Dalla rassegna stampa Cinema

COPIA ORIGINALE - Le false lettere della scrittrice alcolizzata

Rimettendo in circolo la questione del vero o falso, magistralmente indagata da Fellini e Welles, la regista Marielle Heller, in ottima calligrafia venata di malinconia, inquadra le fake letter della scrittrice alcolizzata Lee Israel. Narrate vite famose di Katharine Hepburn e altre, quando gli editori le rifiutano un libro, ruba e falsifica oltre 400 lettere di attori e letterati (Parker, Mitchell, Hellman, Coward) rivendute al miglior offerente. Manipola gli autori e la verità finché l’Fbi non sospetta. Ci fu delitto per raggiungere l’eternità, poi castigo e un libro di memorie cui il film si ispira che lasciò morire redenta nel 2014 la scrittrice. Candidato a tre Oscar, meriterebbe di far vincere soprattutto la strepitosa Melissa McCarthy comica trash che rivela finezza psicologica eccezionale. VOTO. 7,5/10 (m. po.)

Effettua il login o registrati

Per poter completare l'azione devi essere un utente registrato.