"IL QUINTO QUARTO" CON UN AMORE GAY

A sorpresa, nella serie “Incubi e deliri” tratta da racconti di Stephen Kink e trasmessa sul canale Fox un episodio con evidenti riferimenti omosessuali.

E’ iniziata il 16 settembre (ore 21:00) sul canale satellitare Fox, in prima visione italiana, la serie “Incubi e deliri”, tratta dalla raccolta di racconti di Stephen King che porta lo stesso titolo. E’ una serie “da brivido” composta da soli otto episodi di circa un’ora ciascuno, diretti oguno da un regista differente.

Le storie sono ricche di suspense, accadimenti misteriosi ed inspiegabili. La serie è stata girata interamente in Australia, per quasi 80 giorni di riprese, e ha impiegato mezzi produttivi da kolossal, alla cui realizzazione hanno lavorato circa mille persone. D’eccezione anche il cast che ha preso parte alla realizzazione della serie: da William Hurt, premio Oscar per “Il bacio della donna ragno” e interprete di “The Village”, a William H. Macy, l’interprete di “Edmond” e in nominato per gli Emmy 2007 proprio per la sua interpretazione in “Incubi e Deliri”. E ancora, Tom Berenger, Claire Forlani (“Vi presento Joe Black”), Henry Thomas, Jeremy Sisto e Greta Scacchi.

Difficilmente si trovano personaggi o storie gay nei racconti di Stephen King, come invece abbiamo potuto rilevare nel terzo episodio di questa serie dal titolo “Il quinto quarto” (titolo originale”The fifth quarter”) con la regia di Rob Bowman e protagonista Jeremy Sisto (foto sopra).

Questo episodio, anche se diretto da uno dei registi di “X Files”, non ha nulla di horror o soprannaturale. Si tratta, piuttosto, di un “noir” alla Jim Thompson (autore molto amato e citato da King) su un detenuto che ritornato in libertà dopo un lungo periodo di detenzione scopre che la moglie ha avuto una relazione con il suo migliore amico. L’amico riappare sanguinante e ormai in fin di vita per spirare tra le braccia del protagonista dopo avergli confessato di essere stato colpito da suoi complici in una rapina dalla fortuna considerevole. Il bottino è rintracciabile solo unendo i quattro pezzi di una mappa suddivisa fra i partecipanti.
Già durante l’ultimo colloquio tra i due si intuisce il forte legame che li unisce. Un legame che sarà rivelato dalla moglie nel sottofinale quando lei confesserà al marito che sapeva tutto della lunga e profonda relazione fra i due e che il tradimento è stato dettato solo dall’amore che entrambi avevano per lo stesso uomo.
(una citazione da “Le fate ignoranti?).

Ad accentuare ulteriormente il lato omosessuale dell’episodio è da sottolineare che uno dei tre uomini coinvolti nella rapina è dichiaratamente gay. Vive in un raffinato appartamento tapezzato da disegni di uomini nudi, usa pistole “da signora” (da una frase del telefilm) e appare fragile, insicuro e tormentato. Si potrebbe dire che i due modi canonici (effeminatezza e machismo ) di rappresentare parte dei gay nel cinema trovano in questo episodio adeguato spazio.

La replica dell’episodio è prevista, sempre su Fox, per sabato 22 settembre a mezzanotte.

(A.R.)

Qui sotto la locandina originale della serie.


Condividi

Effettua il login o registrati

Per poter completare l'azione devi essere un utente registrato.