Dalla rassegna stampa Salute

Giobbe, l’associazione che batte l’Aids con la musica

Giobbe, l’associazione che batte l’Aids con la musica

SARA STRIPPOLI

La prevenzione si impara anche con leggerezza e i primi a dover essere coinvolti sono i giovanissimi. Quelli che hanno meno di 25 anni, la fascia d’età nella quale il calo dei casi di Hiv/Aids è quasi pari a zero.
Quella più difficile da sensibilizzare, mentre anche in Piemonte i numeri delle infezioni scendono, anche fra i 25-34 enni che restano il gruppo dove i valori sono più alti: 15,6 casi ogni 100.000 abitanti. I giovani che hanno meno di 25 anni e hanno avuto una diagnosi di Hiv nel 2017 sono 34, 23 sono stranieri. Sono dunque gli adolescenti quelli che hanno meno senso del rischio. Nella giornata mondiale contro l’Aids che si celebra domani, l’Associazione Giobbe, organizzazione no profit della Comunità cristiana torinese per la promozione di iniziative di solidarietà rivolte a persone con Aids, pensa soprattutto a loro. E per raggiungerli usa linguaggi e mezzi che ritiene possano essere più efficaci. Come la musica, il teatro, ma anche lezioni tenute dall’infettivologo.
Oggi l’associazione propone il contest musicale “RockONtest” rivolto alle scuole, al termine del quale una giuria stila una classifica delle classi di istituto come i licei Becari, Berti, Boselli Gioberti, Giordano Bruno, Majorana, Spinelli. I primi 5 classificati avranno buoni acquisto per strumenti musicali, mentre le scuole riceveranno una somma per progetti di sostegno ad alunni in difficoltà.
Il concerto si svolge dalle 9 all’Auditorium del Majorana di Grugliasco, ma gli incontri con i ragazzi proseguono tutto l’anno. L’ingresso è riservato agli studenti delle scuole coinvolte e l’auspicio è diffondere questa iniziativa per farla conoscere a più scuole possibili.
Aperto al pubblico, e gratuito, è invece lo spettacolo teatrale “Beata Conoscenza-Hiv? Parliamone” in programma stasera alla Casa Fools di via Bava 39 a Torino. Una lezione-spettacolo indirizzata ai ragazzi dai 15 ai 20 anni che, anche usando toni ironici, ripercorre la storia del virus Hiv e dell’Aids e della malattie sessualmente trasmesse. Lo spettacolo nasce dalla collaborazione fra gli infettivologi dell’Associazione Giobbe e Francesco Giorda del Teatro della Caduta. «E’ il modo migliore per diffondere la cultura della solidarietà. Per questo non bisogna parlare di questa malattia solo una volta l’anno», è la convinzione dell’Associazione. Luigi Gili è il presidente: «Crediamo molto in queste iniziative perché con performance teatrali, interventi dei medici in aula e il contest musicale aperto a tutte le scuole iscritte al progetto riusciamo a coinvolgere i ragazzi su temi fondamentali, i comportamenti responsabili e l’attenzione per malattie come l’Aids. Ma anche l’importanza della solidarietà verso l’altro, qualunque siano le malattie da affrontare».
L’associazione gestisce anche Casa Giobbe, che accoglie i malati: 12 persone affette da Aids, persone sole. Non solo un luogo di cura, ma una struttura aperta che offre un servizio di assistenza domiciliare anche alle famiglie. A Casa Giobbe c’è anche un appartamento per donne sieropositive con i loro figli.
I casi di infezione da Hiv sono in calo, nel 2017 solo 255 casi, grazie alla prevenzione primaria e alla diagnosi precoce. Sono gli ultimi dati dell’assessorato alla sanità. Il numero di diagnosi è nettamente superiore fra la popolazione maschile. Le nuove diagnosi di Hiv negli stranieri si concentrano fra ragazzi che provengono da Paesi ad alta diffusione del virus, mentre il trend in diminuzione si registra sia fra gli italiani sia fra gli stranieri. Si riduce la percentuale di chi ha fatto i test e cresce la quota di diagnosi in stadio avanzato, il 39 per cento.
Questa è anche la settimana europea del test per Hiv e epatite, una iniziativa dell’Asl Città di Torino. All’ospedale Amedeo di Savoia, ogni pomeriggio dalle 15 alle 18, è sempre disponibile un servizio di consulenza medica. Un team di medici e infermieri sarà disponibile per informare sui rischi di malattia e le ultime cure a disposizione.

Tag

aids

Condividi

Effettua il login o registrati

Per poter completare l'azione devi essere un utente registrato.