NUOVI TITOLI E ACQUISIZIONI SU QUEERFRAME.TV

Atlantide Entertainment distribuirà HOMME AU BAIN (foto a lato) di Christophe Honoré e SKOONHEID – BEAUTY, Queer Palm dell’ultimo Festival di Cannes. Altri titoli disponibili.

Dopo la tempestiva acquisizione dello stupendo “80 Egunean” di Jon Garaño e José María Goenaga sulla storia d’amore tra 2 donne ottantenni, film che ha vinto la 25a edizione del Festival Mix di Milano, Queer Frame ha appena concluso l’acquisizione di altri due importanti film: HOMME AU BAIN di Christophe Honoré, con Chiara Mastroianni e la star del porno gay François Sagat, presentato in concorso al Festival di Locarno 2010 e SKOONHEID – BEAUTY di Oliver Hermanus presentato nella sezione Un Certain Regard e vincitore della Queer Palm al Festival di Cannes di quest’anno.


Una scena da “Homme au bain” di Christophe Honoré

HOMME AU BAIN sarà disponibile in DVD a Febbario 2012 e fa parte di un pacchetto di film di Christophe Honoré che Atlantide distribuirà prossimamente e che include inoltre: LES CHANSONS D’AMOUR (2007, con Louis Garrel, Ludivine Sagnier e Chiara Mastroianni), LA BELLE PERSONNE (2008, con Louis Garrel e Léa Seydoux) e NON MA FILLE, TU N’IRAS PAS DANSER (2009, con Chiara Mastroianni e Jean Marc-Barr), tutti ancora inediti in Italia.

Girato tra la periferia di Parigi e New York HOMME AU BAIN racconta con delicatezza e realismo la fine della storia d’amore tra Emmanuel (François Sagat) e Omar. Quando Omar parte per New York chiede al compagno di non farsi più trovare in casa al suo ritorno. Emmanuel pare sfuggire alla solitudine improvvisa solo attraverso la ricerca compulsiva di relazioni sessuali. A pagamento, per noia o per piacere, senza trovare una ragione alla fine della sua storia. Sinfonia dell’abbandono, tra disorientamento e dolore. La bellezza statuaria del corpo di Sagat irrompe sulla scena con estetica violenza, causando l’adorabile e malinconico quasi timido imbarazzo di Chiara Mastroianni.

SKOONHEID – BEAUTY di Oliver Hermanus è stata una delle scoperte più interessanti dell’ultimo festival di Cannes e premiato con la Queer Palm – il premio dedicato ai film a tematica GLBT. Coproduzione Francia-Sud Africa (il produttore è Didier Costet, lo stesso dietro agli ultimi film di Brillante Mendoza) è il primo film in lingua afrikaans ad essere stato selezionato al festival di Cannes (nella sezione Un Certain Regard).

Il protagonista del film è François, afrikaner di mezza età dalla vita apparentemente tranquilla e molto borghese. Dopo molti anni incontra Christian, 23 anni, figlio di un vecchio amico, perfetta incarnazione della bellezza al suo massimo splendore. François prova immediatamente una forte attrazione che si trasformerà a breve in una passione insaziabile al limite dell’ossessione. Un dramma per raccontare con crudo realismo il tema della (celata) omosessualità in un paese già molto avanti per i diritti GLBT (i matrimoni tra persone dello stesso sesso sono legali già dal 2006).

——————

I cortometraggi di Juanma Carrillo


Una immagine da “Cannibali”

Queer Frame propone, a partire dal 1 Luglio, una selezione di 3 cortometraggi del video-artista spagnolo Juanma Carrillo, un giovane e promettente talento che mischia la cinematografia alla video-art. Nelle sue opere troviamo l’estetica dei videoclip musicali, le nuove tecnologie degli effetti visivi, storie accattivanti ed ironiche, ed una magnifica fotografia che conferiscono un giusto appeal sexy e erotico. I 3 cortometraggi presentati sono: Caníbales – Cannibali (2009), Perfect Day (2010) e Fuckbuddies (2011).

Caníbales – Cannibali (2009 – 19′)

A soli 10 minuti dal centro della città, centinaia di uomini affamati si incontrano in una zona di cruising. Alcuni cercano sesso rapido e facile, altri cercano compagnia; la maggior parte cercano se stessi.
Il corto è stato presentato a più di 50 festival internazionali (tra i quali Montreal, Toronto, Queer Lisboa, Mix Milano e Mix Mexico, Oslo) e viene nominato al prestigioso Iris Prize a Cardiff (UK).

Perfect Day (2010 – 20′)

Cos’è che cerchiamo quando abbiamo bisogno d’amore? Un corto in cui lo scambio di energie e la ricerca di un ideale svaniscono al contatto tra i corpi. Parte di una trilogia intitolata Cover Me.
Vincitore come miglior video d’arte al Lesgaicinemad di Madrid nel 2010.

Fuckbuddies (2011 – 6′)

Due uomini si incontrano per sesso all’ora di pranzo, in macchina, fuori città. L’incontro si trasforma, però, in una esilarante conversazione su mutui e tassi di interesse. Presentato al Festival Mix Milano ed al Zinegoak di Bilbao nel 2011

Regista, fotografo e musicista, Juanma Carrillo (nato a Logroño, Spagna, nel 1978) inizia la sua carriera nel mondo audiovisivo nel 2000 spaziando tra cinema di avanguardia e video arte. I suoi cortometraggi e le creazioni video partecipano a festival internazionali e sono proiettati in centri culturali come la Filmoteca de Andalucía in Spagna, il Queens Museum di New York, il Barbican Center di Londra o La Casa Encendida di Madrid.


SASHA Dennis Todorovic in anteprima nazionale, uno dei titoli più acclamati ai Festival di quest’anno


I due protagonisti di “Sasha”

Colonia. Sasha appartiene ad una famiglia originaria dei Balcani e ha un grande talento per la musica. L’uomo che ama, il suo insegnate di pianoforte, Weber, va a vivere in un’altra città. Sarà lui a spingerlo verso il coming out, e sempre lui a risollevarlo dopo un’audizione finita male. La rivelazione ai genitori della propria omosessualità avrà, però, conseguenze inaspettate…


End of Love – La fine dell’amore di Simon Chung, presentato nella sezione Panorama del Festival di Berlino 2009

Dopo il suicidio della madre, Ming affitta una stanza nell’appartamento di Cyrus. Con quest’ultimo scopre la droga e la prostituzione. Dopo un’overdose, Ming, è aiutato da Yan, il suo nuovo compagno, che cerca di strapparlo dalla tossicodipendenza per riportarlo a condurre una vita normale. Yan denuncia Cyrus: ma anche Ming viene arrestato…

Con una struttura non-lineare molto efficace, il film tratta tematiche non solitamente legate al cinema a tematica LGBT per sviluppare una storia di amore, amicizia e abbandono, nel viaggio di un giovane uomo alla ricerca della sua identità.



Catherine Deneuve in Après Lui – Dopo di lui di Gaël Morel presentato a Cannes nel 2007, alla Quinzaine des Realizateurs e finora inedito in Italia.

Diretto da Gaël Morel, di cui potete già trovare sul portale www.queerframe.tv, in streaming e download il bellissimo À toute vitesse – A tutta velocità, Après Lui – Dopo di lui mette a dura prova un madre che perde il figlio, la cui vita fino a quel momento non aveva ancora conosciuto abbastanza. Nel cast: Elodie Bouchez, Thomas Dumerchez e Guy Marchand.

Camille vede la sua vita distrutta dopo la scomparsa del figlio, Mathieu, in un incidente automobilistico. Incapace a rassegnarsi si aggrappa a Franck, il migliore amico del figlio, nonostante fosse alla guida dell’auto quando è avvenuto l’incidente e molti lo giudichino il principale responsabile della morte di Mathieu. I parenti e gli amici di Camille non comprendono questo suo comportamento, ma Camille, incurante dello scandalo, si affeziona sempre più a Franck, ricambiata. Poco a poco Franck comprende che l’ossessione di Camille può essere pericolosa…


L’Arbre et la Forêt – L’albero e la foresta di Olivier Ducastel e Jacques Martineau

Ultimo fim della coppia Ducastel-Martineau, autori di tanti film a tematica lgbt, e trai i registi più apprezzati da tutta la comunità queer e non solo. Presentato alla Berlinale nel 2010 e in concorso al Mix Milano, sempre nella passata stagione, L’Arbre et la forêt – L’albero e la foresta è un affresco intenso e complesso di una famiglia in cui un segreto nascosto per molti anni viene svelato.

Frédérick vive gestendo una serra di alberi. Per sessant’anni quest’uomo non ha solo coltivato semi e piantine ma ha anche un grosso segreto. Solo sua moglie e il figlio primogenito hanno sempre saputo la verità. Quando Frédérick era ventenne, la Francia era occupata dai nazisti e lui venne deportato a Schirmeck, un campo di concentramento nei Vosgi, a causa della sua omosessualità. Dopo la fine della Seconda Guerra Mondiale, Frédérick, terrorizzato da quanto aveva vissuto, scampato miracolosamente ad una morte sicura, ha voluto solo dimenticare e costruirsi una nuova vita. Ha scelto, così, di sposarsi e costruirsi una famiglia. Oggi, in seguito alla drammatica morte del figlio, Frédérick decide di svelare la verità.

TUTTI I TITOLI DISPONIBILI SU QUEERFRAME.TV in streaming o download

108 – Cuchillo de Palo di Renate Costa

17 fois Cécile Cassard – 17 volte Cécile Cassard di Christophe Honoré

À toute vitesse – A tutta velocità di Gaël Morel

All That I Love – Tutto ciò che amo di Jacek Borcuch

Ander di Roberto Castón

Another Gay Movie di Todd Stephens

Another Gay Sequel: Gays Gone Wild! di Todd Stephens

Après lui – Dopo di lui di Gaël Morel

Barcelona (un mapa) – Barcellona, una città di Ventura Pons

Bear Nation di Malcolm Ingram

Ça brûle – Al fuoco! di Claire Simon

Carícies – Carezze di Ventura Pons

Dancing di Patrick Mario Bernard, Pierre Trividic, Xavier Brillat

Daybreak di Adolfo B. Alix Jr.

Domaine – La Tenuta di Patric Chiha

Donne-moi la main – Dammi la mano di Pascal-Alex Vincent

Dream Boy di James Bolton

El cuarto de Leo – La stanza di Leo di Enrique Buchichio

El niño pez di – Il bambino pesce di Lucía Puenzo

Elève libre – Lezioni Private di Joachim Lafosse

End of Love – La fine dell’amore di Simon Chung

Eyes Wide Open di Haim Tabakman

Flying with One Wing di Asoka Handagama

Forasters – Stranieri di Ventura Pons

From Beginning to End – Per sempre di Aluizio Abranches

Ghosted di Monika Treut

I corti di Pascal-Alex Vincent di Pascal-Alex Vincent

Itty Bitty Titty Committee di Jamie Babbit

J’ai rêvé sous l’eau – Sognando sott’acqua di Hormoz

Jay di Francis Xavier Pasion

L’Arbre et la Forêt – L’albero e la foresta di Olivier Ducastel, Jacques Martineau

L’Épine dans le coeur – La spina nel cuore di Michel Gondry

L.A. Zombie di Bruce LaBruce

La Dinde – Il tacchino di Anna Margarita Albelo

La León di Santiago Otheguy

Light Gradient di Jan Krüger

L’appuntamento di Daniele Sartori

Mala Noche di Gus Van Sant

Masahista – Il massaggiatore di Brillante Mendoza

Mouth to Mouth di Alison Murray

Nacidas para sufrir – Nate per soffrire di Miguel Albaladejo

Naissance des pieuvres – La nascita delle piovre di Céline Sciamma

Otto; or, Up with Dead People di Bruce LaBruce

Oublier Cheyenne – Dimenticando Cheyenne di Valérie Minetto

Persecution – Persecuzione di Patrice Chéreau

Plan B – Piano B di Marco Berger

Plein Sud – Andando a Sud di Sébastien Lifshitz

Plus haut – Più in alto di Nicolas Brevière

Rendez-vous di André Téchiné

Sasha di Dennis Todorović

Save Me – Salvami di Robert Cary

Serbis – Servizio di Brillante Mendoza

Soundless Wind Chime di Kit Hung

Strella di Panos H. Koutras

The Bad Breast – The Strange Case of Theda Lange di Bruce LaBruce

The Blossoming of Maximo Oliveros – La crescita di Maximo Oliveros di Auraeus Solito

The Famous and the Dead di Esmir Filho

With Gilbert & George di Julian Cole

Yang Yang di Yu-Chieh Cheng


Condividi

Effettua il login o registrati

Per poter completare l'azione devi essere un utente registrato.