UNO SHOW ONLINE PER SPIEGARE L'OMOSESSUALITA' AL POPOLO CINESE

Prodotto da una tv satellitare e condotto da un militante gay, dovrà superare la rigida censura delle autorità

Per la prima volta in Cina, da domani, un programma settimanale di un’ora, completamento dedicato alle problematiche gay, verrà trasmesso dal sito www.phoenixtv.com, di proprietà della tv satellitare Phoenix che ne trasmetterà degli estratti. Non sappiamo ancora se vi saranno interventi censori da parte delle autorità, che controllano e filtrano severamente il materiale della rete considerato osceno o sovversivo.

In Cina le persone gay sono state perseguitate e condannate soprattutto dopo la rivoluzione comunista del 1949, con l’accusa di essere il prodotto della società capitalista occidentale. Le cose sono migliorate a partire dagli anni 1980, e nel 2001 l’Associazione degli Psichiatri Cinesi ha tolto l’omosessualità dall’elenco delle malattie mentali.

Il programma sarà condotto da Didier Zheng, un 27enne laureato alla Sorbonne e ora attivista di “Chi Heng Foundation”, un’associazione che lotta contro l’Aids. Zheng ha dichiarato che nel programma saranno affrontate le problematiche legali, famigliari e sociologiche degli omosessuali cinesi. Verranno discussi anche i temi delle coppie gay e dei loro diritti. Nel programma interverrano anche personaggi famosi che spieghereanno e appoggeranno le richieste delle persone omosessuali.

Didier Zheng ha inoltre detto che l’obiettivo principale di questo show è quello di migliorare la comprensione dell’omosessualità da parte del pubblico cinese: “Ci sono molte persone che frequentano la comunità gay cinese, ma il popolo è ancora in gran parte ostile e all’oscuro dei problemi che queste persone devono affrontare quotidianamente”.

Il produttore del programma, Gang Gang, pensa che in Cina ci siano comunque meno discriminazioni verso gli omosessuali che nell’occidente cristiano, dove ha ancora molto seguito la religione cattolica e cristiana. (AP)


Condividi

Effettua il login o registrati

Per poter completare l'azione devi essere un utente registrato.