DUE IMPERDIBILI COFANETTI GAY

Atlantide ci facilita nella ricerca dei regali di Natale pubblicando gli ultimi due capolavori di Bruce LaBruce e due scopiettanti film di Todd Stephens più il dvd del misterioso “Persecution” di Patrice Chéreau. Altri nuovi titoli in streaming.

Si avvicina il Natale e con esso l’abitudine dei regali coi quali vogliamo ricordare agli amici quanto ci sono cari e a noi stessi quanto sarebbe desolante non avere nessuno col quale prendercela ogni tanto (a torto o a ragione).
Quest’anno ci viene in aiuto per questa incombenza la neonata Atlantide/QueerFrame, l’unica società di produzione e distribuzione cinematografica italiana che ci sta prendendo in seria considerazione, che sta cioè cercando di andare incontro alle esigenze del pubblico LGBT, offrendoci sia in streaming sul suo sito web che in curatissimi dvd (tutti assolutamente in lingua originale con sottotitoli) quanto di meglio sta passando nei vari festival internazionali di cinema gay.
A detta dei dirigenti della società, finora le risposte del pubblico gay, con acquisti on line e nei negozi (pochi purtroppo), sono state assai positive, premessa indispensabile perché possano continuare ad investire in questo segmento.
Molti nostri utenti ci hanno scritto manifestando soddisfazione per questa iniziativa, anche se alcuni preferirebbero che i film fossero sempre disponibili anche in dvd oltre che in streaming.

Dal 3 dicembre sono disponibili in streaming due nuovi titoli, entrambi presentati con grande successo al recente Florence Queer Festival.

“PLAN B – PIANO B”, opera prima del regista argentino Marco Berger che ci racconta una moderna e intrigante storia d’amore ambientata fra terrazze, palestre e appartamenti della contemporanea Buenois Aires. Lo scaltro e malizioso Bruno (Manuel Vignau) è stato lasciato dalla sua ragazza Laura (Mercedes Quinteros) che ora, siccome continuano a vedersi, tenta disperatamente di riconquistare. Ma Laura non sembra interessata perché ora nella sua vita c’è un nuovo e bellissimo ragazzo, Pablo (Lucas Ferraro). Quando Bruno capisce che non c’è niente da fare, elabora un malefico piano, facendosi amico di Pablo al quale pensa di presentare un’altra ragazza per minare il suo legame con Laura. Mentre sta cercando di realizzare la sua vendetta Bruno intravede un’altra possibilità, un piano B imprevisto che mette in discussione il suo cinismo e la sua stessa sessualità… Il film ha avuto un notevole successo all’estero, tanto che è in corso di realizzazione un sequel.

“NACIDAS PARA SUFRIR – NATE PER SOFFIRE” di Miguel Albaladejo ha avuto l’onore di essere addirittura il film di chiusura del festival gay fiorentino, dove ha commosso un attento e partecipe pubblico. Flora è un’anziana zitella. Vive in un piccolo villaggio ed ha passato tutta la vita ad occuparsi dei suoi parenti. La sua unica sorella è morta giovane lasciandole tre nipotine da allevare. Queste, appena raggiunta la maggiore età, hanno abbandonato il villaggio. Ora Flora inizia a preoccuparsi. Sta arrivando il momento in cui le tre giovani donne dovrebbero prendersi cura di lei e Flora teme che possa essere portata in un ricovero per anziani dove una delle nipoti lavora. La sua salvezza è Purina, una donna che in tutti questi anni l’ha sempre aiutata e che lei considera come l’unico membro della sua famiglia… La vicenda si conclude con un inatteso e splendido finale almodovariano.

Dal 6 dicembre saranno in vendita DUE COFANETTI (al prezzo di 29,00 euro ciascuno) che faranno la felicità di molti.

Per gli amanti del cinema di qualità arrivano finalmente anche sul mercato italiano gli ultimi due capolavori (non stiamo esagerando!) di Bruce LaBruce, entrambi ambientati nell’immaginario mondo degli zombie ed entrambi osannati in diversi festival internazionali.

“L.A. ZOMBIE”, ultima fatica di Bruce LaBruce, è stato proiettato questa settimana con grande successo (e scandalo) al Torino Film Festival. Il pubblico che in sala non era preparato è rimasto letteralmente scioccato (qualche fanciulla non ha retto ed è uscita), mentre la maggior parte, come il sottoscritto, è rimasto affascinato da una storia dove parlavano solo splendide immagini, più oniriche che crude, più poetiche che scandalistiche. François Sagat (mostruosamente trasfigurato dal mago degli effetti speciali Joe Castro) interpreta il ruolo di uno zombie necrofilo, muto e malinconico come un eroe, che vive ai margini di una città (Los Angeles) insopportabilmente luminosa, alla ricerca di uno scopo, di una missione, che passa, salvificamente, attraverso il sesso.

“OTTO; or UP WITH DEAD PEOPLE”, secondo dvd del cofanetto dedicato a Bruce LaBruce, ci mostra la controparte lunare, gotica e oscura di L.A. Zombie, il primo film con cui LaBruce aveva inaugurato nel 2008 la stagione vampiresco-metropolitana del suo cinema. Anche qui domina su tutto uno struggente fremito di poesia che accompagna un giovane zombie di nome Otto che compare all’improvviso ai margini di una sperduta strada. Non conosce da dove provenga e non sa dove stia andando. Dopo avere ottenuto un passaggio per Berlino ed essersi sistemato in un vecchio parco dei divertimenti in disuso, inizia ad esplorare la città… Interpretato da un bellissimo e bravissimo Jey Crisfar, il volto di Otto è uno di quelli che sarà difficile dimenticare. La colonna sonora è assolutamente comprimaria in tutta la vicenda.

I due film, raccolti in un invitante cofanetto, sono corredati da interviste e contenuti speciali creati appositamente per l’edizione italiana, oltre ad uno Storyboard completo del film Otto realizzato da Alexandre Dieval a.k.a. Dr.Wunder!

Il secondo COFANETTO, dedicato al regista americano Todd Stephens, è invece assai più leggero e farà la felicità di tutti quelli che vanno al cinema soprattutto per divertirsi. Possiamo dirlo con certezza perché avendo assistito alle anteprime dei due film al festival gay di Torino, ricordiamo bene come la sala stracolma dell’Ideal sembrasse crollare sotto l’impeto degli applausi di un pubblico in delirio.

ANOTHER GAY MOVIE di Todd Stephens, segue le disavventure di Andy, Jarod, Nico e Griff, quattro amici gay appena diplomatisi al liceo: ossessionati dalla loro verginità, dopo l’ennesimo party in bianco, si promettono di aiutarsi reciprocamente a trovare un partner sessuale entro la fine dell’estate, prima di arrivare al college. Pensate che ci riusciranno?…

ANOTHER GAY SEQUEL di Todd Stephens, ci ripropone gli stessi eroi Andy, Nico, Jarod e Griff che questa volta, ormai svezzati, si riuniscono a Fort Lauderdale per le vacanze estive, dove partecipano al contest “Gay Scatenati “. Adesso però un’ostacolo inaspettato si mette sul loro percorso: l’amore. Tra gags demenziali e assurde esibizioni sessuali, il regista prosegue il suo discorso su: è possibile vivere solo di sesso occasionale? la monogomia è realistica per un gay? ma perché i gay pensano solo al sesso? ecc. Il tutto sempre in un clima di assoluta goliardia e scenette sbellicanti.

Oltre ai due cofanetti suddetti viene distribuito anche il dvd del film francese “PERSECUTION” di Patrice Chéreau, regista dell’indimenticabile “L’homme blesse” e dell’introspettivo “Son Frere”. Questo film non è secondo noi all’altezza dei precedenti, forse perché troppo artificioso e non facile da seguire. Daniel, 35 anni, è un uomo molto occupato ma solitario. La sua esistenza è resa più piccante dalla relazione con Sonia, una donna che gli ispira al tempo stesso amore e disgusto, ma della quale non può fare a meno. Un giorno, un uomo, che sembra sbucato dal nulla, irrompe nel suo appartamento. Le visite di questo sconosciuto si fanno sempre più frequenti, arrivando al punto da mettere in pericolo il rapporto tra Daniel e Sonia. Quando quest’ultima decide di lasciarlo, Daniel si trova davanti a molte domande: chi è lo sconosciuto? Perché lo perseguita? Qual è il senso di tutto questo? Le risposte non sono facili, anche se sarà interessante ricercarle.


Condividi

Effettua il login o registrati

Per poter completare l'azione devi essere un utente registrato.