I PIU' SIGNIFICATIVI COMING OUT DEL 2013

Il coming out dell’anno, quello più commovente, difficile, tormentato, ecc. In testa la categoria degli attori seguita dagli sportivi. In coda i politici.

Come bilancio del 2013 LGBT pubblichiamo per prima questa lista perchè sicuramente la più facile, in quanto sono stati moltissimi i coming out registrati dai media nel 2013 e il nostro lavoro è stato più quello di ‘chi’ escludere anzichè di ‘chi’ inserire. Abbiamo quindi sacrificato molti nomi, come ad esempio la sportiva australiana Belle Brockhoff, campionessa di snowboarder o la olimpionica canadese di pattinaggio su ghiaccio, Anastasia Bucsis, che vogliamo qui ricordare perchè sono state le prime atlete a fare coming out in segno di protesta alla legge russa anti-gay. La ventenne Brockhoff ha detto: “Voglio essere orgogliosa di quello che sono e del lavoro che ho fatto per arrivare alle Olimpiadi, in barba a questa orribile legge russa”.

Anche quest’anno la maggioranza dei coming out registrati dai media e presenti in questo elenco viene ottenuta dagli attori, 13 su 25, nonostante che sia una delle categorie che col coming out mette maggiormente a rischio il suo lavoro. Questo perchè molti produttori ritengono che un gay dichiarato sia meno credibile in un ruolo etero, per cui dovendo scegliere, per un ruolo etero optano quasi sempre per un attore etero (vedi il caso di Matt Bomer per il film ’50 sfumature di grigio’). Ai gay rimangono assicurati i ruoli LGBT, fortunatamente in continua crescita. In merito possiamo aggiungere che l’interpretazione di un ruolo gay per un attore velato è spesso l’occasione per fare finalmente coming out, anche perchè questa volta la produzione non ostacola ma pensa che sia un’ottima promozione al film.

Nonostante gli attori siano la maggioranza, quest’anno assegnamo il ‘coming out dell’anno‘ ad uno sportivo, categoria che arriva seconda in questo elenco (con sette personaggi). Il suo nome è Tom Daley, campioni di tuffi, appena 19enne, star numero uno nel suo Paese, la Gran Bretagna, dove ha riempito per mesi le pagine dei media, con interviste, show e documentari a lui dedicati. Ha pubblicato anche una autobiografia e al colmo della notorietà, dopo qualche tentennamento, ha avuto il coraggio di fare coming out. Sappiamo che a convincerlo è stato sicuramente il suo fidanzato, nientemeno che lo scrittore e sceneggiatore Dustin Lance Black (Milk).

Il coming out più difficile lo assegnamo invece ad un’altra giovanissima, l’attrice filippina Charice Pempengco, 21enne, conosciuta soprattutto per la sua partecipazione alla serie Glee. Charice è stata definita da Oprah Winfrey “la ragazza più talentuosa del mondo”. Purtroppo in famiglia non accettavano la sua omosessualità e soprattutto che facesse coming out. La madre le diceva “anch’io sono stata lesbica ma per amore della famiglia ho rinunciato a tutto”. La conseguenza di questa oppressione famigliare è certamente alla base del tentativo di suicidio di Charice pochi mesi dopo il coming out.

La famiglia ha invece aiutato moltissimo il coming out dell’attrice Maria Bello che è stata sollecitata a farlo addirittura dal figlio che le ha detto: “Mamma, l’amore è l’amore, chiunque tu ami”. Anche la famiglia d’origine, italo-polacco, la sostiene con decisione, apprezzando la sua nuova compagna.

Il coming out più tormentato è invece quello dell’attrice Michelle Rodríguez (Lost), che da dieci anni continuava ad essere oggetto di petegolezzo sui media e lei continuava a negare di essere lesbica, tra un arresto e l’altro (picchia la coinquilina e guida in stato di ebbrezza), fino a novembre 2013 quando, intervistata da Entertainment Weekly, ammette di essere bisessuale e di trovare intriganti sia gli uomini che le donne.

Un coming out particolare spetta invece al soldato Manning, che tutti pensavano che fosse gay, e invece, dopo la condanna a 35 anni, rivela di essere trans e di essere prigioniero due volte, anche come donna nel corpo di un uomo. A lui i nostri auguri per una doppia e sollecita liberazione.

Il coming out più divertente (ma anche tenerissimo) ci è sembrato quello del giovanissimo attore Lucas Cruikshank che potete godervi guardando il video che ha fatto appositamente dove tra l’altro chiede “mi spieghi perchè non c’è bisogno di fare un video per dire che sei etero?”.

L’unico coming out di un personaggio italiano presente in questo elenco è quello di un politico, categoria che forse, ancora di più di quella degli attori, dichiarandosi mette a rischio la propria carriera (i gay sono il 5% e in Italia fanno i velati anche dentro la cabina elettorale), nonostante alcuni esempi eccellenti (Vendola e Crocetta, presidenti di Regione). Parliamo del consigliere sardo Gianluigi Piras, partito democratico, che si dichiara gay per tentare di rimediare ad una grave gaffe che aveva riempito le cronache dei quotidiani. Se ci avesse pensato prima forse evitava sproloqui da bettola.

L’elenco seguente è in ordine di data

  

Coming out di Brian Boitano, medaglia d’oro del pattinaggio
L’occasione delle olimpiadi invernali di Mosca, dove Obama, in segno di protesta contra la legge omofobica recentemente promulgata su tutto il territorio della Russia, ha voluto che partecipassero degli sportivi americani omosessuali dichiarati (la mia più grande soddisfazione sarebbe che riuscissero a salire sul podio) ha sollecitato Brian Boitano, ex pattinatore, medaglia d’oro a Nagano 1998, a fare coming out. Il pattinatore, che ha già partecipato a tre olimpiadi, farà parte della delegazione Usa a Sochi 2014 e scrive: “Mi piace essere ricordato per i mie successi ed i miei contributi. Mentre sono orgoglioso di avere un ruolo pubblico di rappresentanza nella delegazione americana come ex atleta olimpico, ho sempre tenuto riservata la mia vita privata, che la mia famiglia ed i miei amici conoscono bene. E continuerò a farlo. Io sono molte cose: un figlio, un fratello e zio, un amico, un atleta, un cuoco, un autore, ed essere gay è solo una parte di ciò che sono. Prima di tutto io sono un atleta americano e io sono orgoglioso di vivere in un paese che incoraggia la diversità, l’apertura e la tolleranza. Come atleta, spero che possiamo rimanere concentrati sullo spirito olimpico che celebra il successo nello sport dei popoli di tutte le nazioni.” Nella delelegazione americano saranno presenti due campionesse lesbiche dichiarte: Billie Jean King, ex tennista diventata donna simbolo del movimento in favore dei diritti degli omosessuali, e Caitlin Cohaw medaglia d’oro dell’hockey su ghiaccio

20/12/2013 – Argomento: Coming Out

20/12/2013 – virgilio.it : Coming out di Brian Boitano

  

Il coming out del giovane attore Harry Cook
Il giovanissimo attore austraiano Harry Cook ha pubblicato su You Tube un video dal titolo ‘From my heart’, dove dichiara la propria omosessualità. Nel video dice: “Quello che sto facendo è una delle cose più difficili che abbia mai fatto, ma so che è una cosa giusta da fare. Spero di avere il vostro sostegno”. Esprime poi tutta la sua paura e i timori che questo suo coming out possa influenzare negativamente la sua carriera da attore. “Ci ho pensato per molto tempo, restando sempre fisso su questa idea, la paura che potessi rovinare la mia carriera”. Il suo timore principale era che registi e produttori pensassero che adesso non potrebbe più interpretare in modo convincente dei ruoli etero. “Il nome del mio lavoro è ‘attore’, che vuol dire assumere ruoli diversi da me, da quello che sono, cosa che ho sempre fatto sin dalle scuole secondarie”. Cook aveva acquisito popolarità interpretando il figlio di Geena Davis nel film ‘Accidents Happen’, seguito poi dalla serie tv ‘Old School’. Cook ha appena finito di interpretare il film “Drown” di Dean Francis su un gruppo di tre amici surfer, tra i quali nasce un amore non corrisposto che esplode in una notte di violenza omofobica.

10/12/2013 – Argomento: Coming Out

  

Il coming out del 19enne Tom Daley campione mondiale di tuffi
Ottima risonanza sulla stampa, anche italiana, per il coming out di Thomas Robert «Tom» Daley, il 19enne atleta inglese, campione del mondo nei tuffi. Il 2 dicembre 2013 ha pubblicamente fatto coming out, dichiarando tramite il proprio canale YouTube di avere un compagno: “Nella primavera di quest’anno la mia vita è cambiata radicalmente, perché ho incontrato qualcuno che mi fa sentire bene. Questo qualcuno è un ragazzo… La mia vita è stata come un giro sulle montagne russe. Alla fine, mi sono sentito bene e ho pensato: sono pronto“. Tom è una star in Gran Bretagna: bronzo alle Olimpiadi di Londra dalla piattaforma 10 metri, nella stessa specialità oro ai mondiali di Roma 2009 e in due europei. L’orgoglio di un paese: documentari sulla Bbc, un programma tv che ovviamente si chiama Splash, la sua autobiografia uscita l’anno scorso, “My Story”, ora completata da questo inatteso coming out. “Papà mi ha sempre detto:’Finché sei felice tu, sono felice anch’io’. Anche la mamma mi è stata vicina e così la famiglia e gli amici” ha detto Tom, ricordando anche la sofferenza per la morte del padre. Data la giovane età gli perdoniamo ancora qualche incertezza (qualche mese fa aveva negato di essere gay al Daily Mirror) come quando ancora dice: “Ovviamente penso ancora alle ragazze, ma ora esco con un uomo e non potrei essere più felice”. Si vocifera che il suo fidanzato sia lo sceneggiatore Dustin Lance Black (Milk)

03/12/2013 – Argomento: Coming Out

06/12/2013 – vitadamamma.com : Tom Daley – Campione Sportivo confessa: “Sono Gay” (Video)
03/12/2013 – Corriere della Sera : L’outing del giovane Tom «Felice con un uomo»

  

Sollecitata dal figlio, l’attrice Maria Bello fa coming out
Maria Bello è un’attrice bella e brava che nel nostro db conta già quattro film (al 2013), famosa soprattutto per avre recitato nella serie “ER Medici in prima linea” e nel film “A History of Violence” oltre che nel recente “Prisoners”. L’attrice ha scritto un articolo sul New York Times del 29 novembre dove dichiara di essere felicemente gay e di aver creato una famiglia moderna insieme a Claire, sua compagna e madrina di suo figlio. Il coming out è stato provocato da una domanda del figlio dodicenne Jackson che le chiedeva se attualmente, dopo il divorzio con il produttore Dan McDermott, avesse una relazione con qualcuno. Era stato il suo analista a consigliarle di aspettare a rivelare la cosa solo quando Jackson le avesse rivolto domande specifiche in merito. Alla rivelazione il figlio le ha detto: “Mamma, l’amore è l’amore, chiunque tu ami”. Maria dice anche di aver trovato una inattesa reazione positiva da parte della sua famiglia italo-polacca molto tradizionale: “E’ una brava ragazza, buon per te” le ha detto il padre riferendosi alla sua compagna Claire.

03/12/2013 – Argomento: Coming Out

03/12/2013 – rumors.it : Maria Bello è gay, il coming out dell’attrice americana

  

L’attore Andrew Scott, famoso per la serie “Sherlock”, si dichiara gay
Andrew Scott ha vinto il BAFTA Award per il suo ruolo nella serie inglese “Sherlock” che ha per protagonista Benedict Cumberbatch. In una intervista a The Independent l’attore ha parlato del suo prossimo ruolo nel film “Legacy” dove interpreta un immigrato russo e alla domanda di come ha imparato l’accento russo ha risposto: “Ho iniziato guardando i filmati su You Tube con Vladimir Putin poi quando Putin ha promulgato la legge anti-gay, essendo io un omosessuale, sono passato a guardare i video con Rudolf Nureyev”. Ha poi proseguito dicendo: “Per fortuna non tutti vedono l’omosessualità come un difetto. Anche se non è neppure una virtù, come la gentilezza. O un talento, come suonare il banjo. E’ solo un dato di fatto… Io sono una persona riservata, penso che sia importante per un attore. Ma c’è una differenza tra la privacy e la segretezza e quest’ultima non mi piace… Spero solo di poter andare avanti con il mio lavoro che è quello d’interpretare un sacco di persone diverse. Semplicemente questo”. Attualmente sta lavorando anche nel film “Pride” (nelle sale nel 2014), dove interpreta un personaggio gay in una storia concentrata attorno ad un gruppo di attivisti LGBT che decidono di raccogliere fondi per sostenere le famiglie dei minatori in sciopero durante l’estate del 1984.

19/11/2013 – Argomento: Coming Out

  

L’attore Maulik Pancholy festeggia un fidanzamento di nove anni col coming out pubblico
Maulik Navin Pancholy, classe 1974, è un attore americano di origini pakistane, conosciuto soprattutto come Jonathan nella serie “30 Rock”. Ha avuto piccole parti anche nelle serie The Sopranos, Law & Order: Criminal Intent e The Comeback. Lavora anche a teatro (New York City). Il 12 novembre 2013, intervistato da Out Magazine che lo inserisce negli Out 100, dichiara di essere gay e di avere una relazione fissa da nove anni. Si è deciso a fare coming out pubblico per sostenere le rivendicazioni del movimento lgbt e dei matrimoni gay. Dice inoltre di amare i colpi di scena come quando da bambino, dopo essersi tagliato involontariamente una mano, simulò uno svenimento nella vasca da bagno. Recentemente ha interpretato due personaggi gay, come Neal nella sitcom Whitney (ora cancellata) e come Sanjay Patel in Weeds dove era prima innamorato di Nancy (Mary-Louise Parker) e poi, all’inizio dellla terza stagione, si dichiara gay.

11/11/2013 – Argomento: Coming Out

  

Per la dinamica attrice Michelle Rodríguez sono intriganti sia gli uomini che le ragazze
Mayte Michelle Rodríguez è un’attrice statunitense conosciuta al grande pubblico per i suoi ruoli nei film Fast and Furious, Resident Evil, S.W.A.T. – Squadra speciale anticrimine e per aver interpretato il ruolo di Ana Lucia Cortez nella serie televisiva Lost. Ha inoltre recitato nel film Avatar di James Cameron. La sua vita è stata alquanto tormentata, sia per cause legali che per le ambiguità sessuali. Nel 2002 viene arrestata per aver assalito la compagna di camera. Durante le riprese di Lost viene arrestata per aver guidato sotto l’effetto dell’alcool (fatto che l’obbliga ad uscire dal cast), cosa che si ripete più avanti. Per quanto riguarda la vita sentimentale nel 2000 rompe col fidanzato mussulmano (per le sue richieste religiose). Poi si parla di una sua storia con Vin Diesel e Olivier Martinez. Nel 2006 dice alla rivista Cosmopolitan di non essere lesbica ma di aver sperimentato entrambi i sessi. Più tardi la rivista The Advocate fa parlare la bisessuale Kristanna Loken che rivela, un po’ ambiguamente, di essere in coppia con la Rodriguez, cosa che non viene mai confermata. Nel 2007 la rivista lesbica Curve, in un articolo di copertina, fa apparire come bisessuale la Rodriguez, cosa che l’interessata poi nega dicendo che le hanno messo in bocca parole non sue. A novembre 2008 ripete alla rivista Cayena di non essere lesbica. Finalmente a novembre 2013 la bella Rodriguez dice a Entertainment Weekly che lei ha avuto relazioni sentimentali sia con uomini che con donne: “Ho praticato entrambe le strade. Faccio come più mi piace. Sono troppo curiosa per non fare quello che mi piace. Gli uomini sono intriganti, ma anche le ragazze”

10/11/2013 – Argomento: Coming Out

  

Il consigliere comunale Gianluigi Piras fa coming out
Gianluigi Piras, 36 anni, era arrivato sui media il 16 agosto per una frase offensiva che aveva messo su Facebook rivolta all’atleta russa Yelena Isinbayeva. Piras, consigliere comunale a Jerzu ed esponente del PD sardo, corrente civatiana, sommerso dalle critiche, promette di dimettersi da tutte le cariche chiedendo scusa. Due mesi dopo fa pubblicamente coming out, rendendo anche più comprensibili, ma non giustificabili, le sue parole contro la Isinbayeva, che aveva pubblicamento difeso Putin e la sua legge anti-gay. Piras, nel suo discorso riportato da “La Nuova Sardegna”, dice: “Quello che voglio dirvi ha origini lontane, quando a tredici anni mi sono accorto di provare delle pulsioni per le persone del mio stesso sesso. Qualcosa cambia. Ti ritrovi in biblioteca a leggere e a informarti sull’omosessualità, credendola una malattia per trovarne la cura. Poi scopri che la cura non esiste perché non si tratta di una malattia. Ma non è semplice in una società e in una realtà come la nostra dove senti i padri fare affermazioni del tipo: ‘Meglio un figlio morto che gay'”. Alla fine non si dimette da Consigliere (nessuno glielo chiede), ma si dimette dalle cariche nel PD perchè nessuno dei vertici del partito ha cercato di comprenderlo.

29/09/2013 – Argomento: Coming Out

24/12/2013 – La Nuova Sardegna : Il consigliere che insultò la Isinbayeva: «Sono omosessuale»
16/10/2013 – blitzquotidiano.it : Gianluigi Piras non si dimette più. Scrisse: Isimbayeva per me possono stuprarti
30/09/2013 – L’Unione Sarda : Il consigliere fa coming out “Sono gay: Jerzu deve sapere”
29/09/2013 – sardiniapost.it : Il coming out di Gianluigi Piras due mesi dopo il caso Isinbayeva: “Sono gay”

  

La tennista Casey Dellacqua confessa di aver avuto un figlio dalla sua compagna
Casey Dellacqua è una tennista australiana arrivata per due volte alle finali del Roland Garros e vincitrice di 21 titoli Itf e altri 17 in singolare. Il 28 agosto 2013 ha parlato ai giornalisti a New York che gli chiedevano i motivi della sua lunga assenza dopo il torneo di Wimbledon. Ha detto: “Il post Wimbledon è stato un momento di rilassatezza , un momento in cui dovevo stare a casa. Tre settimane fa è nato mio figlio Blake Benjamin, questo è stato per me e la mia compagna un momento davvero emozionante… Non so se inizierò a passare più tempo a casa, forse continuerò a giocare lo stesso tempo perchè mi dà una motivazione maggiore. In ogni caso il tennis non è tutto nella vita, c’è ben altro di più importante nella vita come una famiglia e un bambino”. Il tennista svizzero Roger Federer aveva dichiarato, dopo il coming out di Jason Collins che “il tennis è uno sport molto ‘aperto’, non c’è gioco di squadra e quindi a maggior ragione non credo che sorgerebbero problemi qualora un tennista facesse outing”.

30/08/2013 – Argomento: Coming Out

31/08/2013 – libero.it : Dellacqua: “Sono gay”
30/08/2013 – ubitennis.com : Casey Dellacqua: “La mia compagna ha partorito il nostro primo figlio”

  

Wentworth Miller fa coming out per protestare contro la legge omofoba russa
L’attraente 41enne Wentworth Miller, diventato famoso come atletico protagonista della serie “Prison Break” ha fatto coming out cogliendo l’occasione di un invito al Festival di San Pietroburgo (l’attore è di origini russe), da lui cortesemente rifiutato. La sua lettera di rifiuto è stata pubblicata sul sito della GLAAD (Gay & Lesbian Alliance Against Defamation), dove si legge: “Come uomo gay devo declinare l’invito. Sono profondamente preoccupato per l’atteggiamento attuale nei confronti di uomini e donne gay da parte del governo russo. La situazione è inaccettabile e io non posso partecipare ad un evento celebrativo ospitato da un paese in cui alla gente come me vengono negati i diritti di vivere e di amare apertamente. Forse, quando e se le circostanze migliorano, sarò libero di fare una scelta diversa“. Miller, nonostante fosse molto chiacchierato, aveva sempre negato la sua omosessualità, vedi intervista a “In Style” del 2007 dove diceva: “Non sono gay, ma questo rumor è duro a morire. Mi piacerebbe avere una fidanzata e una famiglia, ma finora non ho ancora incontrato quella giusta. Al momento mi sto solo concentrando sul lavoro“.

23/08/2013 – Argomento: Coming Out

23/08/2013 – Vari : Wentworth Miller gay? Sì, sono una donna sgomenta

  

La doppia prigione del soldato Manning, anche quella di una donna nel corpo di un uomo
Bradley Manning è il soldato americano che viene condannato a 35 anni di prigione per aver passato oltre 700mila documenti segreti a Wikileaks. Il procuratore aveva chiesto una pena di 90 anni. Oltre alla notizia della condanna, riempie le pagine dei quotidiani di mezzo mondo anche il suo coming out come transgender. Era risaputo che fosse omosessuale e che avesse problemi con la propria identità, ma non aveva mai dichiarato ufficialmente, come ha fatto dopo la condanna, di voler essere chiamato Chelsea, nome femminile, perchè sicuro di sentirsi interiormente donna: “Voglio che tutti conoscano chi sono realmente. Dato che mi sento così dall’infanzia”. Ha chiesto di iniziare la terapia ormonale ma il penitenziario militare americano è forse l’unico posto in America dove questo non è possibile. Manning comunque non si arrende e supportato dal suo avvocato David Coombs, che ha già inoltrato domanda di grazia ad Obama (“Ho violato la legge per amore del mio Paese e senso di dovere verso gli altri e se respingerà la mia richiesta di grazia, sconterò la mia pena sapendo che a volte bisogna pagare un alto prezzo per vivere in una società libera”), inisterà nella sua richiesta fino ad arrivare alla Corte Suprema. In America sono comunque molti coloro che ritengono esagerata la pena inflitta a Manning, soprattutto se confrontata con quella di altre spie anche assassine che al massimo hanno avuto 25 anni.

23/08/2013 – Argomento: Coming Out

23/08/2013 – Vari : Manning: «Voglio chiamarmi Chelsea»
17/08/2013 – Il Manifesto : Alla fine Manning chiese scusa
15/08/2013 – La Repubblica : Il mea culpa del soldato Manning “Ho danneggiato gli Stati Uniti”
24/02/2012 – La Gazzetta del Sud : WikiLeaks, la “talpa” Manning rischia la condanna all’ergastolo
16/12/2011 – L’Espresso : Il processo a Manning
27/11/2011 – La Stampa : Bradley Manning – Il soldato che tradì il Pentagono rischia mezzo secolo di galera
05/07/2011 – TMNews : WikiLeaks/ Soldato Manning:Ho subito atti di bullismo perché gay
06/04/2011 – La Repubblica : Salvate il soldato Manning
05/03/2011 – L’Unità : La talpa di Assange rischia il patibolo – Ma Wikileaks sarà un film di Spielberg
30/11/2010 – La Stampa : Quel soldato geniale e introverso che ha rubato i file del Pentagono
10/08/2010 – La Repubblica : Gay e solo, ecco il soldato che ha tradito gli Stati Uniti
02/08/2010 – La Repubblica : Wikileaks, un file criptato tiene in scacco il Pentagono

  

Il giovane attore Lucas Cruikshank, primo su You Tube, si diverte a fare coming out
Lucas Cruikshank è un giovane attore americano (classe 1993) diventato famoso per aver creato il personaggio di Fred Figglehorn nell’omonima serie web su You Tube. Aveva solo 15 anni e i suoi video guadagnarono un milione di visitatori ottenendo il primo posto nelle classifiche di You Tube. Lucas ha cinque sorelle e due fratelli. Il 20 agosto 2013 ha pubblicato un video su You Tube dove dichiara di essere gay e di essere emozionato nel dirlo anche se la sua famiglia ed i suoi amici lo sanno già da tre anni.
Il video del coming out è divertente e tenero. Lucas è insieme a Jennifer Veal, la sua migliore amica, e gli viene chiesto se è gay. Jennifer risponde: “Sì, è gay”. Lucas, tra il divertito e l’emozionato conferma: “Sì, sono gay. Com’è strano dirlo davanti ad una telecamera” e l’amica percependo il suo disagio l’abbraccia con simpatia, e lui “mi spieghi perchè non c’è bisogno di fare un video per dire che sei etero?”…

20/08/2013 – Argomento: Coming Out

  

La cantante e attrice Raven è lesbica, fidanzata e felice di potersi sposare (quando lo vorrà)
Raven-Symoné Christina Pearman, nota come Raven-Symoné o semplicemente Raven è un’attrice, cantante, ballerina, produttrice e modella statunitense. In Italia è nota per aver interpretato Olivia nel telefilm I Robinson e come protagonista del telefilm Raven. Come cantante ha iniziato la sua carriera quando aveva sette anni con un contratto con la MCA Records. Ad oggi ha pubblicato 5 album e fatto diversi tour. Lo scorso anno ha debuttato a Broadway come protagonista di Sister Act.
Nel maggio 2012, in seguito ad alcuni gossip apparsi sui media, che la dicevano fidanzata con la modella AzMarie, scrisse su Twitter: “Il mio orientamento sessuale riguarda solo me così come le persone con cui esco. Non ritengo necessario mettere in piazza la mia vita privata”. Senza quindi nè confermare nè negare la sua omosessualità. Nell’agosto 2013 commentando su Twitter la legalizzazione dei matrimoni gay scrive: “Sono felicissima di sentire che oggi molti Stati americani hanno approvato il matrimonio gay. Io attualmente non ho in programmi di sposarmi, anche se sono fidanzata, ma sono contenta di sapere che quando volessi potrei farlo”. La sua fidanzata è Azmarie Livingston, ex concorrente del celebre programma America’s Next Top Model.

20/08/2013 – Argomento: Coming Out

  

Il coming out della star del wrestling Darren Young
Darren Young, nome di nascita Fredrick Douglas Rosser III, è il primo campione internazionale di wrestler ancora in carica a fare pubblicamente coming out.
In una intervista rilasciata il 15 agosto al canale TMZ, alla domanda del giornalista che gli chiedeva se pensava che un wrestler gay potrebbe avere successo, risponde: “Assolutamente sì, guardate me. Io sono una superstar del WWE e devo essere onesto con voi, posso dirvi proprio in questo momento che sono gay. E sono felice. Molto felice… Voglio essere un modello per le persone che hanno paura di uscire dall’armadio”. Dopo questa dichiarazione la WWE ha rilasciato un comunicato di sostegno a Rosser per aver avuto il coraggio di dichiararsi, sostegno che gli è arrivato anche da molti altri lottatori. John Cena, suo temibile avversario sul ring, si è congratulato per il coming out, dicendo che, nonostante l’antagonismo, sono buoni amici nella vita privata ed è contento che Young abbia finalmente rivelato il suo orientamento sessuale. Attualmente Rosser vive col fidanzato Nick da due anni. Altri campioni di wrestler, come Pat Patterson, Chris Kanyon e Orlando Jordan, si sono dichiarati gay ma solo dopo essersi ritirati dall’attività sportiva.

17/08/2013 – Argomento: Coming Out

19/08/2013 – huffingtonpost.it : Darren Young: “Sono gay e felice d’esserlo”.
17/08/2013 – Giornalettismo.com : Il coming out della star del Wrestling

  

L’attore Ben Whishaw fa sapere di essersi sposato col suo compagno nel 2012
Il 32enne attore Ben Whishaw, recentemente visto nel ruolo di Q nel film Skyfall, si è felicemente sposato nel 2012 col compositore australiano Mark Bradshaw. Noi siamo venuti a saperlo solo adesso dopo che il suo portavoce l’ha dichiarato al Daily Mail, per fermare il pettegolezzo crescente. Si legge: “Ben non ha mai voluto nascondere la sua sessualità, ma come molti attori non preferisce parlare della sua vita privata. Per fermare le speculazioni possiamo confermare che Ben e Mark si sono sposati civilmente nell’agosto 2012. Erano orgogliosi di farlo e sono molto felici”. Whishaw ricoprirà ancora il ruolo di Q nel prossimo film di James Bond con protagonista sempre Daniel Craig.
Ben Whishaw si è diplomato in arte drammatica nel 2003 e nel 2004 ottiene piccole parti ne “Il mercante di Venezia” e in seguito nei film “L’amore fatale” e “The Pusher” entrambi con Daniel Craig. Il suo primo ruolo da protagonista arriva nel 2005 nel film “Profumo – Storia di un assassino” di Tom Tykwer. Nel 2007 è protagonista in “Ritorno a Brideshead” e nel 2009 in “Bright Star” di Jane Campion.

06/08/2013 – Argomento: Coming Out

06/08/2013 – italpress.com : BEN WISHAW E’ GAY, HA SPOSATO IL COMPAGNO NEL 2012

  

Jenny Owen Youngs, cantautrice americana di successo, dice di essere super gay
La cantautrice americana Jenny Owen Youngs scrive una lettera sul sito web EveryoneIsGay.com dove annuncia di essersi fidanzata con la fondatrice del sito, Kristin Russo. “Vi sto scrivendo, tra le altre cose, per dirvi che io sono super gay. Non so se questa sarà una sorpresa per molti di voi, se lo è sorprendetevi pure, se no sappiate che avevate visto giusto”. Nella lettera spiega che inizialmente non voleva dichiararsi per non compromettere la sua carriera e deludere qualche fans, ma poi “mi sono sentita orgogliosa di offrire la mia voce al coro di tutti quelli che hanno già fatto coming out e devo ringraziare il lavoro che la mia compagna sta facendo per i giovani LGBT. Penso che l’isolamento sia dannoso e che i giovani abbiano bisogno di vedere figure pubbliche che sono come loro. E’ importante poter conoscere persone che sono come te e sapere che non si è soli, che non sei una anomalia, un errore…”. Owen Youngs ha ottenuto i primi successi nel 2005 col suo album “Batten The Hatches” quando la canzone “F*** Was I” venne inclusa negli hits di Showtime Weeds. Da allora ha pubblicato altri tre album ed è andata in tour con una serie di musicisti tra cui Allison Weiss, Aimee Mann e Regina Spektor.

12/06/2013 – Argomento: Coming Out

  

Charice Pempengco, l’interprete di Sunshine in Glee, fa coming out nonostante la famiglia sia contraria
Charice Pempengco è la giovane attrice filippina, 21 anni, famosa per aver interpretato il ruolo di Sunshine Corazon nella serie Glee (seconda stagione). Intervistata durante la sua partecipazione ad un talk show (The Buzz), ha detto serenamente di essere lesbica mettendo fine ai pettegolezzi che circolavano da un anno. Ha detto: “Per me questo non è un problema e mi spiace se lo è per qualcuno. Adesso mi sento libera e posso uscire di casa senza pestare i piedi di nessuno”. Oprah Winfrey aveva definito l’attrice come “la ragazza più talentuosa del mondo”. Charice ha detto che ha dovuto allontanarsi dalla famiglia perchè la madre e la nonna non la comprendevano, o forse meglio dire perchè non la accettavano come gay, ma ha aggiunto di perdonare tutti coloro che non riescono a capirla, mentre ringrazia tutti quelli che la sostengono. Charice si era guadagnata la notorietà, prima di Glee, con alcuni video su You Tube, apprezzati anche da Ellen DeGeneres che l’aveva invitata al suo show. Purtroppo sembra che Charice abbia tentato di togliersi la vita nel mese di dicembre 2013, stando a quanto dichiarato dalla nonna Teresita, tagliandosi i polsi. Charice non ha confermato la cosa, ma sono noti i contrasti con la famiglia in seguito al suo coming out, con la madre che diceva: “Sì, sono stata per un periodo anche io lesbica, ma poi ho lasciato tutto per amore della famiglia”

02/06/2013 – Argomento: Coming Out

  

Il coming out della campionessa di pallacanestro Brittney Griner
Brittney Griner è una delle più grandi campionesse di pallacanestro, vincitrice del titolo NCAA nel 2012. Nel 2011 aveva esordito con la Nazionale statunitense. “23 anni, alta due metri e tre centimetri e 50 di piede, è la prima donna al mondo ad aver segnato 2000 punti e ad aver bloccato 500 tiri, numeri che l’hanno fatta entrare nel guinness dei primati del basket mondiale… Griner oggi è per il basket mondiale, una specie di Pelè 23enne nel fiore della carriera” (La Repubblica) La Griner, in una videointervista a SI.com del 17 aprile 2013, rivela di essere lesbica e di essere stata vittima del bullismo da ragazzina: “E’ stata dura. Essere presa di mira perché ero differente. Perché ero più alta e grossa delle altre, per la mia sessualità, per tutto”. Nell’intervista dice anche che sente come un dovere lavorare nella comunità gay, soprattutto per aiutare i ragazzi contro il bullismo e l’omofobia, e termina con questo invito: “Come ho già detto, siate chi siete. Non preoccupatevi di ciò che gli altri diranno, perché la gente avrà sempre qualcosa da dire su di voi, ma se siete sinceri con voi stessi, lasciatevi brillare per ciò che siete dentro. Non nascondete chi siete.” Dopo di lei hanno fatto coming out anche le cestiste americana Sharnee Zoll (che ha partecipato al Pride con la sua compagna) e Layshia Clarendon.

04/05/2013 – Argomento: Coming Out

04/05/2013 – Il Fatto : Jason Collins e Brittney Griner: gli atleti non possono essere gay, le atlete lo sono tutte

  

Il coming out di Jason Paul Collins, professionista della pallacanestro americana
Jason Paul Collins è un cestista statunitense, professionista nella NBA con i Washington Wizards.
A lui la rivista Sports Illustrated ha dedicato, il 29 aprile, la copertina con le parole “Ho 34 anni. Gioco centro nell’Nba. Sono nero. E gay”. Il suo coming out segue di pochi giorni quello di un’altra campionessa della pallacanestro, Brittney Griner, passato purtroppo sotto silenzio (probabilmente perchè funziona ancora lo stereotipo che le donne nello sport sono tutte lesbiche, e quindi un coming out non fa notizia). Commoventi le parole di Collins: “Sono uscito con le donne. Mi sono persino fidanzato. Credevo di dover vivere in un certo modo: sposare una donna e allevare dei figli con lei. Continuavo a ripetermi che il cielo è rosso, pur sapendo benissimo che il cielo è blu
Avevo il terrore di dire la cosa sbagliata, non dormivo bene la notte, ho inventato le bugie più penose: ci vuole un enorme investimento di energia per mantenere un segreto così grande… Quando giocavo nei Celtics, vidi il mio vecchio compagno di stanza a Stanford, Joe Kennedy (nipote di Robert F. Kennedy ndr), oggi importante uomo politico, marciare in testa alla sfilata del gay pride 2012. Per la prima volta mi scoprii geloso: geloso della libertà con cui aveva dichiarato al mondo la sua vera essenza.”

30/04/2013 – Argomento: Coming Out

07/05/2013 – La Stampa : L’espiazione in diretta televisiva del veterano del giornalista Usa
03/05/2013 – ubitennis.com : M. Fish: “Spero che un giorno essere gay non farà notizia”
03/05/2013 – firstonline.info : Usa, sponsorizzare atleti gay non è più un tabù. Anzi, è un affare…
01/05/2013 – Corriere della Sera : Basket, machismo e bulli La sfida di Collins al sistema
01/05/2013 – La Repubblica : Obama a Collins “Sono fiero di te”
30/04/2013 – Vari : Nba, Jason Collins: “Sono gay”. Primo atleta pro a dichiararsi omosessuale

  

Un Senatore Usa fa coming out in parlamento
Kelvin Atkinson è un deputato membro del Senato dello Stato del Nevada che con il suo coming out pubblico porta a cinque i rappresentati politici LGBT eletti in quello Stato. Atkinson ha dichiarato di essere gay durante il dibattito in parlamento sulla norma per aprire ai matrimoni gay. Nello Stato del Nevada è infatti in vigore dal 2002 un emendamento alla Costituzione che esclude i matrimoni tra persone dello stesso sesso (approvato a larga maggioranza dal popolo). Atkinson ha iniziato il suo discorso dicendo “Ho 44 anni, ho una figlia, sono nero e sono gay… Non avrei mai pensato di dover fare questa dichiarazione pubblica… Sono gay, lo so io e lo sanno pure la mia famiglia e mia figlia”. Dopo il suo intervento, riportato con rilievo da quasi tutti i media, la norma è stata approvata dal Senato e inviata alla Camera. Dopo l’approvazione di entrambe le camere dovrà esserci un voto popolare, non prima del 2016.

25/04/2013 – Argomento: Coming Out

26/04/2013 – Leggo : KELVIN ATKINSON, SENATORE DEL NEVADA: “SONO NERO, GAY E HO UNA FIGLIA”
25/04/2013 – La Repubblica : Senatore Usa fa coming out durante dibattito su nozze gay

  

Il produttore discografico Clive Davis si rivela come sincero bisessuale
Clive Jay Davis, classe 1932, è uno dei grandi e famosi produttori discografici del mondo, fondatore della Arista Records, J Records, membro della Rock and Roll Hall of Fame tra i non musicisti. Nel 1967, divenne presidente della CBS Records appassionandosi alla nuova generazione di artisti folk rock e di rock and roll. Ha scoperto talenti come Janis Joplin, Santana, Whitney Houston, Alicia Keys e ha prodotto i dischi di famosi cantanti da Bob Dylan e Bruce Springsteen a Dionne Warwick e Aretha Franklin. Ha vinto 4 premi Grammy come produttore.
Nel 2013 ha pubblicato la sua autobiografia “The Sound Track of My Life” dove rivela la sua bisessualità. Racconta la fine dei suoi due matrimoni e dice che dalla fine dell’ultimo, nel 1985, è sempre stato coinvolto solo in storie con uomini, soprattutto con due, un dottore con cui è stato per 13 anni e un’altro, di cui non dice il nome, per sette anni. Presentando il suo libro, ad un giornalista che gli ricorda il detto che “le persone si dividono in etero, gay e bugiardi”, facendo pensare che i bisessuali sarebbero in realtà dei bugiardi, Davis ha riisposto che “non sto mentendo, la bisessualità esiste. Per oltre 50 anni non ho mai fatto sesso con un uomo, e non perchè mi reprimevo. Ho avuto delle belle relazioni con donne”. Oggi Clive Davis è una delle più grandi personalità mondiali ad essersi dichiarato LGBT.

19/02/2013 – Argomento: Coming Out

  

Un giocatore del calcio americano, il 25enne Robbie Rogers, si ritira dal calcio per essere se stesso
Robbie Rogers, 25 anni, calciatore americano con 18 presenze in nazionale, giocatore nell’Heerenveen e nel Leeds, dichiara la sua omosessualità e decide di ritirarsi. Scrive così sul suo blog: “Per 25 anni ho avuto paura. Paura di mostrare chi ero veramente, paura dei giudizi e dell’eventuale rifiuto da parte di chi mi amava. Il calcio mi ha dato più gioia di quanto potessi sperare. Ma la vita è completa solo quando coloro che ti amano ti conoscono, quando sanno i tuoi veri sentimenti. La vita è semplice senza segreti. Credevo che avrei potuto continuare a nasconderlo per sempre: il calcio era la mia valvola di sfogo, la mia identità, il mio obiettivo. Col calcio nascondevo il mio segreto. Sarò sempre grato alla mia carriera. Ricorderò i miei compagni di squadra, ma ora è il momento di allontanarmi, di scoprire chi sono davvero oltre al calcio. Non potrei essere più felice della mia decisione: il mio segreto è svanito, e io sono libero. Posso finalmente andare avanti e vivere la vita come avrebbe voluto il mio Creatore”. E’ veramente triste che una persona debba rinunciare a ciò che ama di più per poter essere se stesso fino in fondo. Pochi giorni prima il portiere danese del Manchester United, Anders Lindegaard, aveva riacceso il dibattito su calcio e omofobia scrivendo sul suo blog che “al calcio serve un eroe gay, gli omosessuali hanno bisogno di questo, i tifosi sono legati a modelli antichi e rozzi. Il football è rimasto indietro, mentre il resto del mondo è progredito”. Il movimento gay americano e gran parte della stampa internazionale denunciano l’omofobia nel calcio. Alcuni mesi più tardi Robbie Rogers rientra nel calcio professionistico, sottoscrivendo un contratto con i Los Angeles Galaxy.

17/02/2013 – Argomento: Coming Out

28/05/2013 – AGI : Ovazione per Rogers, il calciatore gay dichiarato esordisce col Galaxy – VIDEO
27/05/2013 – La Repubblica : Coming out e ritiro, Rogers torna
30/03/2013 – calciomercato.it : Stati Uniti, Rogers: “Ora che ho detto di essere gay non potrei rientrare nel calcio”
17/02/2013 – Vari : Stati Uniti: calciatore ammette di essere gay e si ritira a 25 anni

  

Victor Garber è gay ma pensava che tutti lo sapessero
Victor Garber è un attore canadese, classe 1949, che ha ottenuto quattro candidature ai Tony Awards per le sue interpretazioni a teatro e conosciuto dai più per le sue partecipazioni in ruoli secondari in film come Insonnia d’amore, Il club delle prime mogli, Argo e soprattutto Titanic. Protagonista di serie tv come Alias (per la quale ha vinto il Golden Satellite Award ed il Saturn Award). Ha fatto coming out intervenendo sul sito internet ‘GreginHollywood.com’ dove dichiara di convivere a New York dal 2000 con l’artista e modello Rainer Andreesen. Si è dichiarato meravigliato che nessuno lo sapesse: “Non è una cosa di cui parlo ai quattro venti, ma lo sanno un po’ tutti. (Rainer) sarà con me alla cerimonia di consegna dei SAG Award”. Attualmente è impegnato in una nuova serie NBC, ‘Deception’, un lavoro che gli dà molta soddisfazione per “la complessità del mio personaggio, il dramma familiare, l’ambiguità”.

17/01/2013 – Argomento: Coming Out

17/01/2013 – Style.it : Victor Garber:«Sono gay. Non lo sapevate già?»

  

Il tardivo coming out di Jodie Foster
Jodie Foster ha ricevuto il premio “Cecil De Mille” alla carriera, consegnatole durante la cerimonia dei Golde Globe. Il suo discorso di ringraziamento era atteso, da molti anni, e finalmente è arrivato, non per il meritatissimo premio, ma perchè finalmente ha detto a tutto il mondo di essere lesbica. In verità non ha nemmeno usato la parola lesbica. Tutti a Hollywood sapevano della sua sessualità e della sua convivenza con una produttrice di Hollywood, Cydney Bernard, con la quale ha cresciuto i due bambini avuti da padri rimasti sconosciuti. Ma lei non aveva mai voluto dichiararlo pubblicamente, attirandosi le ire di tutto il movimento gay. Ieri sera, ad ascoltarla c’erano anche i due figli di 13 e 16 anni, che l’hanno applaudita insieme a tutti gli altri. Jodie ha esordito dicendo: “Oggi si può dire quello che ieri, cioè nell’età della pietra, potevi confidare soltanto alla migliore amica e alla mamma… Ebbene sì, lo posso dire sono…. Single” risate del pubblico in sala, poi ha continuato ringranziando la sua ex compagna: “la mia eroica partner, ex partner in amore ma sorella di spirito nella vita“. Da cinque anni sono separate, dopo una convivenza di vent’anni. Si parlava che volesse smettere di lavorare nel mondo del cinema, ma lei ha chiarito “che resterà un’attrice, una donna, una madre. In attesa del giorno nel quale non ci sarà più bisogno per nessuno di pronunciare il nome del proprio amore”.

15/01/2013 – Argomento: Coming Out

  

L’attore Matt Dallas inizia il 2013 con nuovo fidanzato e coming out pubblico
Matt Dallas, conosciuto soprattutto per il suo ruolo da protagonista nella serie “Kyle XY” è diventato attore dall’età di 12 anni. Si iscrive alla North Valley School for the Arts mentre contemporaneamente svolge lavori come cameriere e modello. Partecipa poi alla serie Eastwick, dove interpreta Chad, il ragazzo di Roxie (Rebecca Romijn) e recita nel film ‘Un principe in giacca e cravatta’ al fianco di Hilary Duff. Il 6 gennaio 2013 scrive su Twitter: “Starting off the year with a new fiance. A great way to kick off 2013!”
(Ho iniziato l’anno con un nuovo fidanzato. Un bel modo d’iniziare il 2013!). Il suo nuovo fidanzato è il musicista Blue Hamilton, cantautore californiano conosciuto nel 2009. Il mondo del gossip parlava spesso dell’omosessualità di Matt, ma questa è la prima volta che l’attore la dichiara pubblicamente.
Notizia su USMagazine.com

08/01/2013 – Argomento: Coming Out

Effettua il login o registrati

Per poter completare l'azione devi essere un utente registrato.