Dante e gli omosessuali. Tra Inferno e Paradiso
Esprimi il tuo giudizio
Aggiungi ai preferiti
  • EditoriDante Alighieri

Dante e gli omosessuali. Tra Inferno e Paradiso

Dante è al di sopra dei giudizi correnti della sua epoca: è un pensatore libero e moderno; impossibile incasellarlo. Va dichiaratamente controcorrente e anticipa il futuro. Scrive l’autore “Dante è un cristiano trasgressivo e profeta della laicità moderna”… e la mente corre proprio a Papa Francesco. Dante non giudica le persone in base alla sessualità, ma per le loro opere. Infatti gli omosessuali non compaiono solo nell’Inferno, ma anche nel Purgatorio, quindi destinati, dopo la purificazione, al Paradiso. E anche nell’Inferno non appaiono tutti uguali nella stima e nel disprezzo del poeta.
Questo saggio di Aldo Onorati ha il merito di mettere in relazione un tema sensibile del nostro tempo con Dante che il fiorentino, a modo suo, aveva saputo risolvere con spirito trasgressivo e rivoluzionario. Ebook.

Visualizza contenuti correlati

Condividi

Effettua il login o registrati

Per poter completare l'azione devi essere un utente registrato.