Dalla rassegna stampa Cronaca

Giovane cacciato di casa perchè gay: è stato accolto da una struttura napoletana

Giovane cacciato di casa perchè gay: è stato accolto da una struttura napoletana

Il giovane era stato respinto dalla sorella e dal cognato per il suo orientamento sessuale

By Alessandra Chianese

NAPOLI – Il giovane Valentino, 25enne cacciato di casa la sera della vigilia di Natale dalla sorella e dal cognato, è stato affidato, nelle ore diurne, ai volontari del Rainbow Center Napoli. Per aiutarlo, si è inoltre mobilitata anche Simona Marino, delegata del comune di Napoli alle Pari opportunità.

Per offrire assistenza al ragazzo, “dolcissimo e con una grande dignità”, è stata coinvolta una struttura a bassa soglia per le emergenze abitative per i senza fissa dimora. Così, il 25enne è stato accolto in una struttura a Napoli che gli ha garantito una sistemazione temporanea per il pernottamento con un letto, un pasto ed una prima colazione.

Drammatica vicenda quella avvenuta ai danni di un ragazzo di 25 anni a Napoli: il giovane era stato cacciato di casa dai genitori nel giorno della vigilia di Natale dalla sorella e dal cognato con una motivazione alquanto allucinante e insolita: l’essere omosessuale.

La notizia è stata diffusa dall’associazione “I Ken”, da sempre attenta a queste tematiche. Il giovane, non udente, ha chiesto aiuto dopo essersi trovato in difficoltà in strada ma i familiari lo hanno respinto perché considerato “diverso” per il suo orientamento sessuale.

Effettua il login o registrati

Per poter completare l'azione devi essere un utente registrato.