I PREMI GLAAD DI NEW YORK

Consegnato il premio Vito Russo a Brian Graden, manager gay di MTV e LOGO. Migliori film The Bubble e Stardust

Si è svolta ieri a New York la prima serata della 19ma edizione dei premi GLAAD (associazione che si dedica alla promozione e a garantire una onesta, accurata e completa rappresentazione delle persone e degli eventi LGBT sui media, con l’obiettivo di eliminare l’omofobia e la discriminazione basate sui generi e gli orientamenti sessuali), sponsorizzati da ABSOLUT® Vodka e IBM. Nella stessa serata il presidente di GLAAD, Neil G. Giuliano, e il direttore della tv gay BRAVO (sezione della NBC Universal), Frances Berwick, hanno annunciato un contratto esclusivo di partnership tra i due enti. Questo è il primo anno (dal 1990) che la cerimonia di premiazione GLAAD viene trasmessa da una rete televisiva nazionale.

I PREMI ASSEGNATI

Premio Vito Russo: Brian Graden (premio consegnato da Alec Mapa e Randy Jackson)

Brian Graden, Presidente del settore spettacolo di MTV Networks Music Channels e presidente di LOGO (gay tv), dedica il suo tempo alla guida e alla supervisione di tutte le reti dei network musicali MTV, VH1, MTV2 e CMT, mentre nello stesso tempo è responsabile sotto tutti gli aspetti dei programmi dedicati a tematiche LGBT del canale LOGO. Durante tutta la sua impressionante carriera è stato un esperto formatore di cultura pop in tv. Graden ha aiutato MTV a mantenere alti i suoi livelli qualitativi lanciando programmi come The Hills, My Super Sweet 16, e The Osbournes, insieme a molti altri. Con la sua guida VH1 ha visto aumentare gli spettatori grazie a serie molto popolari come I Love the 70’s/80’s/90’s, Best Week Ever, e Flavor of Love. Come Presidente di LOGO, la prima rete televisiva dedicata a tempo pieno agli spettatori LGBT, ha contribuito al suo successo con spettacoli di qualità rivolti a spettatori che fino ad allora erano stati completamente trascurati dalle reti tv. Graden ha inoltre specificatamente contribuito all’educazione dei giovani spettatori su tematiche come la violenza, la discriminazione e la salute attraverso la campagna (vincitrice di un Emmy) “Fight For Your Rights”. Come sponsor e partecipe della campagna MTV ha prodotto degli speciali come Social History of HIV, e Warning Signs.
Il premio Vito Russo è offerto a personalita lgbt dichiarate che si evidenziano nella promozione dei diritti della comunità gay.

Migliore nei media (Excellence in Media Award): Judy Shepard (premio consegnato da Kate Clinton)

Miglior film a distribuzione limitata: The Bubble (Strand Releasing) [premio ricevuto da: produttore e co-sceneggiatore Gal Uchovsky]

Miglior documentario: For the Bible Tells Me So (First Run Films) [premio ricevuto da: Episcopal Bishop V. Gene Robinson e director Daniel Karslake]

Miglior film della grande distribuzione: Stardust (Paramount Pictures)

Premio alla migliore opera di giornalismo su tv o rivista: TIE: “Don’t Ask Don’t Tell” 60 Minutes (CBS) e “My Secret Self: A Story of Transgender Children” 20/20 (ABC) [premio ricevuto da: Barbara Walters]

Riconoscimenti speciale: BET J (premio consegnato da Loretta Devine e Anika Noni Rose a Sean Johnson, executive producer, BET J)

Miglior episodio in una serie senza personaggi lgbt fissi: “Do Tell” Boston Legal (ABC)

Miglior soap: As the World Turns (CBS)

Miglior giornalismo tv su attualità: “The First Casualty” Anderson Cooper 360 (CNN)

Miglior articolo su quotidiano: “Aging and Gay, and Facing Prejudice in Twilight” di Jane Gross (The New York Times)

Miglior quotidiano generalista: The New York Times

Miglior srticolo su rivista: “Dying to Come Out: The War on Gays in Iraq” di David France (GQ)

Miglior articolo di giornalismo web: “Gay Newsmen – A Clearer Picture” di James Hillis (AfterElton.com)

Miglior opera multimediale web: “Uncovering America: Fighting for Acceptance” (CNN.com)

Miglior artista musicale: Rufus Wainwright, Release the Stars

Miglior opera a fumetti: Strangers in Paradise di Terry Moore (Abstract Studio)

Miglior opera teatrale a New York (Broadway & Off–Broadway): The Beebo Brinker Chronicles di Kate Moira Ryan e Linda S. Chapman

Miglior opera teatrale a New York (Off–Off Broadway): A Gay Rap Opera di Chris Craddock e Nathan Cuckow, musica di Aaron Macri

Vedi sul sito originale i premi dedicati alle opere in lingua spagnola

I prossimi appuntamenti dei premi GLAAD sono il 12 aprile in Florida (con premio speciale a Wilson Cruz), il 26 aprile a Los Angeles (con premio speciale a Janet Jackson; Herb Ritts, e Rufus Wainwright), il 10 maggio a san Francisco (con premio speciale a Ilene Chaiken e David Mixner)

dal sito GLAAD


Condividi

Effettua il login o registrati

Per poter completare l'azione devi essere un utente registrato.