Dalla rassegna stampa Politica

L'amaca di Michele Serra - vilipendio di cadavere

Mi chiedessero se voglio diventare sacerdote del Sole delle Alpi, oppure membro onorario della Decima Mas, risponderei no grazie. Per rispetto della mia storia e delle mie idee, ma anche della storia e delle idee altrui.

Perché, dunque, la senatrice leghista Pucciarelli, rumorosamente ostile sui social a omosessuali e zingari, accetta con la massima naturalezza di presiedere la Commissione diritti umani, non esattamente il suo ramo?

Non sarebbe stato più logico, anche più signorile, dire: grazie della proposta, ma mi sono sempre occupata d’altro? E perché Lele Mora, grande ammiratore di Mussolini, pretende di essere il prossimo direttore dell’Unità? Qual è il meccanismo, a parte la disarmante presunzione di saper maneggiare oggetti totalmente estranei alla propria cultura e alla propria sensibilità?

Volendo pensar male, la sola spiegazione possibile è lo spirito di vendetta.

Impossessarsi dello scalpo del nemico e inchiodarlo come un trofeo sulla porta della propria capanna. Ve li faccio vedere io, adesso, i vostri diritti umani del piffero (mi scuso per l’eufemismo, non è da social e dunque non è all’altezza dei nuovi assetti politici). Ve lo faccio vedere io il giornale di Antonio Gramsci, me lo compero e lo dirigo, alla faccia di chi ci ha speso la vita, dei giornalisti comunisti che lo hanno fatto con lo stipendio dimezzato, degli operai che lo hanno diffuso porta a porta.

Tecnicamente si chiama: vilipendio di cadavere.

ILLUSTRAZIONE DI GUIDO SCARABOTTOLO

Michele Serra

16/11/2018


Condividi

Effettua il login o registrati

Per poter completare l'azione devi essere un utente registrato.