare nuove relazioni. Viste inutili le parole, Storey decide di passare ai fatti e esorta il padre ad invitare nella sua grandissima e lussuosa villa vicino a Ginevra nove donne che lo allieteranno ciascuna in modi e forme differenti. Le donne arrivano. Si chiamano Griselda, Palmira, Clotilde, Kito, Simato, Mio, Beryl, Gioconda, Giulietta. Ciascuna cerca di ritagliarsi un proprio spazio ma gli umori del banchiere sono imprevedibili e le donne stesse non sono sempre disponibili. In realtà il cerchio si sta stringendo intorno a Philippe. Arrivano agenti esattori. Padre e figlio sono processati per vari reati finanziari, e Simato chiede che le venga ceduta l’azienda dei giochi in Giappone. Dopo che i due, nudi, hanno firmato, una scossa di terremoto uccide Kito. Le altre vanno via. Palmira è l’ultima ad appartarsi in intimità con Philippe, che muore con lei. Va via anche Palmira. Storey rimane con la donna handicappata. Arriva una nuova scossa di terremoto che spazza tutto.

Effettua il login o registrati

Per poter completare l'azione devi essere un utente registrato.